Se la strada è giusta: Torino, un mese fa l’ultimo gol subito su azione

Se la strada è giusta: Torino, un mese fa l’ultimo gol subito su azione

Crescita / Fu Taider l’ultimo a segnare ai granata dopo una manovra di squadra. Dopo di lui, solo calci da fermo

2 commenti

Ne è stata fatta di strada, dall’inizio del campionato per il Torino. E non lo si dica solamente dopo la bella vittoria contro la Roma, perché notevoli passi avanti erano stati fatti anche nelle partite precedenti, almeno sotto determinati aspetti, anche se i risultati non avevano sorriso alla squadra di Mihajlovic. Guardandosi però ora indietro con l’anima rasserenata dal successo sui giallorossi, si può notare i progressi dei granata, soprattutto in quello che è stato il maggior punto interrogativo del dopo-mercato: la difesa.

Il reparto arretrato, infatti, è stato spesso visto come il più fragile dei granata, e a ragione, a seguito di una vera e propria rivoluzione subita nella finestra estiva di calciomercato. I segnali di crescita, però, sono molto interessanti, e sottolineati da un dato significativo: i granata non subiscono gol su un’azione manovrata esattamente da un mese. Il 28 agosto, infatti, durante il netto successo contro il Bologna per 5-1, fu Taider a consegnare ai felsinei il provvisorio pareggio al 32′ del primo tempo – allora in porta c’era ancora Padelli. Da allora i granata non hanno più subito su attacchi portati dagli avversari durante le fasi consuete di gioco, ma sono caduti solamente a causa di calci da fermo.

Atalanta BC v FC Torino - Serie A

Tre le reti incassate i granata in questo mese: contro l’Atalanta, l’indecisione in uscita di Hart su calcio d’angolo favorì un liberissimo Masiello, mentre il successivo gol-vittoria fu realizzato su rigore da Kessié. Sempre su rigore la terza segnatura, che sarà peraltro ricordata per il 250esimo gol di Totti in Serie A; in mezzo, le reti bianche contro Empoli e Pescara. Con la Fiorentina c’è la possibilità di allungare ulteriormente questa striscia di imbattibilità su azione, attraverso la compattezza e l’intesa che i difensori granata, a prescindere dalla linea schierata da Mihajlovic, stanno dimostrando di acquisire giorno dopo giorno, partita dopo partita.

2 commenti

2 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. osvaldo - 2 mesi fa

    Calma ragazzi!
    piedi per terra e…pedalare!
    Troppo entusiasmo.
    Facciamo sentire il nostro affetto a tutto l’ambiente ma evitiamo il carico di troppe responsabilità specialmente ai più giovani che potrebbero andare in…fuorigiro!
    Forza Toro,facci divertire e sognare
    Osvaldo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. VecchiaQuercia52 - 2 mesi fa

    La partita contro la Fiorentina è fondamentale per capire questo Toro dove può arrivare e dare continuità alla squadra.

    FVCG

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy