Qualità e quantità: il Toro si gode Meité, pilastro del centrocampo granata

Qualità e quantità: il Toro si gode Meité, pilastro del centrocampo granata

Focus on / Ancora una grande prova del centrocampista francese, autore di un super gol che ha riportato in parità l’incontro

di Alberto Giulini, @albigiulini

Seconda trasferta di campionato, secondo gol di Meité e secondo pareggio esterno. Sta diventando uno specialista il centrocampista francese, che ancora una volta ha messo a segno la rete decisiva per portare a casa un punto.

COME UN VETERANO – È stato un grandissimo gol quello di Meité che, una volta controllato il pallone spalle alla porta, si è girato e dal limite dell’area ha fatto partire un gran sinistro che si è andato ad infilare sotto l’incrocio dei pali. Oltre alla bellissima rete, da sottolineare ancora un’ottima prestazione del centrocampista francese, che è stato vero e proprio padrone del centrocampo. Qualità, quantità ed esperienza, nonostante la giovane età: Mazzarri può contare su un grandissimo talento, che alla sua quarta presenza in Serie A gioca come se fosse un veterano.

Le pagelle di Udinese-Torino 1-1, Meitè chapeau. Soriano e Baselli: serve di più

STRAPOTERE FISICO – Tanti i palloni toccati dal centrocampista, soltanto uno di questi è stato perso, portando però al vantaggio dell’Udinese. Un’azione viziata però da un fallo su Meité stesso, sbilanciato in maniera irregolare da Fofana. Quel che ha particolarmente colpito del giocatore è lo strapotere fisico che gli permette di strappare palloni agli avversari e grazie al quale difende palla in maniera eccezionale. Da non dimenticare la facilità con cui riesce a calciare con entrambi i piedi: una grandissima dote, che fa di Meité un prospetto davvero interessante. Le premesse sono più che buone, il Toro si gode un giocatore che si sta rivelando sempre più fondamentale.

6 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. user-14003131 - 2 mesi fa

    Grande acquisto.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Vanni - 2 mesi fa

    Non lo credevo, è un buon giocatore. Ha bisogno di Rincon a lato però, non quei due morti di Baselli e Soriano.
    Non capisco perché uno lo han tenuto e preso l’altro e via l’unico che serviva in mrzzo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. user-13940067 - 2 mesi fa

    C’è qualche gufo che rimpiange ancora Barreca? Si faccia avanti prego

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. PrivilegioGranata - 2 mesi fa

    Com’è che l’aveva definito Chiarizia?
    “Meité è giunto dal Monaco, ma non è quel giocatore in grado di far fare il salto di qualità alla mediana granata”.

    Che dire, parole di fine intenditore di calcio.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. SiculoGranataSempre - 2 mesi fa

    Speriamo di tenerli a lungo. E se continua così a gennaio rinnovo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. LeoJunior - 2 mesi fa

    ero allo stadio e l’ho visto dal vivo. Straripante. Sembra abbia calamite al posto dei piedi. E qualche genio non dica che è lento, perchè fosse anche veloce sarebbe al Real!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy