Primavera, Genoa-Torino 1-1: a Rauti replica Zanoli, granata fermati in Liguria

Primavera, Genoa-Torino 1-1: a Rauti replica Zanoli, granata fermati in Liguria

Giovanili / Nel finale traversa di Damascan, ma il pareggio è giusto

di Marco De Rito, @marcoderito

Termina con un pareggio la gara tra Torino e Genoa, partita molto combattuta e giocata a ritmi alti, che i granata hanno anche rischiato di perdere, ma tutto sommato il pareggio è stato il risultato più giusto. Giornata nuvolosa in quel di Genova, dove il Toro ha dato battaglia al Grifone per mantenere la vetta della classifica. In terra ligure i granata non hanno avuto vita facile, senza il capocannoniere Vincenzo Millico arruolato in prima squadra da Walter Mazzarri. Coppitelli così fa esordire subito Belkheir, a completare il trio offensivo Rauti e Petrungaro. In mediana il tecnico opta per Isacco, Onisa e Murati: panchina per Adopo e De Angelis. Nessuna novità invece davanti a Gemello, Coppitelli schiera Ferigra e Sportelli, mentre Gilli e Ambrogio agiscono sulle fasce.

PRIMO TEMPO – Al 6′ primo pericolo subito dai granata: Gemello si distende bene su un tiro deviato da Cleonise. Nonostante i pericoli creati da Cleonise, il Toro tiene bene il campo mentre i rossoblù tentano di pungere con le ripartenze. Al 22′ arriva il vantaggio granata, che porta la firma di Rauti: sugli sviluppi di un corner, riesce a sfruttare una palla vagante e, con un tiro molto preciso, riesce a trafiggere Russo. La gioia granata dura 3′: tiro dalla bandierina per i rossoblù, male la difesa del Torino che lascia passare la sfera, ne approfitta Zanoli che riporta il Genoa in parità. A due minuti dalla fine del primo tempo Gemello si supera prima sulla conclusione di Schafer da fuori e poi su Bianchi da terra a distanza ravvicinata. Le squadre rientrano negli spogliatoi sul risultato di parità: è una partita molto combattuta, che si gioca a ritmi intensi.

SECONDO TEMPO – Gli ospiti entrano in campo propositivi, ma poco concreti. Il neoacquisto Belkheir viene innescato in più occasioni ma non riesce ad andare in gol. Coppitelli allora prova a cambiare le carte in tavola: fuori Murati e Isacco, dentro Adopo e Kone. Il Genoa va vicino al gol a 54′: la conclusione di Zvekanov sfiora il palo. Dopo l’ammonizione di Zanoli per un brutto fallo di Rauti, Coppitelli fa entrare Damascan ed esce Belkheir. I rossoblù vogliono la vittoria e sfiorano il gol al 66′ con Cleonise, ma la palla si spegne sul fondo. Ancora Genoa al 73′: Karic prova il tiro da fuori, ma trova la traversa. Al 74′ Coppitelli mette in campo De Angelis e fa uscire Petrungaro. L’arbitro assegna tre minuti di recupero, e, proprio in extremis, i granata vanno vicini alla vittoria con una traversa di Damascan. La partita termina con un pareggio giusto. Partita molto complicata, il Toro ha sofferto della mancanza di fantasia di Millico e, contro un Genoa robusto che aveva vinto in casa dell’Atalanta la giornata precedente, non è riuscito ad andare oltre al pareggio. Qui la classifica aggiornata del campionato Primavera. 

 

12 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. prawn - 3 mesi fa

    Coperta corta vuole anche dire sacrificare i migliori della primavera per la prima squadra…
    Mi sa che faremo poco quest’anno

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. SSFT - 3 mesi fa

      Adopo, kone, de angelis e enrici non se li era presi nessuno, il mister ha deciso di fare turn over e la scelta non ha pagato, punto.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. tafazzi - 3 mesi fa

    A Millico servirà più allenarsi in prima squadra, dove potrà confrontarsi con i “grandi”, che proseguire con la primavera dove ha già dimostrato di essere di una categoria superiore.
    Inoltre permetterà a WM e in generale alla società di capire se può essere già pronto per una prima squadra con ambizioni o se darlo in prestito.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. user-13973712 - 3 mesi fa

    dobbiamo sempre pensare che questi ragazzi non sono dei robot e qualche partita meno performante ci può anche stare. Credo che Millico possa andare in prima squadra solo se ha probabilità di giocare altrimenti è meglio che rimanga in primavera e si cerchi di vincere qualcosa (coppa Italia supercoppa Viareggio e campionato)

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. SSFT - 3 mesi fa

    Si può dire che la formazione titolare oggi non comprendeva, oltre a millico, altri 4 titolari come adopo, kone, de angelis ed enrici o é reato non dare tutte le colpe a mazzarri?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Filadelfia - 3 mesi fa

    E l’Atalanta sbanca Palermo nel recupero 2-4. Prima in classifica in solitaria.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Granata - 3 mesi fa

    Ho letto dei commenti a dir poco allucinanti. Nessuno, ripeto nessuno che ricorda che questo Genoa, a Bergamo la settimana scorsa ne ha ficcato 4 alla tanto magnificata Atalanta. Vuol dire che non sono una ciabatta. Il Toro, è vero poteva fare qualcosa in più ma non è stato sovrastato dal Genoa. Anzi, spesso ha condotto il gioco senza aver la migliore formazione. Finisco col dire che il campo stretto rispetto al Fila , ha favorito il Genoa nel fraseggio.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. ddavide69 - 3 mesi fa

    Quesa la differenza tra avere un fuori categoria con i piedi buoni e non averlo. Vale anche per la prima squadra.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Filadelfia - 3 mesi fa

    C’è la Roma che non si ferma più e si avvicina alla vetta. È una corazzata.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Granata - 3 mesi fa

      La Roma, oggi, ci ha messo 10 minuti a prender le misure ad un Milan inesistente.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. Ardi - 3 mesi fa

    La primavera si gioca e il primo posto e mazzarri gli toglie millito. Fosse per farlo giocare almeno mezz’ora con un progetto per portarlo costantemente in prima squadra a giocare bene, ma se è solo per farlo stare in panca mazzarri sarebbe riuscito solo a far danno pure nella primavera che manco allena

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. prawn - 3 mesi fa

      La seconda che hai detto

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy