Sassuolo-Torino 1-1, altro giro e altra corsa: rigore su Zaza, ma il Var sorvola

Sassuolo-Torino 1-1, altro giro e altra corsa: rigore su Zaza, ma il Var sorvola

L’arbitro / Il VAR funziona a metà: bene su Di Francesco e Ola Aina, manca un rigore al Toro

di Alberto Giulini, @albigiulini

Si è concluso con un pareggio l’incontro andato in scena al Mapei Stadium tra il Sassuolo ed il Torino. Una gara in cui è stato grande protagonista, ancora una volta, il VAR, tra rigori non concessi e reti giustamente annullante. Ma procediamo per ordine, andando ad analizzare episodio per episodio le vicende della gara di ieri.

RIGORE SU ZAZA – Al diciannovesimo del primo tempo arriva l’episodio che maggiormente ha fatto discutere: Zaza controlla in area e va giù dopo un contatto con Marlon. Banti fa segno di giocare ed al termine dell’azione, tra le proteste dei granata, fa ricorso al silent check, dove Aureliano conferma la decisione del direttore di gara. Andando ad analizzare l’azione, si nota però come il contatto sia da rigore ed anche l’intervento del VAR non abbia portato alla decisione corretta. Lascia comunque molte perplessità il fatto che Banti non abbia fatto ricorso all’on field review per andare a verificare di persona al monitor. Aureliano, a differenza delle posizioni di fuorigioco su cui non c’è margine d’interpretazione, ha deciso infatti di non discostarsi da quanto deciso dal collega in campo, che ha visto e giudicato l’azione: avrebbe quantomeno potuto consigliare di rivedere tutto. Insomma, senza girarci intorno, il Torino è stato penalizzato ancora.

US Sassuolo v Torino FC - Serie A

MATRI E RINCON – Al 34′ a chiedere un rigore è Alessandro Matri, fermato da Nkoulou in area di rigore. Le proteste da parte dell’attaccante neroverde proseguiranno anche nel post partita (Qui le sue parole), ma in questo caso la decisione di Banti è corretta: Nkoulou interviene sul pallone, non c’è fallo. Nel finale del primo tempo, invece, c’è un cartellino giallo di troppo ai danni di Rincon: il venezuelano interviene in scivolata da dietro, ma prende il pallone e non commette fallo. Così come sarebbe stata esagerata la seconda ammonizione di Rincon per tiro a gioco fermo. Quando l’arbitro fischia, infatti, il venezuelano è sul punto di calciare e non riesce a fermarsi: non c’è volontarietà.

Le pagelle di Sassuolo-Torino 1-1: riscatto Ichazo e Zaza. Ma non basta

FUORIGIOCO, VAR OK – Nel secondo tempo è corretta la decisione di non concedere un calcio di rigore per fallo di Ola Aina su Di Francesco. L’intervento del nigeriano è infatti falloso, ma è corretta la segnalazione dell’assistente, confermata poi dal VAR, della posizione di fuorigioco del giocatore del Sassuolo. Altrettanto giusta la segnalazione della posizione irregolare di Ola Aina che porta ad annullare, ancora con l’ausilio della tecnologia, il gol di Iago Falque. Sul tiro di Rincon, infatti, l’esterno si trova in fuorigioco e la deviazione della difesa neroverde non rappresenta una giocata.

WhatsApp Image 2018-12-22 at 17.01.20

36 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Calogero - 5 mesi fa

    E’ pieno di gobbacci ai vertici della lega serie A e il Torino è penalizzato sistematicamente. Come quando sbaglia un giocatore o un allenatore, c’è la sanzione che dovrebbe essere applicata anche agli arbitri e al Var. L’errore deve essere sanzionato economicamente e con squalifica per una o più giornate in base al numero di errori non rilevati. Troppo comodo se no…Ormai è palese agl’occhi di tutti una certa sudditanza, per chi nutrisse ancora dei dubbi basta guardare l’arroganza di alcuni calciatori che sembrano quasi pretendere determinate situazioni e vedrete come tornano i conti…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. user-13734369 - 5 mesi fa

    cg come volevasi dimostrare è come avevo già detto tempo fa in EL non vogliono farci andare è uno schifo punto e basta

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. giacki - 5 mesi fa

    Siamo la vittima perfette per i direttori di gara.cosi possono dire :facciamo errori anche con la squadra di Cairo padrone della gazzett!!!!!Allora usala presidente

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Toro71 - 5 mesi fa

    Ma quanti punti avrebbe il Toro in classifica senza tutti questi errori arbitrali o del VAR??? Col Toro c’è malafede altrimenti non sono possibili tutti questi episodi a noi sfavorevoli. Ormai sembra quasi superfluo lamentarsi per un rigore non segnalato dal VAR. È sempre più difficile dare credibilità al gioco del calcio da quando non è più uno sport, ma solo un grande business

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. bergen - 5 mesi fa

      A ieri 10 punti in più. Ma siccome vincere aiuta a vincere questa è una stima per difetto.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. policano1967 - 5 mesi fa

    col nuovo regolamento il gol di iago e irregolare.fanno conto siccome la devizione e fortuita e nn voluta che sia stato rincon a dargli il pallone.un altra alchimia studiata.diciamo che a sto punto il fuorigioco da regolamento ci sta.fa bene il var ad analizzare il gol visto che l arbitro lo ha convalidato a farlo annullare.ragazzi il var chiama chiama l arbitro per dire che ha sbagliato.la domanda e un altra.perche il var nn chiama l arbitro e dice guarda che il rigore su zaza ce tutto.lo abbiamo visto lo ha preso in pieno.perche il var nn chiama l aarbitro nel derby e dice come hai fatto a nn vede che il gobbo se lo tira giu per la maglia e rigore.come fa il var a nn vedere i falli subiti dal toro?e chiaro e pura malafede.siamo la squadra che per compensarci devono darci 2 rigori a partita a prescindere se ci siano o no.nn vederli e malafede.capirei di puiu se si fermasse il gioco si analizzino e nn si danno.il fatto di nn vederli neppure e malafede da parte del sistema contro la societa.a sto punto inutile girarci intorno.o cairo smette di fa la pecora e fa un azione eclatante o la musica nn cambia.in lazio cagliari il var ha visionato un inutile rigore al cagliari sul 3 a 0 dove le squadre erano gia negli spogliatoi.io denuncerei lega e arbitri per danni procurati.per quanto riguarda poi il gioco,il toro ha seri problemi.e una squadra che nn convince e una volta il vantaggio aspetta passivamente il gioco avversario fino a farsi riprendere.e successo troppe volte.mazzarri ma anche i giocatori nn convincono.squadra fragile e mazzarri propenso al nn gioco.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ddavide69 - 5 mesi fa

      Basterebbe che sulla gazzetta facesse uscire un paio di articoli dove sotterra gli arbitri e poi vorrei vedere se la storia non cambierebbe. Solo che nin gliene fotte abbastanza per farlo e nou continuiamo a mangiare merda. Buon appetito.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. ToroMeite - 5 mesi fa

    É giunta veramente l’ora che la gente non si curi piú di questa piovra del pallone. Almeno fino a quando non verrá resa giustizia. Viva lo Sport, quello vero.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. BACIGALUPO1967 - 5 mesi fa

      Faccio notare che alla succursale gobba in terra emiliana l’arbitro ha dato un rigore molto meno evidente rispetto a quello non dato a Zaza…
      La malafede è conclamata.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Granata - 5 mesi fa

    Il goal di Falque è regolare!!!! La palla che arriva ad Ola Aina, in fuorigioco con altri 6 giocatori, gli è arrivata, per caso fortuito, da un tiro di Rincon DEVIATO CHIARAMENTE da Berardi per cui trattasi di tocco giocatore Sassuolo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. BACIGALUPO1967 - 5 mesi fa

      Assolutamente vero

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Pepe - 5 mesi fa

      Ma infatti, qualcuno puó dare delucidazioni in merito al gol annullato a iago?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. Granata - 5 mesi fa

      @pepe sbaglierò ma credo che la valutazione sbagliata sia partita dal fatto che hanno valutato il fermo immagine del tiro di Rincon e la posizione di Aina. Se avessero valutato l’azione per intero lo avrebbero dovuto convalidare visto che il tocco evidentissimo di Berardi mette tutti in gioco.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. BACIGALUPO1967 - 5 mesi fa

        Manipolazione della verità

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. BACIGALUPO1967 - 5 mesi fa

        Berardi cerca di frapporsi al tiro… Dunque l’azione riparte da Berardi per cui Aina è in gioco.
        Ai gobbi non lo avrebbero annullato

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    4. Hagakure - 5 mesi fa

      18) Come si comporterà l’arbitro se un calciatore in posizione di fuorigioco
      al momento del tocco (tiro o passaggio) del compagno, riceve il pallone non
      direttamente, ma a seguito di una deviazione procurata da un avversario, da
      un palo, dalla traversa, dall’asta della bandierina d’angolo, dall’arbitro o da un assistente dell’arbitro sul terreno di gioco?

      L’arbitro valuterà punibile detta posizione di fuorigioco, quando il calciatore trarrà vantaggio dalla sua posizione, toccando il pallone dopo la deviazione.

      Circolare 1_1718 – AIA – Regola 11, Il fuorigioco.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Granata - 5 mesi fa

        Se la circolare è aggiornata, è sbagliata la mia interpretazione.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. Granata - 5 mesi fa

        La circolare che riporti è stata aggiornata ma il senso non cambia, se un avversario tocca la palla fortuitamente è ininfluente per cui era da annullare.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. BACIGALUPO1967 - 5 mesi fa

          Sicuri che sia fortuito?

          Rispondi Mi piace Non mi piace
        2. Hagakure - 5 mesi fa

          Il cuore della questione è nella frase”….quando il calciatore trarrà vantaggio dalla sua posizione, toccando il pallone dopo la deviazione”.

          Fortuito o meno il tocco di Berardi, Aina trae nettamente vantaggio dalla sua posizione: in effetti prende la palla, va sul fondo e crossa per l’arrivo di Iago che insacca.

          Dunque gol da annullare.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. BACIGALUPO1967 - 5 mesi fa

            Solo se la deviazione è involontaria. Se la deviazione è volontaria no.

            Mi piace Non mi piace
      3. Akatoro - 5 mesi fa

        Non più che la volontà di si guarda il colore della maglia

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Madama_granata - 5 mesi fa

    Ripeto ancora una volta, e me ne scuso, il mio solito ritornello: IL TORO NON PUÒ E NON DEVE RAGGIUNGERE TRAGUARDI CHE SCOMPIGLIEREBBETO DECISIONI PRESE A TAVOLINO PRIMA DELL’INIZIO DEL CAMPIONATO.
    – MEDIO-ALTA CLASSIFICA, SÌ, con magari qualche “acuto” in qualche singola partita.
    – POSIZIONI DI VERTICE CHE POTREBBERO ESCLUDERE DALL’EUROPA SQUADRE GIÀ PREDESTINATE, NO!
    Sono ormai convinta che gli ARBITRI SIANO SOLO ESECUTORI DI ORDINI, CHE A LORO GIUNGONO CHIARI E PRECISI DA CHI ESERCITA IL POTERE, ANCHE NELLO SPORT ( in particolare nel calcio, che muove una immensa massa di danaro).
    Non è credibile che tutto l’organico arbitrale che “gravita” nella serie A, nel suo complesso, abbia antipatia per il Toro, e per ciò abbia deciso di danneggiarlo!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ProfondoGranata - 5 mesi fa

      Può darsi. Tuttavia ieri non era impossibile per noi segnare un goal nel primo tempo o anche nel secondo.
      Occasioni non ben sfruttate ce ne sono state…
      Purtoppo è sotto gli occhi di tutti che due bravi giocatori come Belotti e Zaza non riescono a concretizzare come dovrebbero ed è anche evidente che chi li rifornisce di assist fa la differenza.
      L’arbitro può essere determinante quando hai un gol di scarto. Ma se allunghi le distanze ti metti al sicuro.
      Errori o no almeno 6 punti per non esagerare li abbiamo persi per nostra ingenuità o poca determinazione.
      La squadra è buona. L’allenatore ha l’esperienza per fare la differenza e il presidente non ha nulla da farsi perdonare.
      Ma come in un puzzle tutte le tessere devono essere messe bene al loro posto altrimenti il disegno non emerge.
      Forse uno scambio Soriano-Lialjic darebbe una marcia in più ma credo che più di tutto serva trovare un assetto stabile che funzioni sia a livello tattico che mentale.
      Oltre alla formazione migliore serve anche la concentrazione e la determinazione migliore.
      Forse su questo dovremmo investire di più tutti quanti.
      Non accontentarsi ma motivare di piu dandosi obiettivi anche piu sfidanti e fare meno critiche esaltando di più i punti di forza potrebbe essere un buon inizio.
      FVCG

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. drino-san - 5 mesi fa

      É esattamente così. Le classifiche sono fatte a tavolino prima dell’inizio del campionato. Basta guardare come tengono su quei quattro morti della roma e del milan. Allo stesso modo l’atalanta e la lazio vengono frenate al momento giusto per non rischiare di trovarsele troppo in alto. E non sono i rigori o il var gli strumenti. Sono i falli contro, i cartellini metodici, le botte non viste e le intimidazioni agli allenatori.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. Jerry - 5 mesi fa

    il Var cosi utilizzato non serve a nulla, è aumenta di più le polemiche,Crea più malumori che altro. Una volta si poteva ancora credere alla buona fede del direttore di gara, nel giudicare o non un contatto in area di rigore. Si poteva ancora credere nel guardialinee che leggeva o no un fuorigioco millimetrico. Ma se ora con il Var a disposizione, nonostante gli episodi siano palesi, non viene utilizzato, è perché vi è una sorta di pregiudizio nei confronti di alcune società. È palese, che anche ieri, chi era al Var non abbia voluto assumersi la responsabilità di contradire chi arbitrava, recando l’ennesimo danno nei nostri confronti. O si cambia, dando un senso più logico all’utilizzo della tecnologia, o è meglio tornare all’antico, tanto le stesse porcate che capitavano anni fa’, persistono, anzi aumentano i malumori da parte di società, allenatori, ma soprattutto di noi tifosi, che arriviamo a capire che forse, sotto sotto, esiste quello che anche prima immaginavamo. LA MALAFEDE!!!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. spelli_446 - 5 mesi fa

    Vedo che quasi tutti i commenti vertono sui punti persi per colpa di arbitri e var. Vero, però se fossimo capaci di fare un gioco decente e infilare qualche volta il pallone dove si deve non ci sarebbe var che tenga. Lo spettacolo offerto ieri dai nostri non è di sicuro da EL e se avessimo vinto non sarebbe stato meritato.E poi quanti punti persi negli ultimi minuti ! Ieri nonostante la speranza da tifoso che andasse bene fino alla fine, presagivo che alla fine ci avrebbero silurato come tante altre volte. Gasperini si è arrabbiato coi suoi perché in questo modo non si va in El… intanto hanno un punto più di noi e un gioco che noi ce lo sogniamo…che dovremmo dire noi…?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Pepe - 5 mesi fa

      Scusa ma l’articolo parla del var, poi noi é vero in fase d’attacco facciamo schifo, ma se ci sono dei rigori o azioni da rivedere é giusto che si usi adeguatamente sta cazzo di tecnologia di merda chiamata var

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. drino-san - 5 mesi fa

    La serie A ormai è uno spettacolo osceno.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ddavide69 - 5 mesi fa

      Concorso

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. torracofabi_142 - 5 mesi fa

    D’altronde De Zerbi lo aveva dichiarato: banti è una garanzia!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. tric - 5 mesi fa

    Nella foto c’è un giocatore del Toro che ha … due teste. Una è di Magnanelli?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. Conta7 - 5 mesi fa

    Quello che ci stanno facendo non credo abbia precedenti, è semplicemente scandaloso!
    Da sempre – e in particolar modo quest’anno – tutte le squadre che si sono lamentate (vd Fiorentina, Roma, Inter, tra l’altro al primo episodio contro) poi dopo sono state favorite o comunque hanno avuto un fisiologico occhio di riguardo in più, almeno nell’andare a controllare.
    Con noi invece continuano imperterriti con questo oscurantismo e ciò è inquietante.

    Probabilmente qualcuno dall’alto ha deciso che il Toro non può stare ai piani alti della classifica, perchè ci hanno troppe rapine a mano armata clamorose!
    E pensare che sarebbero bastati il 50% dei torti in meno per stare sui 30 punti.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  15. Daniele abbiamo perso l'anima - 5 mesi fa

    Ci sta accadendo quello che fecero alla Lazio lo scorso campionato e che costó a loro la Champions League.
    Solo che la Lazio giocava bene e segnava gol a valanga e arrivarono quinti.
    Noi invece in attacco siamo male assortiti, non abbiamo un giocatore che salta l’uomo, ci manca uno che batte le punizioni e il nostro mister se ne strafotte della fase di attacco e della costruzione del gioco, ma cura solo la difesa e pensa a distruggere il gioco avversario. Perciò, tra Var e Walter siamo condannati (Anche quest’anno) alla metà classifica.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. GlennGould - 5 mesi fa

      Io mi ripeto, e dico che il toro non può permettersi di affrontare il sassuolo di turno, che gioca in modo assatanato, con spirito meno combattivo, come è accaduto ieri. Detto ciò, anche io inizio ad intravedere un parallelo con la lazio dell’anno scorso; gli errori iniziano ad essere troppi, ed il modo di (non) utilizzare il var comincia ad essere quantomeno sospetto.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Daniele abbiamo perso l'anima - 5 mesi fa

        Purtroppo Glenn non è sospetto …ma palese. Per la corsa all’EL ci sono squadre più ..influenti come Milan e Roma (perché una di loro in Champions non andrà ) e quindi danneggiano la più pericolosa sulla carta (che siamo noi ) così come lo scorso anno lo misero in quel posto alla Lazio.
        Solo che il problema non è solo il Var ma anche il Walter e le sue strane strategie.
        Un allenatore che in teoria punta sugli esterni ma di fatto quanti cross dal fondo hai visto finora ? Si conteranno sulle dita. E lo stesso dicasi per la sciagurata scelta di rinunciare a Ljaijc che lo scorso anno con tutte le sue bizze fece comunque 10 gol e altrettanti assist.
        Realisticamente tra arbitri e carenze in rosa la vedo dura puntare al sesto o settimo posto.
        Forse più semplice andare avanti in coppa Italia.

        Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy