Roma-Torino, Mazzarri e Di Francesco: due modi diversi d’intendere il calcio

Roma-Torino, Mazzarri e Di Francesco: due modi diversi d’intendere il calcio

Il confronto / Mai un pareggio tra i due, i precedenti sorridono al granata

di Marco De Rito, @marcoderito

“Conosco bene Walter e la sua mentalità, è molto attento a preparare la partita ha un’ottima fase difensiva, aggressiva, fisica” afferma Di Francesco nel pre-partita di Roma-Torino. Dal capoluogo piemontese Mazzarri replica:  “Sulla Roma c’è da dire poco, sono una squadra molto forte”. C’è molto rispetto tra i due tecnici, che ben si conoscono oltre ai 5 precedenti, i due hanno anche giocato insieme a Empoli. Era il 1987 e Di Francesco si affacciava alla Serie A con la maglia dei toscani (solo una presenza per lui in quel campionato), Mazzarri aveva già un po’ d’esperienza – collezionata soprattutto in Serie B – e quella stagione è sceso in campo in 15 occasioni, senza mettere a segno una rete.

Mazzarri pre Roma-Torino: “Adopo? Se ci sarà bisogno… Che bravi Millico e Ferigra”

I PRECEDENTI – Mazzarri ha vinto per tre volte contro contro il collega giallorosso, due le vittorie di Di Francesco. Neanche un pareggio nelle sfide tra i due allenatori. La parità è il risultato che più si è ripetuto nel girone d’andata per il Torino (9 volte, contro 6 vittorie e quattro sconfitte) ma effettivamente non si è registrato contro la Roma, anche se è stato sfiorato: Dzeko ha risolto il match allo scadere. Stessa sorte è capitata il 9 marzo 2018, quando il Torino è capitolato a Roma subendo 3 gol. Un’anomalia quest’ultima gara, in quanto l’allenatore toscano non ha subito tanti gol (6) dal collega abruzzese che esprime un’ottimo calcio offensivo, d’altro canto sono stati molti i gol inflitti dalle squadre allenate da Mazzarri a quelle di Di Francesco, ben 18. Da ricordare, sopratutto, i due precedenti tra Inter e Sassuolo, finiti entrambi per 7 a 0, sempre a favore dell’attuale allenatore del Toro.

Di Francesco pre Roma-Torino: “Torino ottima squadra in trasferta”. E su Belotti fa no comment

IL GIOCO – Domani, nella Capitale, andrà in scena anche uno scontro tra due modi d’intendere il calcio. Mazzarri è solito a schierare le sue squadre con la difesa a tre, ci tiene molto all’equilibrio e alla fase d’interdizione applicando un calcio molto fisico: poco spumeggiante, con l’obiettivo di essere più concreto. Di Francesco l’esatto opposto. L’ex allenatore di Pescara e Sassuolo non è affezionato ad un particolare sistema di gioco ma può cambiare modulo a seconda delle necessità, cerca sempre di vincere facendo divertire il pubblico, con un calcio molto riversato all’attacco, anche se spesso ne rimette la fase difensiva. I giallorossi in questo campionato sono soliti a giocare con il 4-2-3-1, tre trequartisti a supporto del terminale offensivo (Dzeko o Schick). Contro il Toro può risultare un gioco piuttosto azzardato, considerando la solidità difensiva dei granata. Anche se quest’ultimi devono registrare diverse defezioni, soprattutto in mezzo al campo.

Schermata 2019-01-18 alle 16.42.28

2 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. suoladicane - 2 mesi fa

    confronti che servono solo a riempire spazio ed utilizzare bite
    ……..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. robert - 2 mesi fa

    Fra questi due allenatori scarsi sarà una bella lotta !!!Tutta da ridere….

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy