Roma-Torino 0-1

Roma-Torino 0-1

Era dal 9 maggio ’93 che il Toro non sbancava l’Olimpico e oggi ci è riuscito nella sua partita più importante, quella che porta ad un passo dalla salvezza. Di fronte i granata non hanno avuto la Roma spumeggiante vista mercoledì nella finale di Coppa Italia contro l’Inter. Le due squadre non hanno fatto un gran gioco e dalla mezzora della ripresa ha avuto predominanza la stanchezza delle due compagini. E’ piaciuto il Torino…

Era dal 9 maggio ’93 che il Toro non sbancava l’Olimpico e oggi ci è riuscito nella sua partita più importante, quella che porta ad un passo dalla salvezza. Di fronte i granata non hanno avuto la Roma spumeggiante vista mercoledì nella finale di Coppa Italia contro l’Inter. Le due squadre non hanno fatto un gran gioco e dalla mezzora della ripresa ha avuto predominanza la stanchezza delle due compagini. E’ piaciuto il Torino in difesa con Di Loreto in aggiunta ai quattro difensori soliti. De Biasi ha azzeccato la scelta tattica. Ora la classifica in coda è divisa per coppie: Torino e Livorno 39, Parma e Catania 38, Siena e Cagliari 37, Reggina e Chievo 36. Messina ed Ascoli già retrocesse.

 

CRONACA SECONDO TEMPO

Rocchi fischia la fine del match, il Toro espugna Roma.  

Raddoppia il Siena

 

Al 47′ Vucinic mette ancora i brividi al Toro, colpisce il palo esterno.

Quattro i minuti di recupero.

Al 39′ Rosi mette in apprensione Abbiati, palla fuori d’un soffio.

Al 34′ Taddei, migliore tra i suoi, sfiora il gol, Abbiati è sulla traiettoria e sventa il pericolo. Le due squadre sono affaticate, i due allenatori non hanno più cambi a disposizione, Stellone fatica, Ardito ha già avuto problemi di crampi. Fuori Cassetti infortunato, esce addirittura in barella, Roma in dieci. Sale l’urlo di incitamento della folta rappresentanza granata.

A. Filippini porta in vantaggio il Livorno sulla Sampdoria. Gli amaranto raggiungono i granata a quota 39, sale il Catania a 38 alla pari con il Parma. Cagliari e Siena 37, Chievo e Reggina 36.

Bella azione di Stellone al 24′, il suo tiro però si spegne lontano dal palo.

Al 23′ Abbiati schiaffeggia fuori una punizione di Panucci, appena entrato al posto di Faty.

Il Catania trova il pareggio con Spinesi contro il Milan.

Al 18′ scappa Vucinic ad Ogbonna, il suo tiro pericoloso è neutralizzato da Abbiati.

Al 16′ entra Martinelli per De Ascentis. In precedenza nella Roma Mancini aveva sostituito Wilhelmsson.

Al 12′ Totti batte una punizione per un fallo su di lui da parte di Ogbonna, la barriera granata rinvia.

All’11’ ammonito Di Loreto.

In due minuti cambia il risultato in Reggina-Chievo 1-1, vanno in vantaggio i veneti con Brighi, pareggiano i calabresi con Amoruso.

Fuori Muzzi dentro Stellone. Dopo pochi minuti esce Franceschini, acciaccato, entra Ogbonna, terza presenza in A, 100 minuti di gioco in totale.

Rocchi fischia l’inizio del secondo tempo.

 

CRONACA PRIMO TEMPO

Una spenta Roma si arrende nel primo tempo al Toro, il quale ne approfitta per andare in vantaggio con l’ex di turno Roberto Muzzi. Taddei colpisce una traversa, i granata, oltre al gol, non sono stati particolarmente audaci sotto porta, ma sono stati molto attenti in difesa dove si sono distinti Brevi e Franceschini. Dopo la fine dei primi tempi il Toro sarebbe ad un passo dalla salvezza con 39 punti, a seguire il Parma a 38, Cagliari, Siena, Livorno, Catania 37, Reggina, Chievo 36.

Rocchi fischia la fine dei primi 45 minuti.

 

Al 42′ sfugge Rosina alla retroguardia avversaria e mette in difficoltà Curci che rinvia a fatica un suo tiro a giro.

 

Incredibile Parma, 4-0 al Messina, dopo Rossi, doppietta per lui, vanno in gol anche Gasbarroni e Muslinovic, siciliani al tappeto, non onorano il campionato come l’Ascoli.

Al 32′ Taddei colpisce la traversa, bella l’azione sulla fascia della Roma che va vicina al pareggio. Subito dopo salva ancora Brevi su un’altra incursione giallorossa.

Al 27′ bravo Franceschini a mettere in angolo di testa un affondo pericoloso dei giallorossi, dal calcio d’angolo nulla di fatto.

Il Parma va in vantaggio sul Messina per 1-0 gol di Giuseppe Rossi. Il Parma in questo momento ha 38 punti ed è alle spalle del Toro.

Ammonito Franceschini. Cambia il risultato a Siena, padroni di casa in vantaggio sull’Empoli, gol di Portanova. Ora la situazione di classifica recita: Torino 39, Cagliari, Siena, Livorno, Catania 37, Reggina, Chievo 36, Parma 35.

Al 14′ clamoroso: Muzzi s’invola nell’area avversaria, la difesa romanista, in particolare con Chivu, si addormenta ed è un gioco per il bomber granata insaccare alle spalle di Curci. Per l’attaccante è il 93esimo gol in A.

Al 12′ calcio d’angolo del Toro, Brevi ci prova di testa, nulla di fatto.

Fiorentina in vantaggio sul Cagliari, 1-0 gol di Pazzini. Sembrano mettersi bene le cose per il Toro, se riuscisse a mantenere almeno il pareggio.

Nulla di fatto all’Olimpico, il Milan in vantaggio contro il Catania per 0-1, gol di Seedorf.

Dopo pochi minuti Taddei prima e Totti dopo mettono in difficoltà Abbiati.

Rocchi fischia l’inizio del match.

 

TABELLINO

Marcatori: 14′ Muzzi (Torino)

Roma (4-2-3-1): Curci, Cassetti, Chivu, Ferrari, Tonetto (Rosi), Faty (Panucci), Wilhelmsson (Mancini), Perrotta, Taddei, Vucinic, Totti. (Doni, Panucci, Rosi, Pizarro, Taddei, Vucinic, Mancini). All: Spalletti.

Torino (4-4-1-1): Abbiati; Franceschini (Ogbonna), Brevi, Balestri, Comotto, Di Loreto, Barone, Ardito, De Ascentis (Martinelli), Rosina, Muzzi (1’st Stellone). (Taibi, Ogbonna, Cioffi, Martinelli, Oguro, De Sousa, Stellone). All. De Biasi.

Ammoniti: Franceschini, Di Loreto, Ardito, Ogbonna, Balestri (Torino); Chivu (Roma)

Arbitro: Rocchi di Firenze

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy