Rivincita-Ventura, Zamparini non si smentisce

Rivincita-Ventura, Zamparini non si smentisce

Il confronto tra tecnici / L’allenatore granata torna a sorridere, quello rosanero sempre più in confusione

4 commenti
Ventura

La scorsa settimana, tra i serio e il faceto, abbiamo lanciato una provocazione attraverso il nostro consueto confronto pre partita tra allenatori. Come sempre, sponda Torino, abbiamo messo sotto la lente di ingrandimento il nostrano Giampiero Ventura. Dall’altra parte del campo, invece, allo stato attuale dei fatti ci era sembrato corretto piazzarci direttamente il presidente Zamparini. D’altronde, tra ribaltoni continui – l’ultimo questa mattina, qui i dettagli -, scelte tattiche e di formazioni, in buona sostanza il vero e unico allenatore del Palermo è proprio lo stesso presidente rosanero.

VENTURA SORRIDE – Il tecnico granata torna a vincere in campionato con la sua squadra, i tre punti mancavano dalla sfida interna contro il Frosinone e, nonostante qualche patema iniziale, le scelte hanno poi premiato il tecnico del Torino. Una rivincita anche sul piano personale, tenendo presente che in carriera l’attuale allenatore granata era stato esonerato ben due volte dal vulcanico patron rosanero. E così, a 54 anni di distanza dall’ultima volta, il Toro sbanca a Palermo, portando nel capoluogo piemontese una lieve brezza dal sud. Una ventata d’aria nuova che, si spera, possa finalmente preludere alla tanto attesa svolta definitiva in campionato.

Zamparini
Zamparini, presidente del Palermo

ZAMPARINI IN CONFUSIONE – Il patron rosanero non si smentisce: caccia Iachini, (ri)prende Ballardini, obbliga il tecnico a cambiare modulo ed effettua al posto suo le convocazioni: indimenticabile quella telefonata a Sorrentino che di fatto anticipava il nuovo esonero. Altro giro, altra corsa: arriva Schelotto, il quale però non può allenare. E allora largo ai giovani, con il tandem Bosi-Tedesco. Sconfitta interna, ieri contro il Torino, e a questo punto Zamparini sceglie – alcuni narrano di una telefonata a Iachini già durante l’intervallo, con il risultato parziale di 1-2 per gli ospiti – di cambiare ancora. E come vogliono le più raffinate leggi che regolano il marketing, in momenti di crisi ecco che il passato torna di moda. Si finisce così come si aveva iniziato, forse…

Ventura e Zamparini, tecnici a confronto: e se il granata torna a sorridere, il rosanero appare sempre più confuso e affranto. Con quel laconico: “Chiedo perdono…”.

4 commenti

4 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. Alberto Fava - 11 mesi fa

    Povera Palermo e pieno sostegno ai simpatici amici Siciliani, non meritano un tale servizio da sto cerbero che non sa neppure lui cosa voglia.
    Tranne i quattrini, ovviamente.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Achille - 11 mesi fa

      Parole sante!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Achille - 11 mesi fa

    Zamparini, che mercenario! Aveva illuso
    una intera città, ma il suo scopo era unicamente economico, prendendo in giro una piazza affamata di calcio. Mi chiedo se fosse stato Cairo a comportarsi così, cosa sarebbe successo? Come minimo sarebbe stato costretto a fuggire.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. AmmaMi71 - 11 mesi fa

    Zamparini, che pagliaccio…

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy