Rampanti: “A fine girone di andata servirà realismo. E sulle telecamere Sky…”

Rampanti: “A fine girone di andata servirà realismo. E sulle telecamere Sky…”

Parola al Mister / Torna l’appuntamento con Serino Rampanti post Sassuolo-Torino: “Non era facile vincere su quel campo”

di Gianluca Sartori, @gianluca_sarto

Torna l’appuntamento con Serino Rampanti: in “Parola al Mister” affrontiamo insieme all’ex allenatore del Torino i temi più importanti del momento granata, tra l’ultima partita in casa del Sassuolo e la prossima con l’Empoli. Come sempre, una chiacchierata colma di spunti interessanti.

Serino, cosa è mancato al Toro per vincere contro il Sassuolo?

Innanzitutto credo che non fosse così facile vincere a Reggio Emilia. In molti davano per scontata una vittoria, ma non è un caso se il Sassuolo è davanti in classifica. Hanno un’ottima organizzazione di gioco perchè sanno capovolgere il gioco con facilità, e vantano ottimi calciatori. E come sono bravi con la tattica del fuorigioco; si sono salvati dal secondo gol proprio in questa maniera. Il Sassuolo merita considerazione, non è che il Torino vada criticato a priori perchè non ha vinto”.

Però… 

“Però i tre punti erano comunque fattibili e non si sono portati a casa per alcune ingenuità di troppo, sia in fase difensiva, sia in fase offensiva. Mi viene in mente soprattutto il primo tempo; in diverse occasioni il Torino avrebbe dovuto e potuto essere più preciso negli ultimi venti metri, con Zaza che non si è fatto trovare pronto su un paio di suggerimenti di Ansaldi e Belotti. Serve saper leggere l’azione prima del difensore”. 

Ma in molti hanno visto progressi da parte di Zaza, specie nell’intesa con Belotti. 

“Anche io, ma restano perplessità. Li definirei “minimi segnali di intesa”. In generale, se io devo scegliere due cani da guardia da mettere in giardino, ne scelgo uno grosso che morde e uno piccolo e sveglio che dia l’allarme in caso di bisogno. E’ una metafora per dire che due giocatori per andare bene insieme dovrebbero avere caratteristiche diverse e complementari. Zaza e Belotti a me paiono ancora troppo simili. Sicuramente ci sono progressi. Ma molto resta da fare”. 

Non credi sia arrivato il momento di puntare con decisione sul tridente Falque-Zaza-Belotti?

“Può darsi, ma se si osa bisogna sempre farlo con raziocinio. Con altre gestioni tecniche si era visto cosa succede inserendo un attaccante in più tanto per farlo: si manda la squadra allo sbaraglio. Mazzarri è un allenatore che dà la precedenza all’equilibrio”. 

Però la squadra così come è segna troppo poco: quattro gol nelle ultime sei partite, di cui uno su rigore. 

“Sì, ma le occasioni da gol mi sembra siano state create, nelle ultime partite. Secondo me per ora è soprattutto questione di ingenuità e poca decisione, poca furbizia, negli ultimi venti metri. Manca poi a centrocampo qualcuno che sappia verticalizzare con velocità ed efficacia, come già avevo avuto modo di dire. Mazzarri ha detto che la squadra a Reggio Emilia non gli è piaciuta: a tal proposito mi pare evidente che a fine girone di andata servirà fare un bilancio constatando la situazione con oggettivo realismo. In generale, comunque, anche con questa squadra e con questo 3-5-2, senza tutti questi errori arbitrali, il Torino avrebbe potuto avere diversi punti in più”.

Già, gli errori arbitrali. Ancora una volta un episodio dubbio ai danni del Toro, ignorato dal Var. 

“Il fatto che si permettano di non andare a rivedere un’azione come quella del rigore su Zaza mi pare inaccettabile. Il Toro in questo momento si trova ad essere tutelato molto meno di altri club. Relativamente a questo mi sento di sollevare un altro tema”. 

Prego, Serino. 

“Sky ha fatto rivedere l’azione del rigore dubbio su Zaza troppo poco e solo da una angolatura. In altre partite, quelle dove sono protagoniste le cosiddette big, ti propongono decine di replay degli episodi dubbi, con le riprese che scandagliano l’azione di gioco da tutte le angolature possibili. Mi pare sorprendente che ci siano due pesi e due misure tra le società anche riguardo al numero di telecamere da posizionare sui campi. In sede di trattative sui diritti tv le società, Toro compreso, dovrebbero rivendicare pari diritti e pari dignità”.

Infine, due notazioni sui singoli: Ichazo e Meité.

“Erano osservati speciali, direi che Ichazo ha fatto due buone parate, sebbene non mi abbia convinto del tutto sul gol del pari. Forse non era piazzato benissimo, ma resta una partita soddisfacente. Invece, Meité sta avendo un calo abbastanza evidente; non è ancora un campione, perchè i campioni sanno farsi trovare sempre ad alti livelli con continuità, sia dal punto di vista fisico che da quello mentale. Lui deve ancora farne, di strada; ma in generale resta uno dei meno criticabili, il suo apporto globalmente è positivo”. 

 

38 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Kieft - 4 mesi fa

    Ha appena detto che belotti e Zaza hanno stesse caratteristiche e gli chiedi se è venuto il momento del tridente con zaza e belotti?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Simone - 4 mesi fa

    Ricordo a Serino che le telecamere per il var sono della lega e nn di sky che, eventualmente, le aggiunge a quelle in loro dotazione

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. rogozin - 4 mesi fa

      Lui parla del numero di telecamere che Sky utilizza durante le varie partite e della disparità di esso ( il numero di telecamere ) tra partite di “cartello” e le altre. Alle volte basta leggere.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. dattero - 4 mesi fa

    si, zanabon,ho letto il suo post,sia piu’ umile e non giudichi l’intelligenza alrtui con superficiale saccenza,la prego.
    Stando al tema,son stufo di sentire rampanti sempre attaccare il serbo.
    Hai qualcosa da dirgli?diglielo in faccia,ma basta,altrimenti,diventi stucchevole.
    Poi difendi uno che svalorizza belotti,ha il tredicesimo attacco,stessi punti del serbo,scarso,per la carita’,ma che in difesa aveva carlao rossettini e molinaro.
    Questo ha piu’ qualita,ma stessi risultati e non diamo per scontato che,con arbitraggi obbiettivi,sarebbero arrivate altrettante vittorie,questo è un discorso demagocico.
    Il campo dice che giochi male e segni poco,e becchi pure gol sciocchi,questo dice il campo,non le piagnucolate

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. robertozanabon_821 - 4 mesi fa

    Gentile Serino grazie. Una voce matura e equilibrata fa sempre piacere sentirla in mezzo a questo continuo starnazzare di anatre da “stagno”. Il Torino, tra i normali problemi comuni a qualsiasi società sportiva, annovera una tifoseria immatura istigata dal delirio di onnipotenza instillato dai “social”. Linguaggio infantile e banale, culto esagerato dell’ego e continuo ricorso al turpiloquio come “evidenziatore” del nulla. Non siamo tutti così. Ma purtroppo siamo in pochi. Se allo Stadio fossimo sempre all’esaurito la Società penserebbe a costruirne un altro. Le campagne acquisti sarebbero sontuose e il Toro competerebbe per qualche titolo. Sogni. Ma qualcuno vorrebbe comunque Guardiola in panchina, Van Basten in campo e Sainz come presidente. Totale 100.000 spettatori e incassi stellari. Sede Madrid e lingua spagnola…con gli incassi dell’Empoli. Serino, siamo 2 dinosauri di un mondo estinto. Qualcuno auspica più cuore intorno al Toro. Io mi accontenterei di un pochino in più di intelligenza. Il cuore, in fondo, ce l’hanno tutti, ma il cervello…FVCG !!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. granata - 4 mesi fa

      Caro robertozanabon, forse prima di scrivere questo post avresti potuto leggere il mio commento o meglio il mio tentativo di analisi della situazione e della parole di Rampanti. Non mi pare di avere uato un linfuaggio infantile, nè il turpiloquio. Ho una certa esperienza professionale del mondo del pallone (sono quello che tu defibnisci un “dinosauro”) e credo nella forza del ragionamento per far riflettere mass media e dirigenza del Toro. Mi pare che su questo sito i maleducati e i frustrati di cui parli siano una minoranza. Non è che vuoi annoverarti fra di loro? Aggiungo una sola considerazione: il contributo della vendita di biglietti e abbonamenti e molto basso nel bilancio del Toro. L’ ultimo conosciuto, quello del 2017, faceva registrare introiti da abbonamenti e biglieti per circa 5 milioni di euro, rispetto a ricavi complessivi ben superiori ai 100 milioni di euro. Capirai che se anche lo stadio fosse pieno tutte le domeniche non si risolverebbero molti problemi. Bisognerebbe fare prima ingenti investimenti, poi ottenere ottimi risultati per avere molti più introiti: da diritti tv, da diritti di Coppe Europee, da sponsor e pubblicità. Cairo qualcosa quest’ anno ha fatto, ma i risultati (colpa dell’ allenatore? Colpa dei giocatori?) non vengono ancora.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Filadelfia - 4 mesi fa

    A parziale attenuante c’è da dire che il derby per la squadra qualitativamente più scarsa porta via molte più energie mentali e ricaricare le pile in una settimana non è scontato. Questo può aver influito su alcuni giocatori come Meitè, Aina, Rincon, Izzo e Baselli che hanno giocato sottotono.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. claudio sala 68 - 4 mesi fa

    Manca una pedina di qualità in mezzo al campo, doveva essere Soriano che invece ha deluso. Zaza è Belotti dovevano essere la coppia gol ed invece nulla di ciò, bene invece la fase difensiva. Riassumendo siamo più deboli in attacco rispetto all’anno scorso, occorre una svolta come schemi e come giocatori. Se WM non cambia secondo me può anche andare via, ovviamente se vogliamo seriamente puntare alla EL altrimenti ne riparleremo a Giugno come al solito

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Simone4Toro - 4 mesi fa

    il Gallo e Zaza sono 2 doppioni. con la differenza che il Gallo si sbatte dirci volte tanto!
    Zaza è stato un errore gigante in sede di mercato.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. GlennGould - 4 mesi fa

    Se la squadra avesse giocato con la stessa cattiveria con con cui ha giocato il Sassuolo, var o non var avrebbe vinto il toro. Punto.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. alexku65 - 4 mesi fa

    Siori e siore la voce istituzionale ha parlato anche sta volta con annessa femrecciatina al precedente. Da vomito..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. ddavide69 - 4 mesi fa

    E cosa aspetta Cairo a mettere alla berlina tutti questi pseudo arbitri sulla gazzetta? È il quotidiano con la maggior tiratura, basterebbe che dopo ciascuna partita si mettesse in PRIMA PAGINA la nefandezza subita (tanto ce ne è almeno una a partita), vedrete che dopo un mese gli smonterebbe il giocattolo. La domanda è : perché non lo fa??

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. fabio.tesei6_62 - 4 mesi fa

    Il Milan ci sta per soffiare Donadoni. Sbrigati presidente non aspettare la partita con l’Empoli, dagli il cesto di natale e lascialo libero di fare le feste in famiglia, come merita

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. granata - 4 mesi fa

    Essendomi occupato di calcio per decenni per motivi professionali, mi permetto di dissentire dalle considerazioni di Rampanti. Sgombro sdubito il campo dalle lamentele per gli errori arbitrtali e per l’ uso del Var (uso il maschile come suggerisce l’ Accademia della Crusca): errori ce ne sono stati, ma pensare che il Sassuolo sia squadra più “pesante” di noi e abbia avuto un trattamento di favore dal Var e da Sky mi sembra assai improbabile. Piuttosto non vorrei che le continue lamentele di Mazzarri, a volte a proposito e altre a sproposito (come in altro articolo ha fatto notare anche questo sito) abbiano creato un clima poco favorevole nei confronti del Torino da parte della componente arbitrale. Mi si dirà che è un cosa ingiusta, ma così va il mondo e un tecnico supernavigato dovrebbe saperlo. Lamentarsi va bene, esagerare no.
    E venianmo alle considerazioni tattico/tecniche.
    1)Mi pare evidente che il gioco del Toro sia poco fluido, spesso si salta il centrocampo con lanci lunghi a campanile difficilissimi da gestire e cross e calci d’ angolo (per non parlare delle rimesse laterali) vengono gestiti abbastanza male. Persino Mazzarri ha ammesso, a fine gara col Sassuolo, che la squadra non gli è piaciuta. Manca, e su questo concordo con Rampanti, un giocatore “che sappia verticalizzare con velocità ed efficacia”; c’ era, ma lo abbiamo lasciato andare via senza che il tecnico ne pretendesse un altro dalle caratteristiche simili.
    2) La coppia Zaza-Belotti ha dato segni di risveglio e di intesa, e su questo concordano TUTTI i commentatori sportivi. Mi pare che Rampanti, come tanti altri ex giocatori, si faccia condizionare da fattori psicologici (come l’ antipatia) nel giudicare Zaza. E’ calciatore di non facile gestione, ma lo erano anche Immobile e Cerci che Ventura seppe gestire al meglio (e che purtroppo Cairo vendette immediatamente), lo era Lentini (che infatti andato via dal Toro fece solo minchiate) ma Mondonico lo teneva per le briglie. Insomma da un tecnico superpagato e di esperienza ci si aspetterebbe qualcosa di più della normale amministrazione che garantirà al Toro una tranquilla salvezza.
    3) E veniamo al cosiddetto tridente, che poi tridente non è per niente. E’ innegabile che il Toro in versione mazzarriana faccia fatica a segnare ed è innegabile che per far posto a Zaza (su cui mi sentirei si insistere) non si possa tenere in panchina il miglior giocatore di questa squadra. Bisogna cambiare modulo, cosa che Mazzarri finora non ha testardamente voluto ed il risultato è stato di trovarsi a 23 punti, come Mihajlovic la scorsa stagione. Ma i moduli contano fino a un certo punto (come continua a dire un signor allenatore come Allegri e come dimostra Ancelotti col Napoli), quello che conta più di tutto è la qualità di chi va in campo. Non capisco perchè sia impensabile pensare a un Iago Falque esterno di fascia, con compiti di copertura a centrocampo (come del resto fa spesso) e di sostenere le due punte. Ho l’im pressione che prima o poi Mazzarri, spontaneamente o “spintaneamente” ci arriverà, ma intanto siamo già arrivati quasi alla fine del girone di andata. Buon Natale a tutti.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ddavide69 - 4 mesi fa

      Già concordo con tutto. Però Cairo con i media in suo possesso ha fatto ben poco per cambiare l andazzo. Se avessi una azienda di trasporti dove i concorrenti continuano a bucarmi le gomme dei Tir, dopo essere andato dai carabinieri installo le telecamere!!!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. prawn - 4 mesi fa

      Ottima analisi granata, concordo pienamente, i 21 non mi piace si meritano il toro mediocre del testardo allenatore.

      C’è tanta antipatia nei confronti di Zaza ma il gallo non si tocca, io trovo assurdo che si continui ad insistere, si potrebbe fare un tridente vero con Iago ben largo a destra, Zaza centrale, Berenguer o Parigini a sinistra e vedere se cambia qualcosa.

      Purtroppo, non credo che cambierà mai niente, credo che Soriano sarà mandato via a Gennaio, senza averci mai creduto fino in fondo e senza farlo giocare nella sua posizione più congeniale.
      La gestione della squadra è stata scandalosa, da quelli lasciati andare via (Milinkovic, Ljacic, ma anche Bonifazi) a quelli che non giocano mai (davvero Meite è meglio di Lukic?) a quelli fatti giocare fuori ruolo (praticamente tutto l’attacco).

      Non vedo come il testardo in panchina possa cambiare visto che rende più ‘suo’ il toro di partita in partita.

      Magari ad aprile quando per l’ennesima volta il nostro campionato sarà finito farà un paio di esperimenti.

      Pazzesco visto che il toro migliore di Mazzarri fu quello ibrido ereditato da Miha con Ljacic dietro il Gallo e Iago, bastava non cambiare niente la davanti. Se c’era un reparto da confermare l’anno scorso era l’attacco.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. prawn - 4 mesi fa

    Non sopporto più le lamentele arbitrali, siamo tredicesimi in classifica per i goal fatti, facciamo in media meno di un goal partita, con la partita con la Samp un’eccezione che conferma la regola, facciamo pena e al posto di giocare diversamente facciamo i piangina, questo non è il mio toro

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. granata - 4 mesi fa

      Hai centrato il problema

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. ddavide69 - 4 mesi fa

      Quindi il problema non era solo mihaijlovic

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Granat....iere di Sardegna - 4 mesi fa

        Sembrerebbe di no. Solo che per Rampanti è più difficile ammetterlo. Questo succede quando le valutazioni si fanno in base alle simpatie personali e non ai dati oggettivi. A me Miha stava più simpatico di Mazzarri ma ciò non toglie che come allenatore abbia fallito e ritengo che tatticamente Mazzarri sia molto più preparato. Tuttavia i punti sono gli stessi e dunque anche Mazzarri qualche pecca ce l’ha. Con la differenza che, sempre a mio parere, la squadra che ha Mazzarri è molto più completa ed equilibrata di quella che aveva Miha, anche per merito dello stesso Mazzarri che, in sede di mercato, ha dato indicazioni migliori. Rampanti invece non sopportava Miha, non tanto e non solo per una questione tattica quanto perché proprio non lo digeriva da un punto di vista personale per un presunto atteggiamento ruffianesco. E così siamo passati dal ruffiano al piagnone. L’unica cosa che, ahimè, non è cambiata, la cosa più importante, sono i punti in classifica.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. prawn - 4 mesi fa

        Miha l’ho odiato, WM (stranamente) non lo odio, sarà perché almeno vedo più preparazione tecnica e quest’anno abbiamo meno infortuni (di sempre? non ricordo un anno così, è passato troppo tempo), però, un po’ come la maggior parte degli allenatori lui ha le sue credenze e il suo modulo (che è poi un 532,poche balle), se ci fossero l’interpreti giusti andremmo anche bene, il modulo mi fa venire in mente Mondonico, ma manca un lentini sulla faccia.
        Io credo che la società puntando su Peres puntava proprio ad accontentarlo in quella direzione.
        Credo sia inutile anche solo sperare di avere un giocatore dal piede fino in mezzo, perché Mazzarri gioca sulle fasce, ma c’è solo Ansaldi buono, non basta e ne serve un altro che faccia la doppia fase e bene.
        Aina si è involuto e Lollo credo abbia problemi fisici, non me lo spiego, non è al meglio.
        Laxalt lo volevo fortemente, magari arriva a gennaio, ma ci spero poco.
        Berenguer è come Baselli, magari esplode ma poi non esplode mai… Troppo gracile anche lui.
        Parigini… Forse… Ma deve imparare a difendere.
        Insomma se si punta su un allenatore anche costoso bisogna anche supportarlo.
        Non vedo come Zaza e Soriano siano o possano essere utili al gioco di WM.
        Zaza è un’ottima alternativa al Gallo, che non mi dispiacerebbe vedere da sola ogni tanto.
        Iago snaturato in mezzo o seconda punta…
        Tutte queste forzature fin’ora sono state altamente controproducenti.
        Classifica corta e un po’ più di organizzazione dell’anno scorso, altrimenti urlerei anche io a farlo andar via.
        Secondo me va assecondato a Gennaio e in estate.
        Rimane l’amaro in bocca, quasi sicuramente non si portano a casa soddisfazioni quest’anno…
        Se va bene si fa partite un progetto…

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Granat....iere di Sardegna - 4 mesi fa

          Scusa Prawn, mi era parso di capire che Mazzarri è stato già assecondato in questa sessione di mercato. Anzi è stato lui stesso a dirci che non aveva senso comprare qualcuno a gennaio 2018 perché si riservava di valutare la rosa che aveva e di dare le opportune indicazioni alla società. Sia presidente che ds hanno asserito, non smentiti dal mister, che le sue richieste sono state tutte soddisfatte. Non vedo dunque cosa dovrebbe fare la società per assecondarlo. E’ stato già assecondato, ora deve metterci del suo altrimenti che facciamo? Altri sei mesi per valutare la rosa e dare indicazioni a luglio prossimo? Questa è la sua squadra, che lo voglia o no. E stavolta non si può neanche dire che il presidente abbia lasciato il portafoglio a casa. Ciò che poteva essere speso col nostro bilancio è stato speso.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. prawn - 4 mesi fa

            Non so magari WM pensava che questi andavano bene per il suo gioco, a me non pare proprio…
            Non sto dicendo che mi piace WM, anzi, ma che non credo che abbia un’amalgama giusto per fare il gioco con spinta sulle fasce, altrimenti vedremmo più crosses dai lati.

            Mi piace Non mi piace
        2. Carlin - 4 mesi fa

          Zaza lo abbiamo visto da solo in coppa ,un fenomeno !!!

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. Scott - 4 mesi fa

    Io penso e temo che la campagna contro il VAR sia solo per spostare l’attenzione dai reali problemi.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  15. michelebrillada@gmail.com - 4 mesi fa

    è giusto mquello che dice rampanti su sky io lo avevo gia detto anni fa basta disdire gli abbonamenti e cosi si risolve il problema tanto a sky del toro non frga un cazzo solo se calano gli abbonamenti cominceranno a chiedersi e a chiedere il perche quando le arriva la disdetta forse allora prenderanno in considerazione che anche il toro va trattato come merita

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  16. gian.ca_579 - 4 mesi fa

    L’anno scorso, dopo lo 0-0 di Reggio Emilia tutti a chiedere la testa di Miha, oggi Rampanti parla di realismo: che vuol dire? Per me realismo significa almeno 4 punti nelle ultime 2 e passaggio del turno con la Viola, altrimenti via Mazzarri e stop.
    Non dimentichiamo che all’inizio del girone di ritorno abbiamo subito Roma e Inter, quindi le prossime 4 partite e la Coppa Italia segneranno inevitabilmente la nostra stagione: trovarsi fuori dalla Coppa ed a 7-8 punti dall’EL con almeno altre 5 squadre davanti sarebbe l’ennesimo fallinento. L’atteggiamento arbitrale e l’uso pilotato della Var sono oggettivi ma non bastano a giustificare un’altra stagione che poteva essere ma non è aoddisfacente. Per di più, non vedo margini di miglioramento, ora che rientra Iago uscirà Zaza ma il gioco, che poi alla lunga porta i punti, quello non si vede proprio…e qui arbitri e Var non possono essere una giustificazione!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  17. Daniele abbiamo perso l'anima - 4 mesi fa

    Caro Rampanti,
    Sono nato 23 anni dopo la tragedia di Superga.
    5 anni più tardi della morte di Meroni.
    Ero in culla quando la Juve rubó lo scudetto al Toro di Giagnoni.
    Davanti alla tv quando perdemmo 3 finali di coppa Italia ai rigori ed ero allo stadio nella finale di Amsterdam persa senza perdere e nello spareggio contro il Perugia in 10 contro 11 fin dai primi minuti.
    Tutto questo non ha mai indebolito il mio amore per il Toro, al contrario lo ha rafforzato.
    Cosa invece lo indebolisce è vedere una società lontana dal l’essenza granata, sentire un allenatore piagnone e osservare i nostri giocatori che non sputano l’anima in campo fino alla fine, che mettono like ai gol di Ronaldo nel derby e entrano negli spogliatoi dei gobbi a scambiarsi bacini e congratulazioni dopo aver perso il derby.
    Sarò un romantico rincoglionito come sosteneva di noi Cimminelli, ma nel caso fosse vero, preferisco essere così che come tutti gli altri che tifano una squadra, che non è il Toro.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Hic Sunt Leones 61 (A.C. TORINO)® - 4 mesi fa

      questo ti fa onore caro mio!
      Bravo!!!!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  18. ANNO1976 - 4 mesi fa

    Siamo in corsa.
    Basta piangerci addosso.
    Se avessimo noi pareggiato con il Chievo sai che lagna…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ddavide69 - 4 mesi fa

      L Inter è terza in campionato noi siamo un po’ più indietro…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  19. Daniele abbiamo perso l'anima - 4 mesi fa

    Basta con le lamentele sugli arbitri e i giornalisti tv prezzolati.
    I tifosi del Toro non piangono i torti arbitrali e la mancanza di attenzione da parte dei media
    I tifosi del Toro sono da anni abituati ai torti arbitrali e ai dispetti del destino.
    Ma non sono abituati a vedere in campo i giocatori che indossano la maglia granata senza grinta, senza determinazione e senza tremendismo nelle vene.
    E modestamente, non si abitueranno mai.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ddavide69 - 4 mesi fa

      Diciamo che i problemi sono molti, gli arbitri sono uno di questi.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  20. Granata - 4 mesi fa

    Serino, il protocollo VAR, prevede un minimo di 12 telecamere per evento. Si aggiungono altre telecamere per eventi più importanti e, queste 12 o più, sono le stesse dei broadcast. Quindi, se Sky manda immagini solo da un angolazione, è per scelta editoriale e non per mancanza di immagini angolate diversamente.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  21. Scott - 4 mesi fa

    Io credo non ci sai raziocinio nello schema preferito da Mazzarri. Ok, squadra molto solida in difesa, ma poi vengono i difetti. Centrocampo esclusivamente muscolare, la difesa lo salta quasi sistematicamente con il lancio lungo o appoggiando gli esterni che arrivano sfiancati al cross. Il cross per chi? Normalmente solo per Belotti, circondato da tre difensori avversari. Cosi’ si segna più spesso per demerito altrui. Iago che fa il trequartista e la punta contemporaneamente mentre esprime le sue migliori qulità da esterno. Ed infatti i gol sono solo 20.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  22. Granat....iere di Sardegna - 4 mesi fa

    Direi niente di nuovo sotto il sole. Miha non era un grande allenatore perché non vinceva col Sassuolo, con Mazzarri il Sassuolo diventa come il real Madrid e vincere contro di loro diventa difficile. Poi occorrerebbe essere più precisi. Sinisa giocava in modo scriteriato ma tanti attaccanti li metteva quando perdeva, esattamente come fa Mazzarri che è arrivato ad averne 5 in campo negli ultimi minuti. Per il resto si tratta di schemi diversi. Miha giocava con il 433 e Mazzarri col 352 dunque miha giocava con un attaccante in più. C è anche da dire che tanti attaccanti in campo con Mazzarri sono inutili perché già non sanno che pesci pigliare i due che giocano figurarsi se ne metti altri. In generale quando leggo gli interventi di rampanti sento solo rumore di unghie sui vetri. Questo continuo confronto con Mihajlovic per dimostrare che Mazzarri è migliore sta diventando una ossessione. È stato preso per essere migliore e infatti costa di più. Solo che punti alla mano non lo sta dimostrando e nel mondo del calcio contano i punti purtroppo, anche se ti chiami mourinho, figuriamoci se ti chiami Mazzarri.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Garnet Bull - 4 mesi fa

      Io aspetterei fine campionato, perché siamo vicinissimi all’Europa e nel girone di ritorno con la squadra ben oliata, secondo me, faremo molto bene

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Granat....iere di Sardegna - 4 mesi fa

        Questo io lo spero come te e sinceramente spero avvenga con Mazzarri perché gli riconosco professionalità e attaccamento alla causa, anche se ancora tutto questo non si è tradotto in punti. Però basta con i piagnistei e cerchiamo di migliorare. Per rampanti il discorso è diverso. Ogni volta mi aspetto un commento tecnico tattico sulla partita e invece mi ritrovo una continua difesa del mister anche a dispetto dell evidenza. Tra l’altro è paradossale che si affermi che Mazzarri è bravo facendo il confronto con Mihajlovic. Un po come dire che l aragosta è migliore perché è più buona delle sardine. Esiste un parametro unico per definire la bravura di un allenatore e sono i punti. Se allegri non avesse fatto per le merde ciò che sta facendo sarebbe forse così bravo? Limitiamoci ai dati oggettivi ossia i punti. Fino ad ora Mazzarri non ha dimostrato nulla e la pareggite era uno dei tanti motivi per cui si criticava Sinisa. Il possesso palla sterile e noioso era uno dei tanti motivi per cui si criticava Ventura. Non vedo particolari motivi per non rilevare le stesse problematiche su Mazzarri.

        Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy