Sassuolo – Torino, parla Ventura: “Vicini a quello che vorremmo essere. Il derby? Una partita da vedere”

Sassuolo – Torino, parla Ventura: “Vicini a quello che vorremmo essere. Il derby? Una partita da vedere”

Sassuolo – Torino 1-1, postpartita / Le parole del tecnico granata: “Siamo sotto pressione dal primo di luglio, ogni tanto ci sta non portare a casa il risultato pieno”

Ecco le parole di Giampiero Ventura dopo Sassuolo – Torino. Un’occasione persa per il treno Europa? “Sul piano dei numeri sì, ma se il Torino avesse vinto non c’era nulla da dire. Siamo venuti per provare a vincere e lo abbiamo fatto. Poi Consigli ha fatto alcune parate decisive. Credo che il loro unico tiro nello specchio sia stato il rigore di Berardi. Siamo venuti qui per fare la partita contro un Sassuolo che gioca a memoria. Credo ci manchi poco per diventare quello che vorremmo essere: una squadra che la gente viene volentieri a vedere giocare”.

“Che cosa ci manca? Dobbiamo ancora imparare qualche concetto di spazio e tempo. Noi oggi abbiamo fatto bene, siamo andati fuori casa e abbiamo creato sei-sette occasioni da gol pulite. Questo è un gruppo sotto pressione dal primo di luglio, ogni tanto ci sta non ottenere il risultato pieno ma sono assolutamente soddisfatto.

“I rigori? Non li ho visti bene nessuno dei due. Rivedendoli mi sembra che Glik si sia assolutamente fermato, senza neppure cercare il pallone. Detto questo, ormai la partita è andata. Non è questo il nostro problema. Il problema è che quando hai tante palle gol così devi concretizzare di più. Però mi dicono che siamo la terza squadra del 2015, abbiamo più punti della scorso anno, abbiamo fatto bene in Europa League. Questa di Reggio Emilia poteva essere una grande tappa, invece è solo una piccola tappa, ma ci sono ancora sette partite, c’è tutto il margine per poter fare ancora bene.”

“Il mio futuro? Oggi è domenica e pensiamo alla partita, il resto sono chiacchere. Se la Samp mi ha cercato? Mi cercano tantissimi squadre, sono l’allenatore più ricercato… (sorridendo) Comunque chi mi cerca sempre è il presidente Cairo e son contento così. Il derby? Garantisco solo che sarà una partita da vedere: ce la giocheremo fino alla fine”.         

“I giovani? Stanno imparando e stanno crescendo. Martinez ha fatto una buona partita. Ho apprezzato il suo coraggio”.               

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy