Polonia-Italia, gli azzurri si giocano la retrocessione: Sirigu verso la panchina

Polonia-Italia, gli azzurri si giocano la retrocessione: Sirigu verso la panchina

Granata in Nazionale / Questa sera gli azzurri sono chiamati a ritornare a vincere, per conquistare i primi tre punti nella competizione

di Marco De Rito, @marcoderito
Sirigu

Dopo il deludente pareggio in amichevole contro l’Ucraina, l’Italia s’appresta a giocare contro la Polonia – calcio d’inizio 20.45 a Chorzów allo stadio Stadion Śląski. Solo un giocatore del Torino presente tra i convocati di mister Roberto Mancini.  Si tratta del portiere Salvatore Sirigu, Simone Zaza ha dovuto rientrare anzitempo nel capoluogo piemontese a causa di un infortunio al polpaccio, mentre Andrea Belotti – a sorpresa – non è stato neanche convocato, come il suo compagno di reparto Mario Balotelli. Il commissario tecnico ha giustificato l’assenza con la seguente motivazione: “Si tratta di una scelta tecnica, non era in forma. Quando si riprenderà, le porte saranno aperte per lui”. 

Il portiere originario di Nuoro – che nelle ultime 5 gare di campionato ha saputo mantenere ben due clean-sheet – ha ritrovato la maglia azzurra grazie alle sue ottime prestazioni all’ombra della Mole dopo essere rimasto fuori dal giro per circa due anni viste le difficoltà incontrate nelle società dove militava. Sirigu, che vive una momento di grande forma, comunque rischia di restare fuori anche contro la Polonia. Mancini sembra puntar tutto – anche in vista dell’Europeo – su Donnarumma, che è più giovane del granata e, nelle idea del commissario tecnico, rappresenta il futuro della nazionale. Sirigu s’appresta a collezionare la seconda panchina in pochi giorni: dopo l’amichevole contro l’Ucraina anche contro la Polonia il titolare – salvo sorprese – sarà l’estremo difensore rossonero.

I malumori per un’Italia che non vince si cominciano a far sentire e le pressioni sugli azzurri aumentano. Dopo la partita amichevole pareggiata, contro la Polonia ci saranno i tre punti in palio, motivazione in più per fare bene per Chiellini e compagnia. La gara di questa sera sarà valida per la terza giornata del Gruppo 3 Lega A della UEFA Nations League. La Nazionale, che ha già disputato 2 partite, è stata in grado di guadagnare un solo punto – proprio contro la Polonia – mentre gli altri avversari del girone, Portogallo e Polonia, entrambi con due partite disputate, sono a quota rispettivamente sei ed un punto. Il match di oggi dunque sarà decisivo per la permanenza dell’Italia nella prima fascia della Nations League: considerando il pareggio dell’andata a Bologna, in caso di vittoria Mancini si “salverebbe”, in caso di sconfitta retrocederebbe nella seconda fascia, qualora invece il risultato finale fosse un pari il discorso verrebbe rimandato alla quarta ed ultima giornata che vedrà di fronte Italia e Portogallo a San Siro.

7 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. user-13972345 - 2 mesi fa

    forza glik

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. user-14010151 - 2 mesi fa

    Io proverei Sirigu ma anche giocatori come Zappacosta e Giovinco

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. robert - 2 mesi fa

    Questa Nazionale di Mancini senza un centravanti dove vuole andare?.Scusate mi correggo, un centravanti alto,potente e veloce l’ho abbiamo:Insigne.Se poi penso che gli fanno anche i cross per colpire di testa la palla mi butto in terra dal ridere !!!Mancini secondo me è uno dei tanti allenatori sopravalutati ma che in realtà non ci capisce una mazza.Ha preso la Nazionale come Sventura solo per mettersi in saccoccia un bel gruzzoletto….. e vai !!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. user-13974210 - 2 mesi fa

    La peggior nazionale che io abbia mai visto….frutto dello schifo di campionato pieno di stranieri e procuratori squalo .

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. user-13652409 - 2 mesi fa

    IL Portogallo deve essere veramente forte; 6 punti in una partita.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ACT1906 - 2 mesi fa

      Hahahhahaha, infatti per loro la vittoria vale 6, De Rito, è domenica, ma piano con il vino
      FORZA TORO!!!!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. GlennGould - 2 mesi fa

    I risultati danno ragione al mister. L’Italia prende gol da chiunque,non segna praticamente mai, attualmente nel ranking occupa la posizione più bassa mai occupata nella storia. È ad un passo dalla retrocessione e Mancini ha un sacco di sciarpe nuove appena stirate. L’abbinamento con i cappotti per dare una personale line al look autunno inverno lo distrae dai pensieri da ct, quindi, per tutte queste ragioni, Mancini è incolpevole.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy