Rampanti: un cuore Toro e quell’ esonero troppo brusco

Rampanti: un cuore Toro e quell’ esonero troppo brusco

Figurine/ Cresciuto in granata è stato sia giocatore che allenatore del Torino

Compie oggi 66 anni Rosario Rampanti, ex giocatore e anche allenatore del Torino. La carriera di Rampanti comincia proprio nelle giovanili del Torino, dove inizia a muovere i primi passi nel mondo del calcio. Nel 1968 approda in prima squadra: esordisce il 29 settembre contro il Pisa, e quell’anno disputerà 5 partite, segnando anche un gol. Dopo un anno passato in prestito curiosamente proprio al Pisa torna sotto la Mole dove in tre stagioni disputa 111 partite complessive segnando 11 gol. Si toglie anche la soddisfazione di vincere una Coppa Italia prima di lasciare Torino alla volta di altri lidi. Torna in granata nel 1990 quando diventa l’allenatore della Primavera del Toro: resta a guida della principale squadra delle giovanili per quattro anni, poi nel 1994 viene scelto per guidare la prima squadra. E’ un esperimento, e finisce malissimo: Rampanti vince 3 delle prime 5 partite, una in campionato e due in Coppa Italia, ma viene esonerato per il suo schema di gioco a zona e per l’esclusione di Rizzitelli. Il rapporto con la società granata finisce così a porte sbattute in faccia. Rampanti allenerà poi anche Chatillon e Valle d’Aosta prima di guidare l’Under 18 dell’Italia al secondo posto all’Europeo di categoria del 1999, sconfitto solo dal Portogallo.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy