Salvatore Lanna: “Al Chievo una lunga e felice carriera, al Toro un’occasione da non perdere”

Salvatore Lanna: “Al Chievo una lunga e felice carriera, al Toro un’occasione da non perdere”

Esclusiva TN, il doppio ex di Torino – Chievo: “Sotto la Mole la mia prima esperienza in un grande club”

Commenta per primo!

Salvatore Lanna, ex terzino sinistro, ha giocato per gran parte della sua carriera nel Chievo Verona, dal 1996 al 2007, prima di trasferirsi a Torino, sponda Toro, per il campionato di serie A 2007/2008. Per lui 312 presenze e 6 reti con la maglia gialloblu, 29 presenze e una rete con quella granata.

Salvatore Lanna, con il Chievo tante partite e tante soddisfazioni, mentre con il Torino una sola stagione, giusto?
E’ vero. Sono rimasto al Chievo per buona parte della mia carriera e ho giocato a Verona per tanti anni. Poi è arrivata un’occasione unica come quella di vestire la maglia del Toro e allora ho deciso di sfruttarla.

Come valuti la tua esperienza a Torino?
E’ stata la mia prima esperienza in un club così importante e prestigioso e quindi avevo tanta voglia di far bene. Riuscimmo a salvarci, ma quella squadra avrebbe sicuramente potuto fare di più perché aveva qualità. Ricordo in ogni caso la città con grande affetto e sono contento di aver giocato in una piazza dalla tradizione così grande.

In quegli anni forse il livello della serie A era più alto di oggi, sei d’accordo?
Sì, perché noi, pur avendo una squadra piuttosto forte per la categoria, lottavamo per salvarci, e abbiamo avuto difficoltà per tutta la stagione.

Il Chievo ha fatto un buon campionato e ha disputato anche una buona gara nell’ultimo derby contro il Verona, mentre il Toro, dopo Genoa, deve dire forse addio ai suoi sogni europei. Restano comunque la consapevolezza di aver disputato una buona stagione e l’interesse per gli esperimenti nelle prossime partite, non è così?
Sono d’accordo: il Torino ha disputato una grande stagione. Ha avuto qualche difficoltà iniziale, poi però ha trovato la chiave giusta e ha ottenuto degli ottimi risultati. L’ultima gara contro il Genoa è stata negativa, con un passivo piuttosto pesante, ma l’annata resta comunque di alto livello.

Merito anche di Ventura?
Ventura è un allenatore molto preparato, che ha saputo dare continuità a un progetto e che ha saputo valorizzare i giovani, rendendo contenti i tifosi.

Nel tuo ruolo, nel Torino odierno, gioca Matteo Darmian. Pensi che lo vedremo ancora in granata in futuro?
Questo non lo so, perché sono valutazioni che spettano alla società. Darmian ha disputato una grande stagione, giocando sempre su ottimi livelli. Quando ti confermi anno dopo anno vuol dire che hai una costanza significativa sia tecnica che mentale. Il Toro è già di per sé una piazza importante, anche se magari il ragazzo, vista anche la giovane età, ha piacere di fare un ulteriore salto di qualità, con i granata che ricaverebbero una plusvalenza notevole dalla sua cessione.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy