Roma-Torino Story, dai 7 gol degli Invincibili alla tripletta di Aguilera

Roma-Torino Story, dai 7 gol degli Invincibili alla tripletta di Aguilera

Verso l’Olimpico / Le sfide che hanno fatto la storia all’ombra del Colosseo. Dallo 0-7 del 1946, all’1-7 di un anno più tardi, con ben 4 gol segnati nell’ultimo quarto d’ora

2 commenti
torino-milan

Sono ben 88 i precedenti a Roma tra giallorossi e granata, e solo in 17 occasioni totali il Torino è riuscito ad inporsi sui capitolini all’ombra del Colosseo. Riviviamo le cinque sfide più significative con protagoniste le due squadra, chiaramente in casa della Roma.

CALCIO… O TENNIS? – 28 aprile 1946, l’Italia è liberata da poco più di una anno, e nella Capitale, sul campo del Testaccio, il Grande Torino torna a confrontarsi con i padroni di casa della Roma, per la prima volta dopo la fine della Seconda Guerra Mondiale. Il risultato è clamoroso: 0-7 per Mazzola e compagni, che segnano ben 6 gol nella prima mezz’ora di gioco, travolgendo letteralmente gli avversari. Copione simile, se non quasi identico, il 5 ottobre 1947: questa volta gli Invincibili s’impongono per 1-7, dopo che i giallorossi si erano portati avanti nel primo tempo. Ben 4 dei 7 gol totali, quel giorno, furono segnati nell’ultimo quarto d’ora di gara, quei 15′ “granata” che divennero proverbiali e simbolo di chi non molla mai, sino alla fine.

Roma v Torino Muzzi

TRIS AGUILERA E MUZZI-GOL – Il 1993 è un anno particolarmente fortunato per il Torino, mentre lo è molto meno per Roma, che in due gare all’Olimpico è costretta ad uscire dallo Stadio con la coda tra le gambe. La sfida di campionato, di quell’anno, è rocambolesca e a suo modo storica: il Toro di Mondonico riesce a vincere 4-5 a Roma, grazie ad una tripletta dello straripante Aguilera, mentre nella Roma segnerà una marcatura anche l’allora ventiduenne Roberto Muzzi, che tornerà protagonista in un altro Roma-Torino, 14 anni dopo, con una maglia diversa. Da ricordare, poi, anche la sconfitta granata in finale di ritorno di Coppa Italia 92/93, con ben 3 rigori accordati alla Roma, e con un Toro che resiste sino all’ultimo sul risultato di 5-2 per i capitolini, potendo contare sul 3-0 dell’andata, e a fine partita alza al cielo il prestigioso trofeo. Arriviamo, dunque, al 2007, e proprio a quel Roberto Muzzi, che torna di gran carriera a far parlare di sé a Roma, questa volta come avversario. E’ il 13 maggio e i granata sono in cerca di punti salvezza, ma la trasferta a Roma pare davvero fuori portata: la sfida è sbloccata al 14′ proprio dall’ex Muzzi e – dopo una serie di attacchi giallorossi – la tenzone termina proprio con la vittoria del Toro, che festeggia l’importantissimo trionfo.

2 commenti

2 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. RDS- toromaremmano - 9 mesi fa

    Al 7 a 1 del 47′ era presente mio padre che mi racconto che alla fine del primo tempo sul risultato di 1 a 0 per la Roma, mentre i giocatori si avviavano verso gli spogliatoi fra fischi e urli dagli spalti lanciarono una mela all’indirizzo di V. Mazzola, che guardando verso la tribuna da dove era stata lanciata la raccolse e la morse, nel secondo tempo li distruggemmo, alla fine il pubblico romano in piedi ad applaudire i granata.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. aterreno - 9 mesi fa

    Carlos Aguilera.. Me l’ero dimenticato

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy