Polonia-Senegal: Niang sbarca al Mondiale, è la sua occasione

Polonia-Senegal: Niang sbarca al Mondiale, è la sua occasione

Nazionali / Il percorso a Russia 2018 comincia oggi nel Girone H: l’attaccante del Torino, che non dovrebbe partire titolare, può subentrare a partita in corso

di Federico Bosio, @fedebosio19

I riflettori puntati su Russia 2018 hanno ormai immerso l’attenzione globale sulle partite che le trentadue selezioni stanno disputando al Mondiale, con la prima giornata che sta per volgere al termine: mancano infatti solamente i primi due match del Gruppo H, che si disputeranno quest’oggi, per concludere il primo dei tre turni di tutti i gironi. E proprio in questa occasione, gli occhi del Torino non possono che tornare a puntare verso Est, per monitorare le prestazioni di uno dei quattro giocatori convocati dalle rispettive Nazionali per competere su questo palcoscenico unico: dopo Ansaldi, Obi e Ljajic – l’unico a scendere in campo, da titolare, è stato il serbo – arriva oggi il turno di Niang.

Niang, voto 4.5: l’investimento più caro è una grande delusione

Il Senegal scenderà in campo questo pomeriggio, contro l’avversario più temibile di quello che è probabilmente il Girone più aperto, imprevedibile e combattuto dell’intera competizione: alle 17 il fischietto decreterà l’inizio del match con la Polonia, tre ore dopo lo scontro tra Giappone e Colombia. Una prima giornata tutta da gustare e che potrebbe già indirizzare le sorti delle quattro protagoniste. Dopo una prima stagione in granata nel complesso negativa, vissuta tra troppi bassi e ben pochi squilli, M’Baye Niang è comunque stato convocato dal CT Cissé per fare parte del roster di giocatori a disposizione, ed è logico che l’attaccante punti a questa vetrina per riscattarsi e dimostrare il proprio valore. Ci spera, ovviamente, anche il Torino, che spera di poter prima o poi recuperare i quindici milioni spesi per rilevare il cartellino dal Milan se i granata decideranno di fare a meno di Niang per la prossima stagione.

Per la sfida odierna, è ancora da vedere se la punta granata scenderà in campo dal primo minuto: ma il giocatore del Torino ha le sue chance, poichè il Senegal gioca con il 4-3-3 e lui può cimentarsi sia da esterno che da prima punta. il CT Aliou Cissè lo ha schierato titolare nell’ultima amichevole del pre-mondiale con la Corea del Sud. La duttilità del giocatore fortemente voluto da Mihajlovic – nuovo tecnico dello Sporting Lisbona – all’ombra della Mole, abbinata alle sue caratteristiche fisiche e tecniche che lo rendono particolarmente abile in contropiede, fanno di Niang una potenziale arma da sfruttare al momento giusto per il CT della Selezione africana. Il Senegal comincia il proprio percorso Mondiale, Niang punta una chance a partita in corso per risollevarsi con la maglia della Nazionale dopo un’annata travagliata.

2 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. granatadellabassa - 1 mese fa

    Per Niang buona la prima. Recupera lui la palla sul 1-0, fa il 2-0 e nel complesso gioca bene.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. PrivilegioGranata - 1 mese fa

    Una lustratina al Niang e poi ben esposto in vetrina per Gazprom o altre società russe dal danaro facile. E chissà che non ci facciamo un paio di centomila di plus…

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy