Samp-Toro: ecco tutti i numeri

Samp-Toro: ecco tutti i numeri

La storia degli scontri diretti tra Sampdoria e Torino allo stadio Luigi Ferraris di Genova ebbe inizio in un lontano 2 marzo del 1947: davanti a circa 30mila spettatori la gara si concluse con la vittoria finale per i blucerchiati col risultato di 3-1. A partire…

La storia degli scontri diretti tra Sampdoria e Torino allo stadio Luigi Ferraris di Genova ebbe inizio in un lontano 2 marzo del 1947: davanti a circa 30mila spettatori la gara si concluse con la vittoria finale per i blucerchiati col risultato di 3-1. A partire da quel primo confronto, le due compagini si sono incontrate in 59 occasioni nel capoluogo ligure: 46 in serie A, 2 in serie B e 11 in Coppa Italia.

 

MARASSI, CAMPO OSTICO – Secondo la tradizione (e gli annali) Marassi è un campo piuttosto difficile per il Toro che, nonostante le 30 sconfitte a fronte delle solo 7 vittorie, è riuscito comunque a raccogliere la bellezza di 22 pareggi. Proprio il segno X, comunque, è il risultato che è stato riscontrato con maggiore frequenza: sui 22 pareggi totali ben 20 sfide sono terminate all’inglese o a reti inviolate. Interessante il dato degli 1-1: se ne possono contare ben tra tutte le gare disputate tra Sampdoria e Torino.

   
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 



Risultati con maggiore frequenza:

 

1-1

12 volte

0-0

8 volte

1-0

8 volte

2-1

8 volte

GOL, MENO DI UNO A PARTITA – Tra tutte le 59 partite disputate nelle varie competizioni – com’era prevedibile dato il bilancio negativo dei risultati – le statistiche dei gol non sorridono ai granata: la Sampdoria si attesta quasi sul gol e mezzo a partita, mentre il Toro si ferma a una media di 0,8. Guardando slo le sfide giocate in serie A (46 partite), i blucerchiati abbassano leggeremente la media realizzativa, passando a 1,28, mentre i granata rimangono più o meno costante a quota 0,76.

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 

 

 

Andando a vedere le partite senza gol segnati dalle due squadre – tra tutte le varie competizioni disputate a Marassi: serie A, serie B e Coppa Italia – ci si può accorgere, tuttavia, che la Sampdoria è rimasta a secco soltanto in 10 occasioni, contro le 24 gare di digiuno del Torino.

VENTURA E ROSSI, DUE AMULETI – A rincuorare le statistiche granata ci pensano i precedenti del tecnico Ventura contro la formazione bluecerchiata di Genova – nonchè squadra per la quale l’attuale tecnico del Toro ha un debito d’affetto: in 9 scontri diretti, l’allenatore ligure è stato sconfitto soltanto una volta, quando allenava il Bari (3-0, stagione 2010/2011), raccogliendo 4 pareggi e altrettante vittorie (tra cui pure uno 0-5 quando era alla guida del Cagliari, nell’anno ’98/’99). Ad avvalorare ulteriormente il suo ruolo di amuleto ci pensano le quattro partite disputate dai granata sotto la sua gestione contro la Sampdoria: con due vittorie (collezionate negli anni della serie B, 1-2 in rimonta al Ferraris con gol di Suciu e 2-1 all’Olimpico con rete decisiva di Meggiorini) e due pareggi, raccolti la scorsa stagione in serie A (0-0 a Torino e 1-1 a Genova).

 



Mario Gago Huerta

(foto M.Dreosti)

 

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy