Sclosa, sostanza e qualità per il Toro

Sclosa, sostanza e qualità per il Toro

Forse gli si può pure rimproverare oggi di lavorare come nuovo capo degli osservatori in Italia della Juventus, perché comunque Claudio Sclosa (52 anni oggi) è stato uno dei figli veri del Filadelfia. Prodotto del Settore Giovanile granata che in quegli anni era ancora decisamente florido e che servì a dare il cambi alla squadra campione d’Italia.

 

L’esordio in Prima Squadra nel ’79,…

Forse gli si può pure rimproverare oggi di lavorare come nuovo capo degli osservatori in Italia della Juventus, perché comunque Claudio Sclosa (52 anni oggi) è stato uno dei figli veri del Filadelfia. Prodotto del Settore Giovanile granata che in quegli anni era ancora decisamente florido e che servì a dare il cambi alla squadra campione d’Italia.

 

L’esordio in Prima Squadra nel ’79, ma soprattutto la consacrazione nella stagione successiva quando prese veramente in mano le redini del centrocampo granata. Ci fu anche una terza stagione, non troppo fortunata prima del suo passaggio al Bologna che sembrava potergli garantire quella continuità che andava cercando. Poi il Como prima del ritorno a Torino nella stagione ’84, una delle più belle in assoluto della storia recente, al fianco di un fenomeno come Leo Junior. Ma durò poco, ché a fine campionato emigrò a Bari, poi a Pisa e infine alla Lazio per sei campionati.
Appesi gli scarpini ha cominciato una nuova carriera come procuratore nella scuderia dell’ex dirigente granata Beppe Bonetto.

Redazione TN

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy