Parigini: “Potevo andare a Udine, ma il Toro è sempre stato la mia squadra”

Parigini: “Potevo andare a Udine, ma il Toro è sempre stato la mia squadra”

Le parole / Il numero 27 del Toro è stato intervistato da “La Gazzetta dello Sport”

di Redazione Toro News

Dopo l’ottima prestazione con l’Under 21 contro il Belgio, Vittorio Parigini si è raccontato ai microfoni de La Gazzetta dello Sport. A partire dalla trattativa estiva con l’Udinese, fino all’affermazione che sta avendo in granata: «Sì, in estate c’era la possibilità che andassi a Udine poi però dopo tanti prestiti in giro per l’Italia sono riuscito a impormi nel Torino e ne sono felicissimo, perché il Toro è sempre stato la mia squadra».

E guardando la prestazione con l’Under alla Dacia Arena i tifosi dell’Udinese si saranno rammaricati ancora di più. Parigini ha parlato del proprio momento di forma: «Nelle ultime settimane mi è capitato spesso di giocare con il Torino. Fisicamente sono quasi al cento per cento, non sento la fatica in questo momento. Le partite con la Nazionale del resto servono anche a questo, a portare minutaggio nel club. L’Under, come ha detto il c.t. Di Biagio, è una vetrina per tutti: per noi ragazzi è importante, perché ci permette di metterci in mostra per il club. Ma quando si viene in Nazionale il primo pensiero è per l’azzurro, l’obiettivo è quello di fare bene con l’Italia, diciamo che al club si pensa dopo. Però, certo, mi metto a disposizione di Mazzarri»

Spazio anche alla tattica: Parigini si sta dimostrando duttile e si è adattato sia come esterno del centrocampo a 5 che come seconda punta dietro a Belotti. Con la Nazionale invece, Vittorio gioca nel proprio ruolo ‘ideale’, quello di esterno alto: «Abbiamo provato un nuovo modulo, con Vido da centravanti che viene incontro per allungare i difensori avversari e dare spazio di inserimento a noi esterni. Da una parte possiamo dire che, per quanto mi riguarda, ha funzionato perché sono andato parecchie volte al tiro, dall’altra purtroppo non sono riuscito a segnare. Però abbiamo lavorato su questi movimenti e siamo contenti, dispiace non aver vinto»

6 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. user-14036404 - 2 mesi fa

    Bravo Mazzarri a volerlo tenere e bravo Vittorio a dimostrare il suo valore quando è stato messo in campo. Continua così, credi in te stesso, impegnati con serietà e umiltà e sono sicuro che farai benissimo perché sei forte! Avanti così!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. user-14057417 - 2 mesi fa

    bravo Vittorio continua così sei sulla buona strada umile e intenzionato a dimostrare quello che sei nella tua squadra del cuore.il talento non ti manca sono felice x tè.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. user-13814870 - 2 mesi fa

    hai fatto bene Vittorio..noi tifosi ti stiamo spingendo per un posto da titolare…sei bravo e se ne accorgeranno che te lo meriti. Se andavi in qualche altra società piano piano sparivi nel dimenticatoio….Forza Vittorio qui ti amano tutti.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. user-14003131 - 2 mesi fa

    Forza Vittorio!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Hagakure - 2 mesi fa

    Cari merdaioli e denigratori di Edera e Parigini: i due Ragazzi non hanno alcun bisogno di andare a “scaldare le panche” di altre squadre (tipo Benevento & C.).

    I due Ragazzi devono giocare SEMPRE e con continuità in prima squadra: mentre altri “fenomeni” attualmente titolari, i quali stanno dimostrando di essere dei lavativi e dei fancazzisti, possono tranquillamente marcire in panchina o in tribuna sino a che non si “svagliano” e dimostrano di valere i prezzo al quale sono stati pagati.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Madama_granata - 2 mesi fa

    Scelta giusta rimanere nel Toro! È uno di noi! Che il suo bene sia anche il nostro bene, speriamo per tanti anni!
    Uno del Toro, nato e cresciuto calcisticamente nel Toro, che gioca nel Toro.. Direi che non si può chiedere di più!

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy