Sampdoria-Torino: la difesa blucerchiata non è un fortino inespugnabile

Sampdoria-Torino: la difesa blucerchiata non è un fortino inespugnabile

Focus on / Il reparto difensivo doriano è molto forte nei palloni alti ma potrebbe patire il rapido fraseggio palla a terra del Toro

Commenta per primo!
testa

La Sampdoria si schiera solitamente con una difesa a 4 dotata di grandi doti fisiche e atletiche. I centrali di ruolo sono Silvestre e Skriniar mentre i terzini saranno probabilmente Regini e Pedro Pereira. Se il reparto difensivo blucerchiato potrà contare su uno strapotere fisico, il Torino, dalla sua ha un tridente di grande fantasia e tecnica capace di far male anche con un rapido fraseggio palla a terra.

CENTRALI FISICI – La coppia centrale è composta dal duo Silvestre-Skriniar. I due, da inizio campionato a oggi hanno mostrato ottime doti fisiche, in particolar modo nei palloni aerei, ma anche grossi limiti. La difesa blucerchiata, con 20 gol al passivo, non si è certo dimostrata un fortino inespugnabile. Il Torino però potrebbe subire questo strapotere fisico e la cattiveria agonistica che i due sono soliti offrire. Starà dunque al tridente di Mihajlovic far male alla Sampdoria con quelle incursioni, quel fraseggio palla al piede e i soliti gol che hanno permesso all’attacco del Torino di essere il secondo migliore attacco in Serie A.

Pedro Pereira UC Sampdoria v Bologna FC - Serie A

TERZINI DUTTILI – Causa anche l’infortunio di Sala, a scendere in campo con il Torino, potrebbe scendere in campo da titolare sull’out di destra Pedro Pereira. Il giovanissimo portoghese classe ’98 si è già messo in mostra, tra quest’anno e l’anno scorso, più di una volta. Per lui grandi doti tecniche ma non una costante spinta offensiva dovuta forse anche all’inesperienza. Il compagno di reparto che occupa però l’out opposto è Vasco Regini. Il ragazzo, tornato in blucerchiato in Estate dopo la sfortunata parentesi al Napoli, si è subito ripreso la titolarità con buone prestazioni. Regini può contare su ottime doti fisiche e una buona corsa ma ha già avuto, durante questo inizio di campionato, qualche amnesia difensiva di troppo. E con Iago-Ljajic come diretti concorrenti servirà ai due una prestazione di grande attenzione e sacrificio.

Il match di Domenica a Marassi potrebbe dunque rivelarsi molto interessante. La tecnica dell’attacco granata contro la fisicità della difesa della Sampdoria. Alla fine la spunterà solo chi riuscirà a essere più decisivo.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy