Roma-Torino 0-1: Martinez perdona, Belotti no!

Roma-Torino 0-1: Martinez perdona, Belotti no!

Intervallo / Il Gallo spiazza anche Szczesny dal dischetto e sono undici note granata: nella ripresa la squadra di Ventura dovrà chiudere il match. Perché l’occasione è davvero ghiotta

Termina il primo tempo di Roma-Torino, turno infrasettimanale della 34ª giornata del campionato di Serie A. Ventura, considerate anche le emergenze, manda in campo la miglior formazioni possibile, senza rinunciare a Bruno Peres e cercando il filtro in mediana di Gazzi.

Si rivede anche Maksimovic, in avanti confermata la coppia Belotti-Martinez. Proprio il venezuelano ha tra i piedi la prima occasione del match: pronti-via, la difesa della Roma pasticcia e il Brigante Vinotinto accelera palla al piede sparando un missile che temina di poco sul fondo.

É un Toro aggressivo in avvio che non vuole lasciare metri di campo ai velocisti di Spalletti che punta la porta granata con il trio Salah-Perotti-El Shaarawy, mentre all’ottavo minuto arriva il primo squillo dei padroni di casa: trivela di Maicon e Padelli che devia in angolo, con Glik e compagni che disinnescano al meglio le torri avversarie.

La Roma prende coraggio e al 13′ sfiora il vantaggio con un tiro-cross di Florenzi, sul quale Salah non riesce a trovare la deviazione decisiva nell’area piccola. Al 24′ la spada della sfortuna pare abbattersi sui granata ancora una volta con Belotti che è costretto a ricevere le cure dallo staff medico, a causa di un pestone ricevuto. Il Gallo fa cenno di poter continuare e nel frattempo la difesa della Roma sbaglia ancora e Martinez grazia per la seconda volta i giallorossi. Il Toro però prende coraggio e al 31′ Belotti coglie un palo clamoroso su una percussione per vie centrali, con l’estremo difensore Szczesny che si distende ma non dà l’idea di poter completamente evitare il gol.

Frosinone Calcio v Torino FC   - Serie A

Al 34′ l’episodio chiave della prima frazione: corner per i granata, Manolas trattiene in maniera plateale Belotti e Calvarese non ha dubbi, indicando il dischetto. Calcio di rigore per il Toro, con il Gallo che dopo Buffon, Handanovic e Mirante spiazza anche il malcapitato Szczesny. Nel finale Spalletti e i suoi reclamano un penalty per un tocco di mano di Gaston Silva in area che l’arbitro giudica involontario e dopo due minuti di recupero, vanno tutti a bere un tè caldo.

Quella vista nel primo tempo è una Roma aggressiva in avanti, bruciante in fase di ripartenza, ma altrettanto pasticciona nel momento in cui è costretta a contenere. Su questo dovranno puntare i granata, continuando a tenere alta la concentrazione e cercando di pungere alla prima occasione.

Passare in vantaggio all’Olimpico è stato senza dubbio un fattore davvero importante ai fini del risultato, in una gara dove oggettivamente i granata partono sfavoriti sulla carta e nella quale ora hanno l’occasione di piazzare l’ennesimo colpaccio. Ma per fare questo, nella ripresa occorrerà chiudere immediatamente i conti.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy