Petrachi sulle seconde squadre: “Ne parleremo, ma non risolvono i problemi del calcio”

Petrachi sulle seconde squadre: “Ne parleremo, ma non risolvono i problemi del calcio”

Il ds granata parla così a Torino Channel

di Redazione Toro News

Il ds granata Gianluca Petrachi ha parlato ai microfoni di Torino Channel, parlando anche delle seconde squadre: “La squadra non può essere cambiata nell’arco di un mese, un mese e mezzo. Ci devono essere le condizioni per creare qualcosa di nuovo. Io sono favorevole ad una nuova squadra ma bisogna mettersi ad un tavolo rotondo e parlarne. I problemi del calcio non si risolvono con le seconde squadre, ci sono tante cose su cui discutere”.

Petrachi continua parlando di settore giovanile e obiettivi di prima squadra: “Io parto dal presupposto che quello che ha fatto l’Atalanta stia funzionando. C’è un allenatore capace come Gasperini, una società forte ed un presidente che sta dando anima e corpo alla squadra. Se noi ci guardiamo indietro e dovessi trovare una squadra che ha fatto meglio di noi, quella è l’Atalanta. Non dimentichiamoci che il Toro è una squadra che è cresciuta davvero tanto negli ultimi anni, facendo delle plusvalenze che ci stanno permettendo di migliorarci. L’obiettivo è l’Europa ma più se ne parla peggio è, bisogna lavorare per cercare di raggiungere l’obiettivo e ripartendo da mister Mazzarri”.

4 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. user-13657892 - 6 mesi fa

    Che ci stanno permettendo di migliorarci?…10′ posto . Io vedo grandi miglioramenti solo nel settore giovanile grazie a Bava. Per la prima squadra dobbiamo ancora attrezzarci

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. peter1 - 6 mesi fa

    Intanto il campionato primavera come è stato architettato in questa stagione con promozioni e retrocessioni è già un bel passo in avanti per far crescere ulteriormente i giovani virgulti granata e non. Il rischio della presenza di una seconda squadra in un campionato agonisticamente impegnativo come la B e con valori tecnici sicuramente molto più alti di quello della Primavera e della stessa Lega Pro è che si assistano a goleade modello calcio a cinque. E poi le cosiddette seconde squadre sarebbero in grado di giocare due campionati, a meno che non si pensi di rinforzarle con elementi della prima squadra, la qual cosa non varrebbe però gli intenti di valorizzazione dei settori giovanili, anche se garantirebbe un minimo di competitività nei campionati professionistici.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. user-13685686 - 6 mesi fa

    Pensa alla prima squadra coglione

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. user-13746076 - 6 mesi fa

    Ecco, stai zitto tu per primo allora.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy