Revisione Toro: Loviso e Ddm out

Revisione Toro: Loviso e Ddm out

 

Grosse novità in vista, stavolta, nell’undici iniziale del Toro. Fuori Di Michele e probabilmente anche Loviso; non si può dire che Colantuono non ci provi. Certo, veder accantonati quelli che dovevano essere i perni del Torino costruito in Estate, può far pensare ad un fallimento anticipato; l’attaccante, capitano e nuovo punto di riferimento dettato dall’allenatore, e il centrocampista,…

 

Grosse novità in vista, stavolta, nell’undici iniziale del Toro. Fuori Di Michele e probabilmente anche Loviso; non si può dire che Colantuono non ci provi. Certo, veder accantonati quelli che dovevano essere i perni del Torino costruito in Estate, può far pensare ad un fallimento anticipato; l’attaccante, capitano e nuovo punto di riferimento dettato dall’allenatore, e il centrocampista, regista e fulcro del gioco, da tempo discussi da pubblico e critica e ora anche dal mister. Non è detto sia così: la panchina può essere un episodio, i valori assoluti riequilibrarsi con il tempo, e la panchina lunga, in fondo -questo si è sempre detto- è un vantaggio. Ma certo, il tutto fa riflettere.

La difesa torna a proporre alcune alternative a Colantuono. Confermato per forza Diana sulla destra, confermato per scelta Zoboli in mezzo: sempre più convincente, l’ex-bresciano, che si mantiene su livelli di decenza anche in partite brutte come l’ultima, e che teoricamente potrebbe essere impiegato anche come terzino ma che ormai ha quasi scordato come si fa. Accanto a lui, ecco che si propongono Pratali e Ogbonna, con il secondo in vantaggio, mentre non è più (da tempo) in discussione il titolare della fascia mancina: Rubin, con Pisano sempre più dimenticato dal mister.

L’ormai solita, in casa granata, defezione dell’ultim’ora tocca stavolta Saeumel. Già detto del vertice basso del centrocampo (Gorobsov candidato all’esordio da titolare), il rientrante Bottone dovrebbe subito ritrovare il posto conquistato a suon di ritmo e grinta, mentre per sostituire l’austriaco si ripropone Zanetti, fuori da settimane; il mediano, dato per essere in predicato di lasciare a Gennaio (forse per la Fiorentina), chiede spazio e dovrebbe trovarlo. Gasbarroni torna a scendere in campo dall’inizio come non gli accadeva da un mese e mezzo, dietro alla coppia -e anche di questo si è già parlato- Vantaggiato-Bianchi. Da valutare se Di Michele sarà utilizzabile almeno per la panchina.


Probabile formazione (4-3-1-2): Sereni; Diana, Zoboli, Ogbonna, Rubin; Gorobsov, Zanetti, Bottone; Gasbarroni; Vantaggiato, Bianchi. A disposizione: Calderoni, Pratali, Pisano, Belingheri, Loviso, Leòn, Arma. (Indisponibili: Colombo, Rivalta, Loria, Coppola, Saeumel) .

 

 

(foto A.Chieppa)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy