Se un posto in più non basta: Toro, la concorrenza per l’Europa è agguerrita

Se un posto in più non basta: Toro, la concorrenza per l’Europa è agguerrita

Campionato / La riforma della Champions libera un posto anche per il secondo torneo continentale: ma non bisogna illudersi che per questo sarà più facile

7 commenti

La carota e il bastone, questo quello che sembra attendere il Torino nella stagione 2017-2018 che si aprirà tra meno di un mese con i primi ritiri delle squadre di Serie A. Carota perché, con l’ampliamento delle squadre che accederanno in Champions League, si abbassa di una posizione in classifica anche il requisito per accedere all’Europa League, il vero obiettivo dichiarato della dirigenza granata come culmine del biennio sotto la guida tecnica di Mihajlovic.

Basterà dunque anche un settimo posto per entrare nella seconda competizione continentale 2018-2019, sempre ammesso e non concesso che la Coppa Italia sfugga alle prime sei della classe (ma considerando il divario tra le grandi e le altre è uno scenario assai improbabile).

C’è però anche il bastone: le avversarie stanno salendo di livello, e non è una differenza da poco. Juventus, Roma e Napoli sembrano restare le migliori del lotto, il Milan si sta rinforzando con aggressività sul mercato, l’Inter con Spalletti può avere garantita una guida solida e di alto livello, e anche la Fiorentina pare fare sul serio (interessandosi anche, tra gli altri, a Baselli). Con la Lazio che tratta sì Keita e Biglia, ma resta ambiziosa, e un’Atalanta indecifrabile, come spesso accade alle sorprese di ogni stagione, insomma, la concorrenza per il Toro sarà agguerrita e ben organizzata.

TURIN, ITALY - JANUARY 16: Joe Hart (L) of FC Torino in action against Carlos Bacca of AC Milan during the Serie A match between FC Torino and AC Milan at Stadio Olimpico di Torino on January 16, 2017 in Turin, Italy. (Photo by Valerio Pennicino/Getty Images)
TURIN, ITALY – JANUARY 16: Joe Hart (L) of FC Torino in action against Carlos Bacca of AC Milan during the Serie A match between FC Torino and AC Milan at Stadio Olimpico di Torino on January 16, 2017 in Turin, Italy. (Photo by Valerio Pennicino/Getty Images)

Per questo in casa granata bisognerà lavorare con la consapevolezza che davanti quest’anno non si scherza, e che la corsa al ribasso al sesto posto dell’annata appena conclusa potrebbe essere un lontano ricordo. Le concorrenti stanno mostrando intraprendenza e voglia di uscire allo scoperto, il Toro dovrà adeguarsi: non basterà un posto in più, quest’anno, per fare sconti nella corsa europea.

7 commenti

7 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. ddavide69 - 3 mesi fa

    tanto con questo andazzo non ci andiamo in europa .

    Le squadre che vogliono crescere si muovono e si sono già mosse in anticipo.

    Quelle che aspettano di prendere i soldi per spenderne forse la metà rimangono alla

    finestra fino agli ultimi giorni di mercato e trovano gli scarti delle altre squadre.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. iugen - 3 mesi fa

    Con i nomi che girano in questi giorni non andiamo da nessuna parte

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. vittoriogoli_52 - 3 mesi fa

    Temo che Inter,Milan,Lazio,Fiorentina,Roma,Napoli e Juve siano superiori; sono 7 squadre.
    Difficile se a centrocampo e difesa non prenderemo nessuno di livello e,sinceramente, non credo lo prenderemo.
    Mah speriamo che sperare non costa nulla.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Flower17 - 3 mesi fa

      Scusami ma la fiorentina proprio no stanno venendo tutti infatti sono destinati a partire: Bernardeschi,Kalinic Rodriguez g.,ecc…..

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. abatta68 - 3 mesi fa

    Con 7 posti a disposizione e almeno 10 squadre di basso livello, noi dobbiamo essere proprio una di quelle 3 che alla fine non combineranno nulla? io non credo, anche perchè dubito fortemente che l’Atalanta faccia una stagione come quella di quest’anno, quasi sicuramente quel posto sarà occupato dall’Inter e le prime 6 saranno sempre quelle. Per il settimo posto ce la possiamo giocare con Fiorentina e Atalanta, perchè no? iniziamo a tenere Belotti e aggiungiamo 3-4 di buon livello e il gioco è fatto. Si tratta solo di rendere un pò più quadrata una squadra che comunque ha fatto 53 punti, nonostante abbia buttato via risultati importanti contro le dirette concorrenti (vedi le partite contro Inter, Milan e Fiorentina… 3 rigori sbagliati, cappelle del portiere,ecc)… non siamo cosi lontani dall’obiettivo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ddavide69 - 3 mesi fa

      Per ora si , purtroppo .

      Infatti negli ultimi anni abbiamo sempre fatto quella fine 9-10-12 posto …

      Belotti non è sufficiente . A noi manca sempre qualcosa : la difesa , il centrocampo e anni fà l’attacco.

      Quando hai un buon reparto te ne manca un altro e così via … sembra fatto ad arte !

      Se vuoi andare in europa senza fare fugaci apparizioni e/o rischiare la B perchè la rosa non è adeguata per affrontare le competizioni devi avere in TUTTI i reparti gente che l’europa l’abbia già affrontata .

      Il resto è fuffa.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. sylber68 - 3 mesi fa

    Per adesso il solito tran,tran granata !!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy