Pisano, ritrovata sicurezza

Pisano, ritrovata sicurezza

di Edoardo Blandino

Nella selva di giocatori che hanno disputato una splendida partita sabato pomeriggio contro il Palermo c’è anche Marco Pisano. Il giocatore romano si è preso quella rivincita che aspettava ansiosamente dopo aver lasciato il capoluogo siciliano non senza polemiche. Mister De Biasi gli ha chiesto di giocare in una posizione insolita, da centrale di difesa, vista la…

Commenta per primo!

di Edoardo Blandino

Nella selva di giocatori che hanno disputato una splendida partita sabato pomeriggio contro il Palermo c’è anche Marco Pisano. Il giocatore romano si è preso quella rivincita che aspettava ansiosamente dopo aver lasciato il capoluogo siciliano non senza polemiche. Mister De Biasi gli ha chiesto di giocare in una posizione insolita, da centrale di difesa, vista la contemporanea assenza di Pratali e Natali e lui ha risposto con una prestazione esemplare: sicuro negli interventi, preciso nelle chiusure  ed attento a rimediare alle sbavature del compagno di reparto. In settimana aveva dichiarato di non avere problemi a giocare in quel ruolo, avendo già disputato altre partite in carriera come marcatore. Ed il granata ha avuto ragione.

Non sembrava un ragazzino alle prime armi smanioso di fare bene, ma troppo impaziente ed inesperto per avere successo. Non è sembrato neppure doversi grattare via la ruggine accumulata in queste stagioni giocate in un’altra posizione. Perché quello del difensore centrale non è un ruolo semplice, occorre grandissima concentrazione dal primo all’ultimo secondo: se una punta sbaglia un gol si pareggia, se un difensore centrale buca un intervento si perde. Con grande umiltà e concentrazione si è calato rapidamente nella parte, dimostrando una personalità che si vede raramente quando gioca terzino e chiarendo una volta per tutte che lui è un giocatore molto importante per questa squadra.

In qualche modo sta ripetendo la parabola vissuta la scorsa stagione da Lanna, che era partito male come terzino, suo ruolo naturale, per poi migliorare sensibilmente le prestazioni una volta spostato centrale. In ogni caso non è ipotizzabile un proseguo di stagione in quella posizione per Pisano, perché in rosa ci sono tre marcatori più che affidabili ed il suo futuro è quello di tornare a giocare nella sua posizione naturale di esterno sinistro di difesa. Però, in questo modo, ha fatto sapere all’ambiente granata di essere pronto a mettersi a disposizione di mister e compagni per il bene della squadra. Ha dimostrato un atteggiamento corretto e maturo e da cui alcuni colleghi di spogliatoio dovrebbero spunto.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy