Santana: ”Abbiamo regalato un tempo all’Udinese”

Santana: ”Abbiamo regalato un tempo all’Udinese”

Non era il solito Toro che eravamo abituati a vedere, quello che nei primi 45′ minuti ha subito i colpi e le incursioni dell’Udinese. A prescindere di alcune decisioni discutibili dell’arbitro Banti, il Torino è sceso in campo con l’atteggiamento sbagliato, aspramente criticato nel dopopartita da Gillet, Santana e Glik. Di seguito le loro dichiarazioni: 


SANTANA – “Abbiamo regalato il primo tempo all’Udinese. Non è un problema di reparto, tutta la squadra ha avuto un approccio sofferto. Il fallo su di me a fine primo tempo? Era rigore, però l’arbitro non l’ha fischiato e quindi peccato. Tutti si lamentano, ma se gli episodi non ci sono favorevoli noi i punti salvezza ce li dobbiamo prendere sul campo con un atteggiamento diverso rispetto a quello avuto nel primo tempo. Nella vita e nel calcio c’è sempre da imparare: con Ventura ho studiato tanto e spero di imparare ancora molto per dimostrare di poter ancora fare la mia parte in questo Torino. Io ho voglia di mostrare che posso ancora giocare ad alti livelli.”

 

GILLET – “Nel primo tempo non è stato il solito Toro, eravamo molli. Dobbiamo ripartire dal secondo tempo, in cui abbiamo fatto meglio, e da lì continuare a fare punti per dare una sterzata al campionato. Abbiamo oncesso qualcosa in più del solito, ma anche le condizioni del campo non ci hanno di certo agevolato. Lavoreremo duro per migliorare. Il nostro futuro si decide nelle prossime tre partite, contro Atalanta, Cagliari e Palermo. E’ un momento importantissimo per il prosieguo della nostra stagioneo. Riguardo alle decisione a nostro sfavore, non voglio credere e sperare che si tratti di una compensazione; la classe arbitrale è ottima. Tutti dicono che sono netti, avremo anche degli episodi a favore in futuro. Sono contento delle chiamate in Nazionale; fa piacere. Quella è una ciliegina sulla torta ma ora penso solo al Toro e a far bene con il Toro.”

 

GLIK – “Noi dobbiamo pensare a giocare e non agli errori arbitrali, succedeno dovunque e contro tutti. Se c’è qualcosa da dire è meglio lo faccia la società, noi dobbiamo pensare a giocare. Dopo un primo tempo così così, abbiamo fatto una buona prestazione e potevamo anche pareggiare. L’Udinese ha un attacco forte, noi tutte le settimane dobbiamo stare sempre attenti, ed un calo di concentrazione è comprensibile. L’inizio della partita non è stato alla nostra altezza. Ora dobbiamo dimenticare questa partita e pensare subito all’Atalanta. Ora dobbiamo pensare ad arrivare a 40 punti, ottenendoli contro l’Atalanta come contro il Milan.”

 

Redazione TN

(foto M. Dreosti)

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy