Roma-Torino, luci ed ombre per Glik: l’errore in marcatura è decisivo

Roma-Torino, luci ed ombre per Glik: l’errore in marcatura è decisivo

Testa a testa / Il capitano viene beffato da Totti, appena entrato. Duello a distanza: Manolas protagonista di una partita a due volti

Si è concluso con un pirotecnico 3-2 in favore dei padroni di casa l’incontro tra Roma e Torino disputato in questo turno infrasettimanale: la doppietta di Totti ha instradato i tre punti in direzione capitolina al termine di una sfida ricca di emozioni e, come sempre, di duelli sul terreno di gioco. Uno tre i testa a testa più interessanti offerti da questo match era quello disputato a distanza tra Kostas Manolas e Kamil Glik, colonne portanti delle due retroguardie sul terreno di gioco.

d
Kostas Manolas, grande protagonista del match

MANOLAS – Per quanto riguarda il centrale greco, è stato assoluto protagonista di una sfida a due volti: nelle prima frazione infatti è proprio lui a causare il calcio di rigore trasformato da Belotti per il vantaggio del Torino, attraverso una evidente trattenuta ai danni dello stesso Gallo. Errore a cui rimedia nel secondo tempo staccando più alto di tutti da calcio d’angolo e trovando il gol dell’1-1, fondamentale per la rimonta giallorossa poiché di fatto rimette la squadra di Spalletti in partita. Nel complesso la prestazione del greco rispecchia gli episodi significativi: primo tempo vissuto stranamente abbastanza in affanno nelle chiusure sugli attaccanti granata ed anche nella gestione del pallone, ripresa disputata in sicurezza e tornando ai soliti livelli.

AS Roma v Torino FC - Serie A
Francesco Totti appena entrato anticipa Kamil Glik: è il gol del 2-2

GLIK – Ottima invece la partita del capitano granata, che tuttavia viene macchiata da un’unica, fatale, imperfezione: il polacco svetta sui pericoli aerei e controlla con assoluta tranquillità le offensive avversarie facendo valere il fisico ma giocando anche spesso e volentieri d’anticipo; protagonista anche nella gestione del pallone e nell’impostazione del gioco, velocizzando e dettando i tempi della manovra tra i tre centrali. Il grave errore è la mancata copertura nei confronti di Totti sullo schema su calcio piazzato, nel finale di partita: sponda sul secondo palo e capitano giallorosso che, al primo pallone toccato, anticipa nettamente quello granata, che sembrava anche essere in vantaggio. Inutile sottolineare come questo rappresenti un episodio chiave dell’incontro.

Testa a testa che si aggiudica quindi probabilmente il centrale della Roma che, nonostante una prima frazione di partita vissuta in affanno, è riuscito a porvi rimedio rendendosi protagonista in positivo del match e lasciando nettamente il segno.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy