Russia 2018, Giappone-Senegal: Niang titolare, alla ricerca della qualificazione

Russia 2018, Giappone-Senegal: Niang titolare, alla ricerca della qualificazione

Mondiali / L’attaccante del Torino, dopo il gol segnato contro la Polonia, può partire ancora dal primo minuto. La sua Nazionale può centrare la qualificazione

di Gualtiero Lasala, @LasalaGualtiero

Il Mondiale sta per concludere la seconda giornata di questi gironi, e deve ancora scendere in campo il Senegal di M’Baye Niang, che andrà a sfidare il Giappone alle ore 17 di oggi nel Central Stadium di Yekaterinburg. Sarà una sfida molto importante sotto diversi aspetti quella di oggi, sia dal punto di vista personale del giocatore del Toro, sia da quello collettivo per la sua Nazionale senegalese.

Toro, il gol di Niang è storico: 28 anni dopo, un granata fa centro al Mondiale

QUALIFICAZIONE – Il Senegal è alla ricerca della qualificazione per gli ottavi del Mondiale. Dopo aver battuto a sorpresa la Polonia per 2-1, la squadra africana è balzata al primo posto del girone, proprio insieme al Giappone, che dal canto suo ha battuto la Colombia. Quest’oggi tra le due selezioni sarà un duello di testa, con la vincente che si assicurerebbe quasi di certo il passaggio alla fase successiva di questo Mondiale di Russia 2018. In una gara così tesa, sarà atteso anche l’attaccante del Torino Niang.

Poland v Senegal: Group H - 2018 FIFA World Cup Russia

TITOLARE – Dopo il gol vittoria segnato contro la Polonia, le quotazioni di M’Baye Niang sono tornate a salire: il giocatore del Torino ha sfruttato bene la sua chance, capitalizzando la sua occasione, e prendendosi così il diritto di poter essere schierato ancora titolare, soprattutto in una partita così delicata come quella di oggi. L’attaccante ex Milan avrà anche oggi un’altra opportunità di mettersi in mostra e di togliersi di dosso quell’etichetta che gli è stata messa nel corso di questa stagione con la maglia del Torino. La strada verso il riscatto, per Niang, oggi passa per il Giappone.

7 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. drino-san - 4 settimane fa

    Speriamo si tolga di dosso l’etichetta di esterno, affibbiatagli chissà perché da Mihajlovic, basterebbe quello. Nel suo ruolo é un ottimo giocatore.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Athletic - 4 settimane fa

      Vero, da quello che vedo, Niang deve assolutamente giocare da punta, non è un esterno. E se ha voglia, come dimostra in questa partita, è difficile da tenere, controllo palla, fisico e progressione sono le sue doti. Bisogna vedere se quando tornerà da noi avrà voglia di giocare o no.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. prawn - 4 settimane fa

    Forza M’Baye, oggi si tifa Senegal!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Mauro_Mo - 4 settimane fa

    l’ho letto anch’io, ma se così è ben venga, teniamoci Barreca

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. FVCG'59 - 4 settimane fa

    Che piaccia o no, Niang è un giocatore del Toro e io spero di cuore che faccia bene: per se è per il suo Senegal!
    Ha potenzialità fisiche e tecniche enormi: se la forma lo supporta e la testa lo assisterà (è anche diventato papà) potrebbe diventare la lieta sorpresa del Toro prossimo venturo.
    Io ci credo e faccio il tifo per te!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. user-13719128 - 4 settimane fa

    in altri siti danno la notizia che Bruno Peres ha rifiutato il Toro. Non è vero , o qui non se ne è accorto nessuno?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. prawn - 4 settimane fa

      Vero, ma qui diranno ancora per 4/5 giorni quasi fatta, ci sta pensando, che piace sempre molto.

      Secondo me gli articoli li ritrita un computer, non scritti da umani

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy