Parigini, uno spezzone da Toro e i complimenti di Cairo. Ora si candida per Parma

Parigini, uno spezzone da Toro e i complimenti di Cairo. Ora si candida per Parma

Focus On / Il giovane attaccante granata si è cimentato con successo nel ruolo di esterno

di Gianluca Sartori, @gianluca_sarto

Non è facile fare bene quando si è chiamati in causa raramente: Vittorio Parigini ci è riuscito contro la Sampdoria, giocando uno spezzone da protagonista nell’ultima mezz’ora di partita. Entrato al posto di un acciaccato De Silvestri, il giocatore scuola Toro è stato schierato da esterno destro del centrocampo. Un ruolo per lui inusuale, ma Mazzarri lo ha impostato lì da luglio e lui -attaccante esterno- si è adattato pur di rimanere al Toro. Contro i blucerchiati, da Parigini tante cose buone: da un salvataggio in extremis su Defrel a un tiro-cross che è diventato pericoloso per Audero.

Anche il presidente Cairo ha riconosciuto i meriti di Parigini, sottolineando la sua prestazione, frutto a suo dire della gestione della rosa da parte di Mazzarri. È però certamente vero che Parigini abbia meriti per la grinta, la voglia, la disponibilità al sacrificio che ha messo in mostra in questi mesi, in cui ha visto ben poco il campo anche a causa di un infortunio agli addominali che gli ha impedito di fare il meglio. Gamba e tecnica, ma anche duttilità nel cimentarsi nel ruolo di laterale. Queste le qualità di Parigini, che al “Grande Torino” contro la Sampdoria ha strappato gli applausi del pubblico. 

Verso Parma, Parigini si candida per giocare, anche da titolare in appoggio a Belotti se Berenguer non recuperasse in tempo. Altrimenti proverà a dare il suo contributo dalla panchina. Gli obiettivi sono la qualificazione in Europa, che gli permetterebbe di giocare di più e valorizzarsi, poi il rinnovo del contratto e l’Europeo Under 21. Con questa cattiveria e con questo approccio, a Parigini nulla è precluso. 

6 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. da sempre Toro - 3 settimane fa

    sono assolutamente d’accordo con madama granata!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Como Granata - 3 settimane fa

    Vittorio uno di NOI!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. suoladicane - 3 settimane fa

    vorrei vedere finalmente il tridente con Parigini esterno alto, il suo ruolo naturale
    e sull’altra corsia berenguer, sempre il uso ruolo naturale

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Madama_granata - 3 settimane fa

    Un ragazzo che, anche se nel suo club di appartenenza non lo fanno giocare, continua (e non perde il posto) a ben figurare nell’Under 21, non può essere un incapace.
    Grazie quindi ad Ola Aina, alle sue intemperanze ed alla sua triplice assenza, e purtroppo a causa dell’infortunio di Falque, abbiamo potuto veder giocare Parigini “anche” nel Toro.
    Speriamo che sabato gli venga riservata almeno una mezz’oretta di gioco (meglio almeno un tempo), e che lui si possa esprimere secondo le sue capacità.
    Io non ho nulla contro Aina, o Berenguer, o Djidji, o Meité, ma credo che Parigini possa essere tranquillavente valutato “alla pari”, dei suoi altrettanto giovani compagni, e non sempre penalizzato.
    A loro sono state date tutte le occasioni possibili per mettersi in mostra; a Parigini, no.
    Se poi, per caso, ben facesse e ben figurasse, speriamo non venga subito ricacciato in panchina con il ritorno di Aina.
    Mazzarri non dice che gioca chi se lo merita?
    E la cattiva condotta, con conseguenti penalizzazioni per il giocatore e per la Società, non è un punto di demerito?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Bischero - 3 settimane fa

    Parigini credo che se avrà la voglia di crescere in fase difensiva potrà ritagliarsi in futuro un ruolo come esterno a 5.non ha la classe e la visione di gioco sufficiente per giocare da esterno nel tridente (ma tanto noi non giochiamo così) ma per fare l esterno a 5 si. Ha corsa e spirito di sacrificio. Oltre a piedi validi per il ruolo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. PrivilegioGranata - 3 settimane fa

    A me è piaciuto molto.
    Quel suo tiro dopo una sgroppata prepotente mi ha fatto sobbalzare (e segretamente rallegrare, un nostro giovane potrebbe fiorire).
    Vediamo domani.
    Con De Silvestri si potrebbe creare una staffetta, con un subentrante Parigini più fresco e veloce per mettere in crisi il Parma sulla fascia.
    Oppure, come dico da tempo, un 3-4-3 tosto a servizio del Gallo:
    SIRIGU
    IZZO N’KOULOU DJIDJI (anche se preferirei MORETTI)
    MEITE’ RINCON BASELLI ANSALDI
    PARIGINI GALLO BERENGUER

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy