Reggina imbattuta a Torino dal 2000

Reggina imbattuta a Torino dal 2000

di Salvatore D’Arienzo

Dopo il punto strappato con le unghie a Lecce, il Toro affronta il turno infrasettimanale consapevole dell’importanza dell’occasione che il calendario le offre. Dopo la tresferta salentina, la gara interna contro la Reggina rappresenta la ‘punta dell’iceberg’ di una settimana decisiva per i destini granata, sia in campo che fuori, con il lavoro di Foschi che dovrà…

di Salvatore D’Arienzo

Dopo il punto strappato con le unghie a Lecce, il Toro affronta il turno infrasettimanale consapevole dell’importanza dell’occasione che il calendario le offre. Dopo la tresferta salentina, la gara interna contro la Reggina rappresenta la ‘punta dell’iceberg’ di una settimana decisiva per i destini granata, sia in campo che fuori, con il lavoro di Foschi che dovrà necessariamente, in questi ultimi giorni di mercato, portare i frutti sperati ad una squadra che necessita palesemente di rinforzi.

Con i calabresi il secondo scontro diretto in pochi giorni fungerà da spartiacque e  chiarirà le effettive possibilità che ha la squadra di salvarsi. Non esiste alternativa alla vittoria e, in questo senso, i segnali positivi intravisti a Lecce, uniti al caos creatosi in casa amaranto tra risultati che non arrivano e avvicendamenti in panchina, spingono il Toro a credere che è giunto il momento di dare una sterzata netta ad un cammino fin troppo titubante. Gli amaranto, dal canto loro,  vengono da tre sconfitte consecutive, di cui le ultime due contro avversari in corsa per lo stesso obiettivo salvezza quali Siena e Chievo. I tre punti in riva allo stretto non arrivano ormai dal 23 novembre (3-1 casalingo contro l’Atalanta). Da allora 2 punti in sette partite, involuzione e crisi nera che hanno trascinato i calabresi fino all’ultimo posto in classifica.

La sfida in programma stasera all’Olimpico non può certo definirsi una classica del calcio italiano, visto che si gioca in serie A per la prima volta soltanto nel 2000. Prima di quella stagione (’99-’00) le due compagini si erano affrontate soltanto in coppa italia nel ’73 a Reggio Calabria e in serie B (4 volte a Torino) nel decennio ’89-’99.
La prima assoluta giocata nel capoluogo piemontese è datata 25 Marzo 1990 e finì 2-0 per il Toro grazie ai goal di Lentini e Sordo. Era ovviamente serie B categoria nella quale i granata tornarono ad affrontare i calabresi solo 7 anni dopo.
Dalla stagione ’96-’97 e per tre annate consecutive le due squadre viaggiano a braccetto in cadetteria fino a giungere alla promozione simultanea del 1999.
In serie A, da inizio millennio ad oggi, Torino-Reggina si è giocata altre quattro volte; la prima il 30 aprile del 2000 (2-1 per i padroni di casa), l’ultima la scorsa stagione, il 2 settembre del 2007, terminata con un pareggio per 2-2.
In mezzo altre due sfide nel 2003 e nel 2007 terminate con una vittoria per parte per un totale, tra A e B, di 8 match complessivi con un bilancio di 5 vittorie granata, un pareggio e due affermazioni reggine.
Detto dell’unico pareggio della storia ottenuto dalle due squadre proprio nell’ultimo precedente in quel di Torino, le vittorie calabresi sono state ottenute invece in B, nel ’99, per 2-1, e in A, nel 2007, sempre con lo stesso risultato. Le affermazioni granata, invece, si dividono tra le tre in B e le due in A, di cui l’ultima il 9 marzo del 2003 (1-0 firmato Ferrante) match giocato in realtà sul neutro di Reggio Emilia.
L’ultima vittoria Toro ottenuta su suolo piemontese risale quindi in verità al 30 aprile del 2000, data della prima storica partita in serie A tra le due squadre come già descritto precedentemente.
Per i due allenatori, infine, sarà l’esordio da avversari in panchina vista la fin ora breve carriera di Orlandi che il Toro l’ha affrontato solo una volta nel match d’andata di questo campionato, (terminato 1-1) quando sulla panchina granata sedeva De Biasi.
Per Novellino, invece, le sfide con i calabresi rappresentano un pezzo consistente del suo curriculum visto che li ha affrontati in carriera ben 17 volte (dal ’92 al 2008) passando per tre categorie diverse: C1, B ed A.
Sulle panchine di Perugia, Gualdo, Ravenna, Venezia, Sampdoria e Torino Monzon ha ottenuto contro la Reggina complessivamente 8 vittorie, 7 pareggi e solo 2 sconfitte.
 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy