Roma-Torino. Emergenza attacco

Roma-Torino. Emergenza attacco

Il Toro affronterà la Roma con l’attacco spuntato, già di per sé deficitario come reti segnate, ora si trova in difficoltà per l’assenza forzata di Abbruscato che non è riuscito a recuperare dal problema alla caviglia verificatosi durante il match contro l’Ascoli. Stellone non è al cento per cento della forma causa una botta alla coscia, ma potrà essere presente…

Il Toro affronterà la Roma con l’attacco spuntato, già di per sé deficitario come reti segnate, ora si trova in difficoltà per l’assenza forzata di Abbruscato che non è riuscito a recuperare dal problema alla caviglia verificatosi durante il match contro l’Ascoli. Stellone non è al cento per cento della forma causa una botta alla coscia, ma potrà essere presente almeno in panchina e subentrare a partita in corso. C’è stato un momento di panico quando nell’allenamento di rifinitura a Borgaro sabato mattina Oguro si è accasciato a terra dopo uno scontro con Barone, per fortuna niente di grave per il centravanti nipponico.

Dunque contro i giallorossi l’attacco sarà guidato da Roberto Muzzi, romano come Stellone, laziale di cuore, nonostante sia cresciuto nella Roma. Dietro a lui agirà Rosina pronto al confronto con Totti in un duello improntato sulla fantasia e le invenzioni. Il Torino però in questo momento non può permettersi raffinatezze, ma deve essere concentrato al massimo per ottenere più punti possibili per la salvezza.

Per questo verrà rinforzata la difesa con Di Loreto a fare da collettore tra il reparto arretrato e il centrocampo, quest’ultimo sarà rimpolpato dalla presenza contemporanea di Ardito, De Ascentis e Barone, vista l’assenza forzata di Gallo, che di fatto ha chiuso la stagione dopo un infortunio muscolare patito domenica scorsa. Davanti ad Abbiati verrà proposta la solita difesa a quattro formata da: Brevi, Franceschini, Balestri, Comotto. Nessun squalificato tra le fila granata, i diffidati sono Bovo, Cioffi e Lazetic.

La Roma potrebbe scendere in campo con uno schieramento insolito, a partire dal portiere, con Curci pronto a subentrare a Doni, in difesa dovrebbero giocare Cassetti, Chivu, Ferrari e Tonetto, il centrocampo potrebbe essere formato da Aquilani, Faty, Wilhelmsson, Perrotta, in attacco Tavano a fianco di Totti. La Roma come gli avversari non ha squalificati, i diffidati sono: De Rossi, Doni, Panucci, Rosi e Wilhelmsson. Solo Martinez tra gli indisponibili. Giovedì la Roma affronterà l’Inter al Meazza per il ritorno della finale di Coppa Italia, vinta all’andata dai giallorossi per 6-2.

Spalletti in conferenza stampa a proposito del Torino ha detto: “La squadra di De Biasi non sta ottenendo risultati commisurati al suo vero valore. Noi giocheremo al meglio, per vincere, fino al termine della stagione, perché questo fa parte del nostro normale atteggiamento”. L’interesse ora passa a far vincere la classifica cannonieri a Totti? “Questo suo obiettivo personale è figlio del risultato della squadra, per cui i giocatori lo faranno per questo e per quella che è stata l’ amicizia all’interno dello spogliatoio”.

Roma (4-2-3-1): Curci, Cassetti, Chivu, Ferrari, Tonetto, Faty, Wilhelmsson, Perrotta, Taddei, Mancini, Totti. (Doni, Panucci, Rosi, Pizarro, Taddei, Vucinic, Mancini). All: Spalletti.

Torino
(4-4-1-1): Abbiati; Franceschini, Brevi, Balestri, Comotto, Di Loreto, Barone, Ardito, De Ascentis, Rosina, Muzzi (Taibi, Ogbonna, Cioffi, Martinelli, Oguro, Lazetic, Stellone).All. De Biasi.

Arbitro: Rocchi di Firenze

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy