Sportitalia awards, premi in vista per tre granata: Bonifazi, Baselli e Zappacosta

Sportitalia awards, premi in vista per tre granata: Bonifazi, Baselli e Zappacosta

I tre giocatori del Torino riceveranno i rispettivi premi martedì prossimo, dopo le stagioni di gran livello disputate

Il difensore del Torino che quest’anno è stato in forza alla SPAL, Kevin Bonifazi, ha ricevuto molti riconoscimenti per le sue buone prestazioni, e il 4 luglio (tra tre giorni) riceverà il suo primo premio: infatti il ragazzo, a Carate Brianza (Monza), sarà premiato con lo Sportitalia Awards, come miglior difensore della Serie B.

Un riconoscimento importante per il giovane difensore del Toro, che ha dimostrato di avere ottimi colpi e soprattutto ampi margini di miglioramento. Nel corso dello stesso evento, saranno inoltre premiati altri due giocatori di proprietà granata: il primo è Davide Zappacosta, che riceverà il premio come miglior esterno della Serie A insieme ad Andrea Conti; il secondo Daniele Baselli, miglior giovane del massimo campionato insieme a Federico Chiesa.

6 commenti

6 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. policano1967 - 3 mesi fa

    i giovani son sempre un incognita.miglior difensore della serie cadetta e gia una buona cosa.nn so se vale la pena tenerlo o fargli fare le ossa in una squadra che lotti per la salvezza.cmq tutti ne parlano bene di questo ragazzo vuol dire che qualcosa ce.il calcio e cambiato e noi siamo ancora lontani da sfornare i lentini i dino baggio i fuser e chi piu ne ha piu ne metta.ho sentito tanti nomi in questi anni di possibili ottimi giocatori ma ad oggi resta il solo barreca degli altri solo campionati minori.coi giovani ci andrei piano.se son bravi di sicuro verranno fuori ma ad oggi e tutto da dimostare.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. FVCG'59 - 3 mesi fa

    È sempre bello ed un segno di speranza e riconoscimento per chi lavora, in silenzio, nel settore giovanile vedere un giovane della tua cantera crescere e ricevere riconoscimenti come successo con Bonifazi: spero si continui su questa strada, per avere tanti Kevin che sempre più esordiranno con la maglia granata!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. abatta68 - 3 mesi fa

    Io spero tanto che sto ragazzo venga fuori, come ha fatto Barreca la scorsa stagione, e che lo si sappia gestire altrettanto bene, senza caricarlo di eccessive responsabilità e facendolo giocare il giusto. Se ha testa, il tempo per migliorarsi ce l’ha, anche perchè non è necessario per forza spenderlo per marcare Higuain o Dzeko. Anche noi tifosi dobbiamo un pò smetterla con la retorica DEL VIVAIO GRANATA… è già passato qualche anno da quando abbiamo vinto il campionato, ma neanche da quella squadra, ad oggi, è ancora uscito qualcosa di veramente valido da lanciare subito. Gigi Lentini ha esordito in prima squadra a 17 anni ed è diventato LENTINI nel giro di 2 anni. Se Parigini quest’anno non fà il salto di qualità vuol dire che il suo livello è quello e se il Toro ambisce a una squadra da prime 6-7 non può considerarlo come un valore aggiunto… e allora lo vendi, come tanti giovani che sono passati nel nostro vivaio e che poi hanno continuato la loro carriera in serie b o C…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. WGranata76 - 3 mesi fa

      Assolutamente d’accordo. Se tutti i giovani fossero forti non ci sarebbero più campionati minori.
      Sono pochi quelli che davvero meritano,perché anche di fronte al talento ci vuole grinta, professionalità e determinazione per diventare grande e meritare a A. Poi certo ci sono casi fortuiti di gente sopravvalutata che arriva in massima serie,ma poi dimostra tutti i suoi limiti ben presto.
      I giovani vanno gestiti bene con una stagione di acclimatazione alla massima serie,con diverse apparizioni da pochi minuti e alcune chances più sostanziose,ma se sono buoni poi vanno subito inseriti come titolari. Gli altri faranno oneste carriere in altri campionati,inutile prestare la gente per 3-4 anni poi,se dopo il primo anno npn ti sei messo in gioco al massimo delle tue possibilità dimostrando di meritare il rientro,non potrai mai essere più che un buon rincalzo. Ad es. Aramu e Parigini hanno dimostrato di poter essere solo buone riserve se si hanno ambizioni europee. Stessa cosa per Gomis,Diop,Rosso,Morra e vari altri,ho solo ancora una speranza per Edera,Zaccagno e De Luca.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. osvaldo - 3 mesi fa

    Vai Kevin,
    fai vedere cosa significa UN VERO CUORE TORO ai vari Carlao – Ajeti – Gaston Silva – ROSSETTINI e, a quelli che li hanno acquistati!
    In bocca al lupo ragazzo!
    Sempre TORO!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. BogaBoga - 3 mesi fa

      Cuore Toro? Ma di che parli? È nato in Lazio, ha giocato a Siena, con noi ha fatto solo una stagione in under 19 poi Benevento, Caserta e Ferrara. Non mettiamo su questo ragazzo responsabilità che ad oggi non ha. Per ora mi basta che sia un ottimo professionista, per il Cuore Toro c’è tempo. Mi auguro che stia con noi a lungo….

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy