Se non far nulla può essere un azzardo

Se non far nulla può essere un azzardo

Editoriale / Gruppo sostanzialmente inalterato a gennaio: strategia comprensibile, ma rischiosa

di Nicolò Muggianu

Logica, ma rischiosa. E’ definibile in questo modo, la strategia scelta dal Torino per questo calciomercato di gennaio. Quel che è certo è che si è scelto di agire in piena sintonia con le idee di Walter Mazzarri, che ha sempre chiesto una rosa limitata numericamente e compatta, in modo da poter coinvolgere tutti i giocatori nella stessa misura. E’ stato accontentato, ha un manipolo di venti giocatori più 3/4 giovani. Tutti potenziali titolari, diversi di loro impiegabili in più ruoli.

Solo cessioni, quindi: la sacrosanta partenza di Soriano, gli opportuni prestiti (in massima serie e da un allenatore che li stima) di Lyanco ed Edera, due ragazzi che restano patrimoni del club. Nessun acquisto ad integrare la rosa: la convinzione è che questa squadra possa avere in canna un girone di ritorno da 33-34 punti, quelli che non sono stati fatti per un motivo o per un altro nel girone di andata, quelli che potrebbero portare in Europa. Lo spogliatoio è coeso, affiatato e unito; è stato ritenuto utile non andare a stravolgere i suoi equilibri. Al contempo, visto che l’ossatura per il presente c’era, gli investimenti sono arrivati per ragazzi del 2000 e 2001: Singo, Marcos, i rinnovi di Millico e Kone. Il Torino inizia in questo modo a pensare al futuro.

A poter essere criticabile è non tanto la lacuna in termini di qualità (difficile trovare giocatori di alto livello sulla trequarti a gennaio, e comunque l’organizzazione e la corsa possono sopperire alla mancanza di piedi buoni). Ma la ristrettezza della rosa, soggetta facilmente ad andare in emergenza; la coperta rischia di essere corta in difesa e a centrocampo, come già si è visto nelle partite del mese di gennaio, sebbene Ansaldi abbia dimostrato di poter giostrare in mediana. Deve andare tutto bene, insomma. E poi quasi tutte le altre concorrenti per l’Europa (Milan, Fiorentina, Sampdoria) si sono rinforzate. Il Torino no: il Torino ha detto ai suoi giocatori “bastate voi”. Solo il campo dirà se sia stata o meno la strategia giusta: a noi pare logica e allo stesso tempo rischiosa. E per questo può destare scetticismo.

86 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. ToroFuturo - 3 mesi fa

    33-34 punti? Farà più punti Mihajlovic con il Bologna che Mazzarri con il Toro. Mazzarri ha un’organizzazione offensiva buona per una squadra di dilettanti e sta a galla con le scuse. È uno che fa perdere entusiasmo e mi dispiace per Millico che con Mazzarri rimarrà un anonimo. Belotti e Zaza ne sanno qualcosa.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. miele - 3 mesi fa

    Cairo non mollerà mai più uno come Mazzarri: dopo aver stranamente assecondato le cervellotiche richieste di Mihajlovic, intaccando il gruzzolo che si era accaparrato, per acquistare giocatori immaturi, non gli sembrerà vero di avere un allenatore che non vuole nessuno, anzi, non vuole nemmeno quelli che ha già in organico. Non ho ancora capito bene chi abbia voluto Soriano e Zaza. Se fosse stato lui, Mazzarri, avrebbe commesso gli stessi errori del predecessore ed ora, per compiacere il capo, si atteggia a risparmiatore che mira solo all’essenziale. Peccato per noi tifosi che così facendo, accetta di gestire un organico non all’altezza degli obiettivi, con gran giubilo del boss che potrà recuperare con la dovuta calma i soldi buttati, indifferente ai risultati che potrà conseguire questa squadra. A lui interessano altre cose.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. maxxvigg1968 - 3 mesi fa

    e visto che la dirigenza ha abbandonato la prima squadra ….. facciamolo anche noi !!!
    Olimpico Grande Torino deserto e riempiamo tutti al Filadelfia x spingere i nostri giovani verso lo scudetto …..

    proprio solo una settimana, come gesto di protesta

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. prawn - 3 mesi fa

    Come scritto sull’altro articolo abbiamo 16 giocatori affidabili, mi pare che gli under 22 non si siano dimostrati ne da europa ne affidabili

    Lasciamo stare quelli che dovrebbero essere da Europa e sono orchestrati da quel genio rendendo come una societa’ di serie B …

    Un altro anno da schifo, con l’aggravante (rispetto a mames che ne so o quattro buone partite di miha) che il gioco veramente latita e non vedo la luce alla fine del tunnel

    se va bene si conferma questo signore in panchina ma si cambia seriamente, tipo dar via Iago e comprare due esterni che sappiano fare il loro mestiere.

    altrimenti si tiene il magnifico 16 dream team e si prende un allenatore capace di farli giocare col 343

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. prawn - 3 mesi fa

      Precisazione sono 16 ‘anziani affidabili’ meno due portieri = 14 piu’ due giovani utili alla causa Lukic e Aina. Sempre 16 fa.

      Negare che abbiamo la coperta corta e’ da pazzi, se ami il toro lo vuoi vedere vincere non giocare con dei ragazzetti che fondamentalmente sono da C1 (il livello della primavera italiana) o delle eterne promesse (ma parigini quando ha cambiato una partita del toro?)

      Paradossalmente abbiamo dato via forse il miglior talento granata degli ultimi anni, Edera.

      Miha capiva un cazzo dal centrocampo in su, ma un attaccante vero, forse per la sua esperienza di difensore, quello si che lo capiva.

      Pezzenti ridicoli, state amazzando il toro bastardi

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Granata69 - 3 mesi fa

        Guarda che Miha era un attaccante, riciclato a fare il libero dopo più di metà carriera, libero mediocre peraltro… in campo in attesa di corner e punizioni dove eccelleva invece…

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. dattero - 3 mesi fa

    via il buon mazzarri,arriva un altro mediocre grigio bigio come lui,o un chiacchiere e distintivo come il serbo,o un altro seduto alla dx dell’Onnipotente come il guru ligure.
    il problema non è il mister,dai.
    la pma squadra stabilizzata a meta’ classifica nono posto costante,le giovanili,primavera in primis molto valorizzate perche’ portatrici di probabile plusvalenze spendendo poco o il giusto.
    Il ds prima squadra molto inadeguato e impreparato,il ds delle giovanili,che ha carta bianca totale,preparatissimo,radicatissimo sul territorio e con buone aderenze nelle altre regioni.
    la prima squadra avra’ una costante aria stantia,le giovanili,per quanto scritto sopra,potranno dare soddisfazioni.
    Io spero che possa cambiare l’aria

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Pimpa - 3 mesi fa

    C’è del dolo in società, lo ripeto, perché questa situazione tragica non può giustificarsi altro che così.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. ALEgranataALE - 3 mesi fa

    A questa squadra mancano manager di qualità e una società organizzata che cerchi ai di salvaguardare l’aspetto finanziario contemporaneamente ad una crescita graduale anche in termini di risultati sportivi L’impressione è che cambino giocatori e allenatori ma mai i risultati

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. marcohelg_385 - 3 mesi fa

    a detta di tutti il toro(torello)ha un sacco di problemi quindi non si capisce perche non ha cercato di risolverli al mercato…come hanno fatto a firenze e samp che tra l’altro han meno problemi di noi…la risposta c’è a questa societa’ non frega un cazzo dei risultati sportivi

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. robert - 3 mesi fa

    MAZZARRIIIIIII , hai visto come gioca l’Atalanta e come si fa a eliminare la Juventus?O forse NON CI HAI CAPITO NULLA ?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Marchese del Grillo - 3 mesi fa

      La seconda che hai detto.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. sarino - 3 mesi fa

      Confermo hanno giocato palla. A terra per tutta la partita è il toro che schema ha in attacco nei corner e nelle punizioni dal limite. Cairo e Petrachi confermate? Comunque massima fiducia in tutti e forza vecchio cuore granata.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. Hastasiempre - 3 mesi fa

    Boh …probabilmente potevamo fare uno scambio alla pari ZAZA/ICARDI, tanto era la stessa cosa , totalmente inutili entrambi
    Ma ci è andata bene , almeno Zaza non tratta un rinnovo di contratto da SETTE milioni di euro ahahahahahah , ma dove cazzo va a finire questo gioco del calcio ….certe cifre x onesti operai del pallone che al massimo possono corricchiare ne giardino di casa mia .

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. Granat....iere di Sardegna - 3 mesi fa

    Premesso che sicuramente il presidente non si è stracciato le vesti all’idea di non spendere un centesimo durante il calciomercato, credo che il motivo principale sia tecnico tattico. Il mister ha trovato la sua formazione tipo: sirigu,de silvestri,izzo,n’koulu,djidji,aina,ansaldi,rincon,meite,belotti,zaza. Nessuno spazio alla fantasia o all’improvvisazione. Una squadra costruita soprattutto per non far giocare gli avversari. Fisicamente potente e sicuramente non facile da affrontare. Probabilmente farebbe una bella figura anche nel campionato di rugby. Se riesce a non prendere gol e ne fa almeno uno magari vinciamo pure le partite. Scelte tecniche. Ogni mister ha il suo credo e Mazzarri è convinto che nel calcio conti di più il fisico che la tecnica. Da questo punto di vista è stato accontentato. Quando la squadra sta perdendo si azzarderà l’ingresso di qualche gracilino che però sa come toccare un pallone (Falque,Baselli e a ruota Parigini e Berenguer,con Lukic riserva della riserva Baselli). Non mi entusiasma l’idea ma se ci porta in europa avrà avuto ragione lui, altrimenti cambierò nik e ci aggiungerò viaMazzarri.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Simone - 3 mesi fa

      Sposo al 100% l’idea del campio nick.
      Tutti con lo stesso nick in tutte le sue varianti:
      viaMazzarri
      ViaMazzarri
      Viamazzarri
      viamazzarri

      etc
      etc

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Marchese del Grillo - 3 mesi fa

        Dov’è che si trova sta via Mazzarri? Ci porto a pisciare il cane

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Simone - 3 mesi fa

          😀

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. robertozanabon_821 - 3 mesi fa

    Credo che sul Torino sia stato detto tutto ed il suo contrario, sia da parte dei “contenti” che degli “ambiziosi”. La “faida” è in corso con tentativi reciproci, anche aggressivi, di imporre ognuno il proprio punto di vista all’altro e viceversa. Grande successo per ToroNews che, attraverso la sua legittima “funzione”, si occupa di “chiacchere”. Anch’io ne ho fatte molte riportando infine, come penso molti altri, un senso di sfinimento fisico e mentale tipico della “sindrome” da “assedianti” e “assediati”. Mi sono riproposto di adottare una specie di “armistizio” letterario per rifiatare un poco. Ci penserà, come sempre, il Campo a stabilire la verità sulle possibilità del Torino. “Gol si segna quando palla entra”. Di pali e di “peli” non frega nulla a nessuno. Il Tempo, in senso Cronologico, emetterà presto i suoi verdetti. Sperando nella “clemenza” della Corte, in mancanza della quale il Tempo, questa volta Metereologico, virera’ al brutto. Anzi, in tempesta.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. marione - 3 mesi fa

      Io invece spero nella severità della corte, quella di New York, che salassi ben bene sto pagliaccio

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. PrivilegioGranata - 3 mesi fa

    Napoli, gobbi, Sassuolo, Atalanta, Lazio, Roma e Toro hanno acquistato poco o nulla per il girone di ritorno. Alcune di esse hanno fatto acquisti che arriveranno a giugno.
    Il valzer di giocatori ha riguardato le altre squadre, quelle basse in classifica, che con una girandola di acquisti pressoché sconosciuti sperano di centrare la salvezza.
    Discorso a parte per la Fiorentina, con Muriel.
    Altro discorso ancora per il Milan, che non si capisce come possa continuare ad acquistare giocatori, con la situazione finanziara attuale che dovrebbe vincolarlo a un fair play rigoroso (misteri dei calci in cu.o uefa).

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. WGranata76 - 3 mesi fa

      La Samp, Viola e Milan si sono rinforzate, l’Atalanta non ne aveva bisogno e la Lazio pure, stanno bene così. Noi siamo i soliti e si sacrifica l’obbiettivo sportivo sull’altare del bilancio.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. PrivilegioGranata - 3 mesi fa

        Samp via Kownacki e Regini, dentro Gabbiadini e Thorsby. Boh.
        Viola arrivano Muriel e Zurkowski e vanno via Sottil, Diakhate, Diks, Eysseric (e Thereau. Ditemi voi.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Simone - 3 mesi fa

          Kownacki è in prestito temporaneo mentre Gabbiadini è con obbligo di riscatto.
          Fai te.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. PrivilegioGranata - 3 mesi fa

            Dov’è la bontà di tutte queste partenze e questi arrivi. Non ti fa pensare a un mercato estivo piuttosto sballato?

            Mi piace Non mi piace
        2. WGranata76 - 3 mesi fa

          E Sau tanto per gradire. Gabbiadini è un gran colpo per squadre di questo livello e Thorsby è di prospettiva.
          Muriel gli serviva perchè Pjaca e Mirallas hanno deluso ed è un gran colpo, Thereau ha novanta anni, Eysseric non è esploso, ma tutti e due non li hanno presi questa estate, ma la scorsa stagione.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Simone - 3 mesi fa

      La Lazio ha preso Romulo.
      L’Atalanta Ibanez dalla Fluminense
      A noi serviva un solo giocatore.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Simone - 3 mesi fa

        Il Sassuolo DEMIRAL a 7mln

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. PrivilegioGranata - 3 mesi fa

          Demiral dall’Alanyaspor, un difensore.
          Però ha ceduto Boateng al Barcellona.
          Mica male il cambio, vero?

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. Simone - 3 mesi fa

            Che sia ottimo o meno non spetta a me o a te giudicarlo.
            Hanno ceduto e preso altro.
            Noi abbiamo Ljajic credendo di sostituirlo con Soriano ed ora non abbiamo più nessuno.

            Mi piace Non mi piace
          2. PrivilegioGranata - 3 mesi fa

            Tu Simone stai magnificando gli acquisti degli altri, salvo poi rifugiarti in corner dicendo che non dobbiamo giudicare scambi tipo Boateng/Demiral?
            Dov’è la logica nella tua critica?
            Critichi tanto per criticare.

            Mi piace Non mi piace
          3. Simone - 3 mesi fa

            Dove avrei magnificato gli acquisti degli altri?
            Ho riportato i fatti senza esprimere una sola opinione.
            Sei te che lanci in giudizi su questo è meglio o questo è peggio tralasciando COMPLETAMENTE il fattore esigenza.
            Ogni squadra ha le sue per cui SOLO LORO sanno cosa gli serve.
            A noi, e non lo dico solo io che non sono nessuno, serviva un trequartista.
            Se poi Mazzarri vuole giocatori da rugby è una sua legittima scelta che xo’ noi abbiamo TUTTO IL DIRITTO di criticare.

            Mi piace Non mi piace
      2. PrivilegioGranata - 3 mesi fa

        La Lazio ha preso Romulo, ma al posto di Caceres che è andato alla gobba.
        E’ un buon cambio?
        L’Atalanta ha preso Ibanez, un difensore, ma ha ceduto Rigoni. Davvero tutto ottimo per gli altri?

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Simone - 3 mesi fa

          Romulo e Caceres hanno lo stesso valore di mercato che è esattamente la stessa cosa che qui si chiedeva per Ljajic.
          Sostituirlo con uno dello stesso valore.
          Nulla di più, nulla di meno

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. PrivilegioGranata - 3 mesi fa

            Forse non avete capito che Mazzarri non vuole un giocatore alla Ljajic.
            Probabilmente giocherà di nuovo con Zaza e il Gallo, senza neanche Iago, salvo per sbloccare una partita altrimenti inchiodata sullo 0-0.
            A torto o a ragione, lui crede nel 3-5-2 e da lì si schioda raramente.
            Io ad es. preferirei adottare il 3-4-3 con gli uomini che abbiamo, però non sono io sulla panca del Toro. Ed è sicuramente meglio così.

            Mi piace Non mi piace
          2. Simone - 3 mesi fa

            Dici che Mazzarri non vuole giocatori alla ljajic quando a Iago gli chiede di fare ESATTAMENTE la stessa cosa.
            Peccato che lui non la sappia fare visto che è un ESTERNO!!
            Fai pace col cervello

            Mi piace Non mi piace
        2. marione - 3 mesi fa

          Parli di tutta gente che arriva regolarmente davanti in classifica e pontifichi pure? Ma festeggia il decimo posto finchè puoi e attaccati alla var

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. gian.ca_5715710 - 3 mesi fa

    Che novità leggere i commenti dei soliti accontentisti a prescindere…io la vedo, come al solito, diversamente: la Società ha assecondato il mister che vuole una rosa corta, il mister ha concordato sull’idea societaria che comprare tanto per…non serve.
    Bene, ora le chiacchiere stanno a 0, che mister e giocatori dimostrino il loro reale valore, vediamo dove si arriva a fine campionato: 17 finali da giocare, tutte lottate alla morte ma per vincere non per pareggiare.
    A maggio vedremo chi ha avuto ragione: sarò felice di ammettere di essermi sbagliato se raggiungeremo l’Europa, sarò impietoso con presidente, società e allenatore se, come temo, finiremo per l’ennesima volta nel limbo tra 8^ e 12^ posto. La pazienza è finita da un po’, la speranza è ancora l’ultima a morire..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  15. fabio.tesei6_13657766 - 3 mesi fa

    Il vero problema è il modulo, il 3 5 2 ti da garanzia di una buona difesa ma non tiri mai in porta.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  16. granata - 3 mesi fa

    Il problema del Toro non è tanto la campagna acquisti “di riparazione” che non c’ è stata, quanto la mancanza di una valida idea di gioco, soprattuto dalla cintola in sù. Se anche fosse giunto Piatek, che cosa gli avrebbe fatto fare Mazzarri? Quale manovra afficace d’ attacco sarebbe stata messa a punto per sfruttarne le doti di goleador? E’ quell’ idea di gioco che invece una squadra sicuramente alla nostra portata (e anche al di sotto delle nostre potenzialità economiche) come l’ Atalanta ha chiarissima, come si è visto contro la Juventus. Senza essere dei fenomeni (tranne un paio, si tratta di discreti giocatori, ma niente più), tutti sanno che cosa fare in campo per rendere fuida, veloce e ficcante la manovra. Avevo accolto Mazzarri con curiosità e interesse, ora capisco perchè all’ Inter pochi lo rimpiangono. Ha una granitica convinzione tattica e non la cambia. La sua idea è che per prima cosa non bisogna prenderle, poi se verranno anche i gol è grasso che cola. L’ Atalanta ha dei muscolari che corrono e che fanno correre la palla rasoterra, che si muovonmo con razionali gerometrie e che forniscono palloni giocabili alle punte. Faccio solo notare che Gasperini ha iniziato la partita con tre VERE punte: Gomez, Zapata ed Ilicic (che poi si è infortunato). Mazzarri trema al solo pensiero di schierare un VERO tridente, con Iago Falque esterno di fascia (con compiti di tornante) e Belotti e Zaza VERI attaccanti. Le uniche due volte che li ha messi tutti e tre in campo ha costretto Iago Falque ha fare il centrocampista centrale, compito che lo snatura e impoverisce. Se non si cambia modulo (purtroppo il tempo perso è già parecchio) non capisco come potremo diventare più profilici davanti e, quindi, fare più punti (se non si segna non si vince). Spero in un ripensamento, ma anche con l’ Inter (che infatti è stata eliminata dalla Coppa Italia) si è giocato male (lo ha ammesso lo stesso Mazzarri) e vinto per un gol abbastanza casuale.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. WGranata76 - 3 mesi fa

      Non è un tridente vero quello della Dea.. Gomez può fare al massimo la seconda punta e gradualmente è diventato un trequartista proprio per Gasperini, Ililcic è un trequartista e per non sbagliate hanno preso Pasalic che comunque ha visione di gioco e piedi sopra la media pur essendo mezzala.
      Stesso modulo, ma con giocatori funzionali, se conti anche che hanno tre terzini bravi a crossare, Hateboer, Gosens e Castagne, che usano spesso per le punte e il cambio di gioco.
      A confronto noi siamo molto precari, non si può fare un paragone con loro. Gomez sta abbastanza a Iago, ma Zaza e Belotti non si avvicinano neanche all’unghia di Ilicic per fondamentali di gioco, basta dire che i nostri hanno spesso problemi a stoppare la palla, che gioco vuoi impostare così?
      Mancano le basi per questo modulo alla nostra rosa, indipendente da Mazzarri o Gasp. Solo che con Gasperini probabilmente useremmo il 3-4-3 o il 4-4-2 perché è più versatile di Mazzarri.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. granata - 3 mesi fa

        Ilicic è una punta e fu venduto dalla Fiorentina perchè carente in fase realizzativa (solo 6 gol in quella stagione). Sarà un po’ più tecnico di Belotti e Zaza, ma non più potente. L’ anno scorso di gol ne ha fatti 11 e quest’ anno 6. Zapata è un Belotti e Gomez un attaccante di fascia, quest’ anno utilizzato un po’ più alla Iago Falque. Ma il problema è che bisogna impiegare gli uomini che hai per quello che sanno fare e di sicuro questo non avviene al Toro dove Iago, se ci sono Belotti Zaza, o non gioca o viene utilizzato da centrocampista alla Baselli (che infatti viene tolto) e Belotti fa il boia e l’ impiccato, svariando, rientrando, macinando chilometri su chilometri (lo dicono anche le stastistiche) e stando pochissimo in area. Non sono assolutamente, poi, convinto che il centrocampo dell’ Atalanta sia così migliore di quello del Toro, contro la Juventus ha sbagliato un buon numero di passaggi. Inoltre la difesa è più debole. La questione è che l’ Atalanta è un collettivo, dove tutti stanno bene al loro posto, ci sono sovrapposizioni, triangolazioni rapide, palla che viaggia rasoterra e non i campanili di lunga gittata che facciamo noi. Credimi velocità di esecuzione e geometrie sono importanti quanto la qualità dei singoli (che ovviamente è importantre). Il calcio è un gioco di squadra, non di singoli. Come dice anche l’ articolista, i giocatori dell’ Atalanta, tolti dal loro contesto, a volte rendono molto meno di quanto ci si aspetterebbe.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. WGranata76 - 3 mesi fa

          Vero che il giocare a memoria di Gasperini fa rendere di più i giocatori, ma perdonami geometrie e velocità di esecuzione (che nel calcio si chiama rapidità come caratteristica tecnica) sono condizionate sempre dalla tecnica di base. Per essere veloce a giocare devi saper giocare di prima, con una certa precisione di tocco e quando non giochi di prima diventa essenziale il primo stop, altro fondamentale tecnico. Le geometrie invece sono condizionate da due fattori, posizionamento senza palla e precisione di passaggio, altro fattore tecnico. I passaggi sbagliati se li stiamo a contare da noi c’è da vergognarsi.. contro l’inter sembrava una partita a chi ne sbagliava di più e non è l’unica partita. Su Ilicic per quel che ne so non è mai stato una punta, ma un esterno per rientare alla Viola come al Palermo, mentre precedentemente era ala o trequartista così come è tornata a fare oggi, trequartista per appoggiare il gioco del centravanti fisico. Gomez anche lui era un esterno d’attacco, mai stato punta fino a metà dell’anno scorso dove il Gasp ha capito che lo deve arretrare e scaricare di compito di rientro per questioni di età e quest’anno spesso agisce come secondo trequartista con lo sloveno a tutto campo così da non dare riferimenti. Con Pasalic e gli esterni che hanno a disposizione poi certo che gli basta una mediana tutta fisica senza troppe pretese tecniche e qui in effetti siamo abbastanza allineati con la nostra.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. tafazzi - 3 mesi fa

      Gasperini darebbe un testicolo per avere Iago e Belotti.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  17. sylber68 - 3 mesi fa

    Questa è una Società composta da elementi senza nessuna ambizione. Oppure presuntuosi, chi vuole tentare di lottare per un posto in Europa a Gennaio lo ha dimostrato. Noi no.! Sono perfino stati fortunati a battere l’Inter Domenica, la vittoria ha smorzato i malumori della piazza. Incredibile il culo che hanno!!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  18. Granata69 - 3 mesi fa

    L’unica operazione sensata sarebbe stata sostituire Zaza con un altro attaccante, si è scelto di non farlo e dargli fiducia e ci può stare.
    Falque non è fuori ruolo, può tranquillamente fare il trequartista con la qualità che ha. Cambiare modulo per farlo giocare in fascia destra non mi sembra il caso,è bravo,ma non così bravo da cambiare l’assetto solido che abbiamo trovato per lui. Mostri personalità perché è quella che gli manca.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Marchese del Grillo - 3 mesi fa

      Falque è un estermo. Punto. Non sa fare null’altro che quello e a giorni alterni. Non farti infinocchiare da chi sarebbe capace di sperimentare anche Ichazo a centrocampo.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. ddavide69 - 3 mesi fa

        È vero

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. Simone - 3 mesi fa

        Esattamente

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Simone - 3 mesi fa

      E’ gia’ stato provato come trequartista e non è andato per niente bene.
      Non solo lo abbiamo perso come valido esterno ma praticamente abbiamo giocato con un uomo in meno a tal punto da doverlo sostituire e la volta successiva è stato messo in panca.
      Xkè dobbiamo INVENTARCI di sana pianta caratteristiche che i giocatori non hanno???
      Xkè il tecnico non vuole cambiare modulo in funzione delle caratteristiche dei giocatori?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. WGranata76 - 3 mesi fa

        Perché la solidità difensiva è il suo credo e magari (noi non lo possiamo sapere) dei giocatori sono stati promessi a patto di trovare le giuste condizioni, cosa che mai avviene perché non si vuol spendere. Storia già vista in questi anni.
        Purtroppo diciamo che esistono pochi moduli a mio avviso, perché come siamo messi ora un 4-3-xx ha il problema di terzini non eccelsi in fase difensiva. Il 3-5-x manca di terzini abili a crossare, ma soprattutto di un regista.
        Il 3-4-1-2 potrebbe calzare, ma manca il trequartista. Il 3-4-3 con un mediano perdi in equilibrio compensare in velocità con le due mezze ali perché i nostri centrocampisti mostrano una autonomia (Baselli/Meitè) o velocità (Lukic) ridotte.
        A mio avviso il possibile equilibrio è il 4-4-x con linea mediana formata da due ali, Iago/Parigini/Berenguer/Aina e davanti Zaza/Belotti 4-4-2 o Belotti/Iago/Berenguer 4-4-1-1.
        Il problema è che Mazzarri non ha usato questi moduli in carriera e non penso voglia cambiare in corsa da difesa a 3 versonuna a quattro. Vedremo

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Simone - 3 mesi fa

          Se mazzarri non vuole cambiare modulo (è sua facoltà) xkè non ha venduto coloro che non sono adatti al suo gioco come Iago?
          Xkè ostinarsi a farlo giocare FUORI RUOLO quando lo si poteva (a malincuore) vendere e prendere uno più adatto a quel ruolo?!?!

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. Granata69 - 3 mesi fa

            Non lo hanno venduto perché la piazza lo idolatrava, io lo avrei invece ceduto e mi sarei tenuto Liajic.
            un giocatore che rende bene solo in 100 mq e che nove volte su dieci stoppa la palla a rientrare e poi la passa indietro non serve a molto. Ottima annata? Bene,venderlo subito dovevamo. Adesso o si da una mossa o sta in panca…

            Mi piace Non mi piace
  19. Follefra Granata - 3 mesi fa

    La logica di questo “mercato” è quella delle nozze coi fichi secchi. Quindi, salvo miracoli, ennesimo campionato anonimo. Per quanto ancora dovremo sopportare questo stallo? Stiamo vicini ai ragazzi, ma almeno manifestiamo il nostro dissenso per questa gestione.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  20. suoladicane - 3 mesi fa

    in più aggiungo che se non ci si qualifica per la EL:
    ciao ciao Mazzarri, e pure ciao ciao ad un bel po’ di giocatori,
    e magari pure ciao ciao DS
    SFT

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  21. Il mio Toro - 3 mesi fa

    Come scritto in un altro post considero la campagna acquisti del Torino propiziatoria per la nascita della FC Torino Under 23 con la possibile scelta di essere allenata da Longo il prossimo anno…….. è un parere del tutto personale.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  22. suoladicane - 3 mesi fa

    società, allenatore e giocatori con hanno più alibi;
    e basta con sta storia degli arbitri, se non tiri mai in porta, o se vinci due e zero e smetti di giocare, difficilmente vinci…….
    SFT

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  23. Marco59 - 3 mesi fa

    Il solito articolo aziendalista,seguito dai soliti commenti “di parte”.

    MA va benissimo così, questa è la cairese, ricordatevelo sempre.

    “Quelli di adesso” (Cit. Paolo Pulici)

    #piùapostodicosìsimuore.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ALESSANDRO 69 - 3 mesi fa

      Scusa Marco, mi sta bene la critica all’articolo e definirlo aziendalista è verosimile in quanto chi scrive è pagato…..Ma sui commenti cosa centra dire che sono di parte???? Chi commenta non credo sia pagato pertanto presumo esprima un libero pensiero che può non essere condiviso ma almeno rispettato sì…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Marco59 - 3 mesi fa

        Caro Alessandro, i commenti che esprimono un libero pensiero, da qualsiasi parte tendano, sono rispettabilissimi, ci mancherebbe.

        Ma qui sono sempre i “soliti” che, aziendalmente parlando, commentano da “proni” al loro signore e padrone.

        Che poi qui, su questo sito, ci sia un call center a voucher, foraggiato da Cairo, con sempre gli stessi “dipendenti” che spargono “non mi piaace” e che esaltano le qualità e e azioni del loro padrone è ormai un dato di fatto.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  24. Simone - 3 mesi fa

    Dire che sulla trequarti è difficile trovare un giocatore in tutto il pianeta è una emerita puttanata. Come se quello fosse un ruolo riservatissimo.
    Ma a chi la volete raccontare?!?!
    Non si è voluto neanche cercare.
    Punto

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Marco59 - 3 mesi fa

      Simone, lascia perdere: la Prawda Toro News, legata alla Pravda Rosa Gazzetta dello Sport deve sostenere le non scelte del suo padrone.

      E poi, vuoi mettere, ci portiamo a casa l’ennesimo scudetto “fair play finanziario”…???

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Simone - 3 mesi fa

        Che tristezza…

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. MarchigianoGranata - 3 mesi fa

      Simone, vedo sul suo commento molte spolliciate in giù. Io non me li riesco a spiegare. Secondo me c’è qualche cosa che non va.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Simone - 3 mesi fa

        Caro Marchigiano, i pollici su o giu non mi interessano.
        Mi preme la discussione, se poi alla gente fa fatica scrivere fa nulla.
        Problema loro.

        Salutami le mie (ho origini fermane) Marche 😉

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  25. renzocasa6_13587135 - 3 mesi fa

    Nelle prossime 6 partite c’è l’intero campjonatl:
    Spal, Udinese, Frosinone e Bologna
    Tre delle quali in casa
    Stiamo vicini ai ragazzi, portiamo a casa 13 punti0in queste 6 partite e sognamo!!
    Non mi sta simpatico e non amo il suo gioco ma Mazzarri è senza dubbio un lavoratore e un maniacale nella preparazione delle partite e certe sciocchezze (i due punti gettati a Bologna ad esempio) non sono imputabili a lui… E speriamo anche che gli arbitri facciano meno esperimenti sulla nostra pelle!
    FVCG
    FVCG

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  26. user-13726000 - 3 mesi fa

    Concordo,sperando che la Cricca Brontolina non esageri…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  27. PrivilegioGranata - 3 mesi fa

    Molti giocatori hanno reso fin qui meno di quello che era ampiamente alla loro portata. La scommessa della società è quella di caricare ciascuno di loro della sua parte di responsabilità, stimolandoli a rendere al meglio. Gruppo affiatato, unito, che punta a un obiettivo comune; piuttosto che nuovi arrivi, spacciati per salvatori della patria, che deresponsabilizzano chi già era in squadra.
    Il ragionamento fila, bisogna poi vedere se tutti i nostri giocatori seguiranno il ragionamento. Fossero tutti come Rincon e il Gallo come impegno, non ci sarebbero problemi.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. spelli_446 - 3 mesi fa

      Scusa ma secondo te i vari Zapata ,Gabbiadini, Muriel hanno deresponsabilizzato gli altri giocatori ? Mi pare proprio il contrario…comunque staremo a vedere..

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. PrivilegioGranata - 3 mesi fa

        Zapata gioca nell’Atalanta da inizio campionato, quindi lo escludo dal discorso perché non c’entra un piffero.
        Gabbiadini e Muriel nella nostra rosa non avrebbero aggiunto nulla. Per migliorare davvero avremmo bisogno di qualcuno di molto molto forte.
        Lo stesso Piatek da noi sarebbe superfluo, se non si cambiano l’assetto tattico e l’approccio mentale dei nostri giocatori.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. spelli_446 - 3 mesi fa

          I mio intervento non era per dire che ci servivano giocatori come Gabbiadini o Muriel, era riferito al fatto di deresponsabilizzare gli altri componenti la squadra,cosa che ,ripeto ,non mi pare di intravvedere in Samp o Fiore almeno per adesso. Quaglia segna sempre come pure Chiesa e Simeone..

          Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. Granata - 3 mesi fa

        Potrete anche non credermi ma, Gabbiadini è stato preso perché si voleva cedere Quagliarella al Milan in cambio di un giovane. Il Milan avrebbe accettato ma, come sempre ci sono i ma, Quagliarella non voleva andare a fare riserva, il giovane non voleva la Samp ed ora hanno la grana rinnovo, per Quagliarella. Muriel toglie spazio al cholito e fra un po vedremo che succede nello spogliatoio. In quanto a Zapata, è valido ma al Toro cosa farebbe ? Qui manca chi manda in goal le punte.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. spelli_446 - 3 mesi fa

          Scusate ,ma se non si prendono giocatori anche a campionato in corso per non offendere quelli già presenti che,poverini, poi si sentono deresponsabilizzati, si dovrebbe andare avanti sempre con gli stessi,nel bene e nel male..e se poi Muriel toglie spazio a Simeone ma in compenso fa una caterva di goal, qual è il problema? Allora tutte le squadre che a Gennaio si sono rinforzate sono tutte imbecilli !? Ma che ragionamenti fate ?

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. Granata - 3 mesi fa

            Nessun problema solo la certificazione che, al momento, il cholito ha fallito. Per me Muriel non ha spostato
            Equilibri di forza , semmai di spogliatoio

            Mi piace Non mi piace
  28. user-14036712 - 3 mesi fa

    20 giocatori più con la possibilità di inserire elementi da una squadra Primavera, prima in classifica, per le restanti 17 partite sono più che sufficienti. Un’altro è il discorso relativo se è sufficiente tecnicamente per raggiungere la qualificazione europea non dimenticando che ci mancano sempre almeno 5 punti “grazie” ai soliti arbitri.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Simone - 3 mesi fa

      Infatti si è visto i ragazzi della primavera di Longo che apporto che hanno dato a noi e alle altre squadre di serie A.
      Se sei primo in classifica vuol dire che hai fenomeni pronti x la A?
      Bah

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Granata - 3 mesi fa

        Ciao @Simone, ti hanno messo un sacco di meno ma tu hai posto una domanda esatta. Essere primo e vincere trofei non è sempre sinonimo di avere gente pronta per la serie A. L’Atalanta ha più di 40 tesserati giovani in prestito. Le merde oltre 50. Chievo 35. Roma 25. Inter 33. Attenzione, non tutti i tesserati fanno parte di chi è cresciuto nelle proprie giovanili. A volte sono solo transitati. Es Barrow, non è un prodotto Atalanta. Il Toro sta aumentando i tesserati ma ha creato le academy per una gestione indiretta ma più ampia. Ci vuole tempo , lavoro, pazienza e fortuna

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Simone - 3 mesi fa

          Granata, come ripetuto + volte dei meno nn me ne frega nulla.
          Se si è in grado di dire la propria ben venga il confronto altrimenti STICAXXI

          Rispondi Mi piace Non mi piace
        2. Granata - 3 mesi fa

          @Simone era per dire che c’è gente che non capisce cosa scrivi. Questo significano i meno visto che hai ragione. Anche io me ne frego dei voti ma indicano comunque qualcosa

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  29. giacki - 3 mesi fa

    E speriamo che nessuno si faccia male da qui alla fine

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  30. giacki - 3 mesi fa

    Concordo
    Se punti sui giovani prendi un mister capace di valorizzarli (esempio gasperini).la società ha seguito le scelte tecniche di mazzarri.ora mi aspetto risultati .se non arriveranno la conseguenza logica e via mazzarri e secondo me anche petrachi andrebbe cambiato ma a Cairo sta bene cosi

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  31. alrom4_8385196 - 3 mesi fa

    Mi auguro sinceramente che le scelte di Mazzarri portino risultati a fine campionato anche se continuo a credere che a Cairo stia benissimo questo “mezzo ” Toro che non raggiunge mai gli obiettivi. Non capisco assolutamente la politica dei giovani che il giornalaio persegue : o comprano solo brocchi oppure spieghino ai tifosi perché in tutti questi anni ,che mi ricordi , è arrivato solo Gobbonna titolare in prima squadra.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. PrivilegioGranata - 3 mesi fa

      Forse perché il vivaio è stato ricostruito da zero e ci vuole tempo per arrivare a regime, cioé a sfornare giovani di qualità con costanza.
      Finora gente cresciuta da noi che ha davvero sfondato non ne vedo, Ogbonna incluso.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  32. giacki - 3 mesi fa

    E chiaro che con mazzarri il trequartista non gioca quindi avanti così. Voglio 6 punti tra Spal e Udinese poi vediamo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  33. granatadellabassa - 3 mesi fa

    un centrocampista con attitudini offensive sarebbe servito ma certamente c’è un problema tattico (ovvero la squadra fatica a costruire palle gol e alcuni giocatori sono impiegati fuori ruolo) e uno tecnico (ovvero gli attaccanti non stanno dando il meglio). Vediamo cosa succede. Di sicuro le dirette concorrenti si sono rinforzate.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  34. Gigì - 3 mesi fa

    Amici di tifo, le nostre punte non segnano. Quando si segna è per questioni religiose, di Santo Graal del Toro, di trovate miracolose, tiri di rimbalzo dal calcio d’angolo del nostro difensore più arrabbiato – ma piccolo di statura.

    Se gli attaccanti non segnano, è segno che, o sono stanchi, o giocano assai male: per motivi vari. Che sia risolvibile, sta cosa, non so. Certo abbiamo Millico. Ma nessuno ha il coraggio di proporlo a Mazzarri, che vede nella lotta fisica il suo attaccante ideale. Ma magari chissà, i miracoli si fanno. Una Volta, quando un ragazzo del Fila entrava in campo, si creavano miracoli. Chissà Mazzarri dov’era quando accadeva. Era al corso di Coverciano, o forse e alla Primavera del Watford.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy