Pescara-Torino 0-0, le statistiche: senza Iago Falque i granata attaccano al centro

Pescara-Torino 0-0, le statistiche: senza Iago Falque i granata attaccano al centro

I numeri del match / Malgrado i tanti tiri subiti, la squadra di Mihajlovic ha stoppato i Delfini in 9 contro 11

Il match di ieri tra Torino e Pescara è stata l’ennesima dimostrazione dell’ottima tenuta difensiva della squadra di Mihajlovic, il quale, dopo il pareggio contro l’Empoli di domenica scorsa, colleziona l’ennesimo punto proprio contro la squadra di Massimo Oddo. Malgrado le due espulsioni, il Torino ha saputo affrontare i Delfini a testa alta, dimostrando un’ottima prova di carattere. La partita, proprio come dimostra il risultato finale, è stata molto combattuta, con ambedue le squadra che, sino al triplice fischio, hanno combattuto e lottato al fine di portare a casa i tre punti.

Dal punto di vista del possesso palla, il Pescara di Oddo ha completamente dominato la partita, con un netto 61% contro il restante 29% dei granata, dato soprattutto influenzato dalle due espulsioni. Il Torino però, ha l’opportunità di rifarsi sin da subito dal punto di vista delle parate effettuate, con un Joe Hart che conquista il suo secondo “clean sheet” stagionale e che ha sfoggiato ottime parate del tutto decisive: sono 4 quelle del portiere inglese, a dispetto dell’estremo difensore avversario che ne ha effettuato soltanto una. I Delfini, sfruttando al meglio la superiorità numerica, hanno tirato quasi il doppio del Torino, il quale ha messo a segno soltanto 7 tiri, mentre la squadra di Oddo ben 13, di cui 5 in porta. Uno dei fattori da aggiustare per gli abruzzesi è proprio la precisione, poiché, 8 dei tiri fatti sono stati mandati fuori dallo specchio avversario.

Poca la precisione anche dai calci da fermo, ma questo vale per entrambe le squadre: nel corso dei 90′ sono state calciate soltanto tre punizioni, di cui nessuna ha centrato la porta. La sfortuna è stata compagna di tutte e due le rose: durante la partita, infatti, sono stati colpiti ben due legni, uno per parte. Quello di Belotti, allo scadere, poteva valere i tre punti, ma il destino ha avuto la meglio e il Gallo è stato fermato proprio nel momento migliore, per lui e per la squadra. I Delfini, oltre al palo preso, hanno avuto molte occasioni da gol: ben 9, mentre i granata si sono fermati soltanto a 3, di cui molte pericolosissime. Molti anche i corner, 9 vs 4 per i padroni di casa, complice di ciò i tanti tiri eseguiti.

Quella dell’Adriatico è stata anche una partita molto cattiva, con ben 2 espulsioni – per il Torino – e 5 ammonizioni: 3 per il Pescara e 2 per i granata. I falli subiti dagli abruzzesi sono stati ben 12, mentre quelli dalla squadra di Mihajlovic 13, uno in più, dati che dimostrano proprio l’andamento psicologico della partita, il quale, sin dai primi minuti, si è mostrato molto nervoso. Tante anche le palle perse per ambedue le squadre: 48 per il Pescara e 40 per il Torino, mentre per quelle recuperate è in netto vantaggio il Toro.

Gli attacchi granata, per lo più, sono provenuti dalla parte centrale del campo – 7 – mentre per ben 6 volte sono stati fatti da destra e altrettante 5 volte dalla parte sinistra. Prima Boyé e poi Belotti, entrambi gli attaccanti hanno cercato, seppur invano, di ferire mortalmente la difesa abruzzese, ma i Delfini hanno resistito, giocando una partita alla pari degli avversari.

PESCARA TORINO
POSSESSO PALLA 61% 39%
PARATE 1 4
TIRI TOTALI 13 7
TIRI FUORI 8 5
PALLE RECUPERATE 22 27
PALLE PERSE 48 40
ATTACCHI DA CENTRO 16 7
ATTACCHI DA DESTRA 7 6
ATTACCHI DA SINISTRA 8 5
0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy