Sassuolo, quanti gioielli a centrocampo: Sensi, Pellegrini, Duncan

Sassuolo, quanti gioielli a centrocampo: Sensi, Pellegrini, Duncan

Verso il match, il centrocampo avversario / Di Francesco potrebbe affidarsi ancora ad Aquilani, Sensi e Pellegrini per formare il 4-3-3.

2 commenti
Pellegrini

Domenica sera sul campo dell’Olimpico Grande Torino andrà in scena Torino-Sassuolo, ultima partita di questo campionato. Al contrario del Toro, reduce da due brutte sconfitte contro Napoli e Genoa, i neroverdi arrivano da una serie positiva di sette giornate, con l’ultima vittoria domenica scorsa contro il Cagliari per 6-2. E a dare grande sostegno alla squadra c’è sicuramente un centrocampo spesso schierato con tre uomini, solido e compatto.

La difesa del Sassuolo: quante lacune

GLI UOMINI – Il modulo preferito da Di Francesco è il 4-3-3, a volte alternato al 4-2-3-1. Nel centrocampo a tre quasi sempre a fare da titolari sono Aquilani, Sensi e Pellegrini. Aquilani, arrivato al Sassuolo nel mercato di gennaio, fin da subito è stato impiegato come regista della squadra, affiancato spesso dai giovani Pellegrini e Sensi.
Stefano Sensi ha già disputato 13 gare e realizzato un gol in questa stagione e si è messo in mostra per le sue qualità nell’intercettare i passaggi e nei contrasti.

MAGNANELLI IL CAPITANO – A completare il trio c’è il ventunenne Lorenzo Pellegrini, centrocampista di qualità con all’attivo in questo campionato 27 presenze, 6 gol e 6 assist. Di certo è lui l’uomo del reparto che potrebbe impensierire di più la difesa granata. Pellegrini infatti ricorre spesso ai tiri dalla distanza e ha ottime abilità nei calci piazzati. Altri ragazzi su cui Di Francesco può fare affidamento sono Biondini, giocatore affidabile e d’esperienza, Duncan, molto forte nei cross (21 presenze e 1 gol in campionato), e Magnanelli, in grado di effettuare passaggi insidiosi. Quest’ultimo, regista e capitano della squadra, è il simbolo del Sassuolo: in neroverde dal 2005, ha dedicato la carriera a questa maglia, portando la squadra dalla Serie C2 alla Serie A, rendendosi protagonista in ogni categoria. In questa stagione ha riportato la frattura del legamento crociato, rimanendo fuori sino a domenica scorsa, nella gara contro il Cagliari, in cui ha realizzato anche una rete.

2 commenti

2 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. iugen - 5 mesi fa

    Torino, quante schiappe a centrocampo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. prawn - 5 mesi fa

    Ma non li avevamo noi i gioelli, baselli, benassi, lukic, gusta, aramu, ecc

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy