Riecco il Capitano

Riecco il Capitano

Il Toro riparte da Bianchi.

Bianchi riparte dal Toro.

Ora si può davvero dire, anche se per le “permanenze” (al contrario di quanto avviene per gli acquisti e le cessioni) non c’é mai una vera ufficialità.

Ora si può davvero dire, e siamo lieti di non averne mai dubitato; lieti di non aver mai dato adito ad una possibile partenza del capitano…

di Redazione Toro News

Il Toro riparte da Bianchi.

Bianchi riparte dal Toro.

Ora si può davvero dire, anche se per le “permanenze” (al contrario di quanto avviene per gli acquisti e le cessioni) non c’é mai una vera ufficialità.

Ora si può davvero dire, e siamo lieti di non averne mai dubitato; lieti di non aver mai dato adito ad una possibile partenza del capitano (lasciatecelo dire: non una riga su Bianchi, dalla fine del campionato ad oggi), perché sapevamo bene che quella di restare era la sua volontà; e lieti, infine e soprattutto, del fatto di per se stesso, ossia che il bomber rimanga a Torino.

Sono sue le prime parole di un calciatore granata per la stagione 2010-2011, che dovrà rappresentare il riscatto dopo un obiettivo fallito nella precedente, sulla quale però l’attaccante non vuole neppure spendere pensieri: “Siamo già concentrati sul futuro, il calcio ti concede sempre un’altra partita ed una nuova opportunità”. Ecco qua: “Sono orgoglioso di essere al Torino, ho un contratto che mi ci lega per tre anni e resto con gioia”, aggiundendo poi il suo “grazie ai tifosi per l’accoglienza tributataci domenica, splendida a maggior ragione se si pensa che siamo una squadra reduce da una mancata promozione in Serie A”.

"Solo davanti ad un’offerta davvero importante, la società prenderebbe in considerazione l’opportunità di lasciarmi partire e potremmo valutare", ma ora Bianchi ha "troppa voglia di iniziare e di lavorare con il mister". Già: squadra nuova (“siamo un cantiere aperto”), e allenatore nuovo: “Lo schema di Lerda? A me va bene qualsiasi schema, in realtà, e poi dobbiamo imparare a conoscerci adesso, in queste settimane”.  Questo il punto tecnico, piuttosto scarno in realtà, di Rolando Bianchi, capitano del Torino per la stagione 2010-2011, nella quale -dichiara- il suo obiettivo personale è “superare anche le 26 reti realizzate quest’anno”. Di sicuro si parte con la voglia e l’ambizione giuste, anche se, a onor del vero, a Rolly tutto questo non è mai mancato.

 

(foto M.Dreosti) 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy