Patrizio Sala, dallo scudetto del ’76 ad oggi: “Basta proclami! Belotti non va denigrato”

Patrizio Sala, dallo scudetto del ’76 ad oggi: “Basta proclami! Belotti non va denigrato”

Le parole di un campione d’Italia: “Il Napoli ha festeggiato ed era ancora dietro, noi non l’abbiamo fatto nemmeno dopo il sorpasso”

di Redazione Toro News

A 42 anni da quello che ancora resta l’ultimo scudetto conquistato dal Torino (16 maggio 1976), a Toro Scatenato è intervenuto Patrizio Sala, che quello scudetto lo vinse da protagonista: “Ricordo un allenatore (Gigi Radice, ndr) che non è stato subito consapevole di quello che avevamo fatto. Non era consapevole che avevamo vinto il campionato. Io ho festeggiato poco, perché sono dovuto partire per l’Australia per la tournée militare. Quando abbiamo capito di avere la possibilità di trionfare? Quando abbiamo messo insieme un filotto di 4-5 partite recuperando tanti punti: lì abbiamo avuto la consapevolezza. Il Napoli festeggia prima, ed è un punto in meno. Noi avevamo un punto in più e non abbiamo festeggiato, nonostante avessimo fatto un parziale di 6 punti a 0″.

Passando poi al Toro di oggi: “Quello che penso è difficile da esprimere: io non credo sia stata un’annata fallimentare. Io non sono nessuno, ma ribadisco che il Toro deve essere contento di fare la Serie A a questo livello. Poi ci sono momenti in cui si deve puntare in alto. Non deve pensare all’Europa League: deve pensare alla Champions! Il Toro fa l’errore di manifestarlo: se io prometto di invitarti a cena e non mantengo, pensi che sono uno che non vale nulla. Il Toro deve stare come pensiero al di sotto di cinque-sei squadre. Poi nel fare deve puntare in alto, ma il dire lo lasci agli altri“.

Si passa poi a parlare di Belotti: “Nonostante l’importante infortunio ha fatto 10 gol. Higuain l’hanno pagato 90 milioni e ne ha fatti non molti di più, giocando con giocatori di qualità. Belotti, se tutti si mettono a disposizione con continuità (Ljajic, Baselli – che pure quest’anno è cresciuto), è un giocatore che ha 15-20 gol all’anno nel DNA. Ha qualità acrobatiche, destro, sinistro, tiro, potenza. Va aiutato, non denigrato. Poi se puoi tenerlo è un conto, ma se ci sono altre prospettive devi avere un sostituto”.

Infine, un pensiero alla maglia del Torino: “La maglia del Toro è vero che rimane dentro. Io ho avuto la fortuna di passare da ragazzo di campagna e arrivare in Serie A nel Toro, e vincerci lo scudetto al primo anno. Un marchio indelebile. Io non ho tatuaggi, ma è una cosa che mi porterò addosso per sempre. Come potrebbe essere altrimenti?”

8 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Seagull'59 - 2 mesi fa

    Grande Pat! Umile, un maratoneta instancabile, che recuperava (lui sì) tanti palloni e sosteneva il centrocampo come pochi: Bisognerebbe clonarti! Altro che Rincon…neanche i lacci delle scarpe è degno di legarti…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. TORO1960 - 2 mesi fa

    Grande indimenticato Patrizio, tutto giusto!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Luke90 - 2 mesi fa

    Idem..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. user-13874355 - 2 mesi fa

    Da bergamasco doc confermo che Il Gallo è un ragazzo serio e di sani principi oltre che un giocatore di grande cuore e grinta. non è un ipocrita. Credo che se dipendesse solo da lui non avrebbe avuto dubbi nell’ esprimere già il suo “volere”. Ma il calcio oggi è una macchina da business infernale di cui noi tifosi non conosciamo fino in fondo le regole. L’unica cosa che possiamo fare è rispettare l’uomo ed il giocatore, che fino a prova contraria anche quest’anno ha dimostrato più di ogni altro grinta e passione in ogni partita che ha disputato, anche se alcune ciccandole per scarsa forma fisica.
    Buon fine campionato fratelli granata.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. abatta68 - 2 mesi fa

    trovo molto corretto tutto quanto detto da Pat Sala… su Belotti il ragionamento non fà una piega, non bisogna pensare alla stagione appena passata ma alle potenzialità di questo giocatore… da domenica sera si deve iniziare a pensare al Toro del prossimo campionato, lasciandosi alle spalle le scorie di questo. Secondo me Mazzarri ha le idee chiare… spero anche la società…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. user-13758358 - 2 mesi fa

    ha ragione, non denigrate il Gallo….
    mimmobg

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. prawn - 2 mesi fa

      Denigriamo Higuain che piace sempre 😉

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. prawn - 2 mesi fa

    Grande

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy