Rendimento casa-trasferta, è un Torino a due facce

Rendimento casa-trasferta, è un Torino a due facce

Home sweet home / I granata hanno goduto dell’apporto dell’Olimpico in più di un’occasione. Lontano, invece, qualche difficoltà in più

È stata un’annata altalenante quella del Torino, nel tempo come nello spazio. Se infatti i granata hanno vissuto periodi di esaltazione ad altri meno brillanti, è anche vero che il fattore campo è stato un discriminante notevole delle prestazioni del gruppo di Ventura.

IN CASA – Tra le mura dell’Olimpico il Torino è rimasto imbattuto a lungo, fino alla sconfitta di inizio novembre contro l’Inter. Le prestazioni dei granata, ad ogni modo, si sono mantenute su livelli più che soddisfacenti, almeno fino all’ultima partita del match, dove ad espugnare lo stadio del Toro è stato l’Udinese. Nel complesso, Glik e compagni hanno accumulato 15 dei 22 punti totali tra le mura amiche. Un bottino di tutto rispetto, che mette in luce la sintonia che si è formata in questa stagione fra pubblico e squadra e che dispone il Torino al decimo posto in campionato, in linea con la classifica generale, ma a contatto con le zone alte: l’Inter, ad esempio ne ha accumulato solo 4 in più.

Padelli, pagelle, Torino-Roma
Padelli disperato dopo il gol subito contro l’Inter

IN TRASFERTA – Lontano dall’Olimpico, invece, i granata hanno spesso deluso: troppe prestazioni si sono rivelate non all’altezza, Dopo il successo in apertura di campionato contro il Frosinone, infatti, per tornare alla vittoria gli uomini di Ventura hanno dovuto attendere la tredicesima giornata, quando Bovo ha piegato le resistenze dell’Atalanta e ha concesso il ritorno ai 3 punti ai granata. Per il resto, spesso i viaggi lontano da Torino si sono rivelati occasioni mancate (Chievo, Carpi, la beffa con la Juve), e partite giocate sotto tono (Lazio, l’unico match in cui i granata sono usciti dal campo sconfitti con più di un gol di scarto). Il trend proverà a essere invertito contro il Napoli, terreno non facile, anche perché i partenopei sono la migliore squadra tra le proprie mura, ancora imbattuti al San Paolo. Questa sarà la prima trasferta per il Toro dalla già citata vittoria di novembre contro l’Atalanta. Da allora, complice anche il rinvio del match contro il Sassuolo, solo gare interne per il Torino, che tra poco rimetteranno il naso fuori dall’Olimpico, per un appuntamento intrigante.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy