Rosina: ‘Ho due sogni: la doppia cifra e la Nazionale’

Rosina: ‘Ho due sogni: la doppia cifra e la Nazionale’

E’ tornato carico dalla vacanza negli Stati Uniti. La promessa più grande e tangibile del Toro è lui: Alessandro Rosina da Reggio Calabria, 24 anni da compiere e le pagine più bella della carriera ancora da scrivere.
Rosina, dove ha trascorso le vacanze ?
Dopo gli europei ho staccato per un mese andando negli Stati Uniti. Avevo un gran bisogno di riposo, dopo una stagione lunga…

E’ tornato carico dalla vacanza negli Stati Uniti. La promessa più grande e tangibile del Toro è lui: Alessandro Rosina da Reggio Calabria, 24 anni da compiere e le pagine più bella della carriera ancora da scrivere.
Rosina, dove ha trascorso le vacanze ?
Dopo gli europei ho staccato per un mese andando negli Stati Uniti. Avevo un gran bisogno di riposo, dopo una stagione lunga e travagliata, tanto più dopo il surplus dell’Europeo.
Cosa pensa del nuovo Toro?
Sono molto contento. Ho trovato gente motivata che mi ha fatto un’ottima impressione. Penso che la società abbia allestito una buona squadra. Vedo nuovi metodi di lavoro e richieste diverse del mister. Penso che siamo sulla buona strada, per fare qualcosa di importante. Inoltre sarà importante fare tesoro degli errori commessi un anno fa, anche perchè sarà un campionato duro.
Dove può arrivare?
Non lo so, non fisso obiettivi, preferisco raggiungerli, soprattutto perché abbiamo visto cosa è successo lo scorso anno. Quest’anno c’è una squadra forte, che può fare bene, ma serve tanto impegno e lavoro, soprattutto in questi giorni per ritrovare forza e per gettare le basi per far bene nella stagione.
Almeno un sogno nel cassetto ce l’avrà…
Fra i miei obiettivi, oltre alla Nazionale, c’è anche la doppia cifra: lo scorso anno ci sono arrivato vicino, mancava solo un gol. Quest’anno non voglio farmelo sfuggire.
E’ preoccupato dal contratto?
Quello è un argomento di cui si devono occupare i miei procuratori. Io sono contento di essere qui oggi, sono entusiasta di lavorare, ma voglio parlare solo di calcio. La società e i procuratori sanno con chi devono parlare. La scadenza è nel 2009, quindi non dopo domani, non c’è fretta, anche perché ho tutta l’intenzione di rispettarlo.
Uno sguardo al futuro: Padoin dice che sta cercando di convincerlo a venire…
E’ un ottimo ragazzo, abbiamo parlato di Toro in nazionale under 21. Lui sarebbe entusiasta di venire a Torino dopo tanti anni a Vicenza. Dopo la gavetta fatta, vorrebbe una società importante. E’ un giocatore che si adatta a tanti ruoli. La sua forza è la disponibilità, oltre a valori come la voglia di sacrificarsi e l’ umiltà. Interpreterebbe lo spirito Toro molto bene.

(Ha collaborato Fabrizio Turco)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy