Podolski e Shaqiri, la lezione dell’Inter al Toro: a gennaio si può svoltare

Podolski e Shaqiri, la lezione dell’Inter al Toro: a gennaio si può svoltare

Verso Inter – Torino / Ottimo l’impatto dei due nuovi acquisti con la maglia nerazzurra

Commenta per primo!

Spesso si sente dire che il mercato di gennaio serve a poco o nulla, che è difficilissimo per un giocatore, specialmente se proveniente dall’estero, inserirsi nel nostro campionato in corsa e che, comunque, le squadre si fanno in estate.

Si tratta di considerazioni senza dubbio sensate e basate su diverse esperienze passate ma, a volte, questa regola viene smentita.
Capita quando si ingaggiano giocatori veramente di qualità, come accaduto l’anno scorso alla Roma con Nainggolan o come accaduto quest’anno all’Inter con Podolski e Shaqiri, due autentici pezzi da novanta che sembrano essere in grado di dare una svolta alla fin qui tentennante stagione nerazzurra.
Il tedesco ex Arsenal ha infatti da subito avuto un buon impatto con il nostro campionato, giocando un buon esordio contro la Juve (suo lo splendido pallone poi non sfruttato da Icardi nel finale) e dimostrandosi grintoso e volitivo, come ieri sera, quando ha offerto a Shaqiri, in Coppa Italia contro la Sampdoria, un assist sontuoso per il vantaggio nerazzurro.
Già, proprio Shaqiri. Il giovane svizzero ex Bayern Monaco è un talento purissimo, uno che segna e fa segnare, e il gol di ieri è un ottimo biglietto da visita.
I due, uniti a Kovacic, sempre in attesa di esplodere definitivamente, e a Icardi, con un panchinaro di lusso come Palacio, possono essere davvero un grattacapo per ogni avversario, a cominciare dal Toro, che li affronterà a San Siro domenica pomeriggio alle 15.
E proprio il Toro dovrebbe imparare da questa lezione: con i colpi giusti, a gennaio si può svoltare.
Certo, le disponibilità economiche di granata e nerazzurri sono diverse, ma operando con intelligenza anche il Torino può portare a casa qualcosa di buono da questo mercato invernale.
Maxi Lopez ha iniziato bene, ma da solo ancora non basta…

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy