Serie A, sorteggio del calendario: Torino, verso la prima fuori casa

Serie A, sorteggio del calendario: Torino, verso la prima fuori casa

Nuova stagione / Sorteggio tutt’altro che integrale: l’ItalRugby contro la Scozia ‘blocca’ lo stadio Olimpico

Domani, nella sede di Expo, nascerà il calendario della stagione 2015/16. Sarà un sorteggio tutt’altro che integrale visto che di norma saranno possibili tutti gli accoppiamenti anche alla prima giornata, non essendoci teste di serie, ma di fatto le numerose eccezioni obbligano ad un calendario fortemente influenzato e per certi versi (quasi) deciso a tavolino. Il Toro – manca solo l’ufficialità – dopo aver esordito per due anni di fila tra le mura amiche (contro Sassuolo e Inter) giocherà la prima sfida di campionato in trasferta a causa dell’impegno dell’ItalRugby contro la Scozia, programmato allo stadio Olimpico di Torino per il 22 agosto. Ma andiamo con ordine:

LE ECCEZIONI – Tra i diversi criteri, la Lega di Serie A ha stabilito che nei turni infrasettimanali non saranno possibili incontri tra Inter, Juventus, Milan, Napoli e Roma. Allo stesso modo non potranno essere disputati i derby puri, ossia le vere stracittadine quali: il derby di Milano, quello della Lanterna, quello di Roma, il derby della Scala e anche il più antico d’Italia. Dunque, niente derby della Mole a metà settimana. Ma non solo, tutte le stracittadine non potranno essere messe in calendario né alla prima e nemmeno all’ultima giornata. E in ogni caso, ciascuna di queste dovrà svolgersi in giornate diverse. Infine la Lega ha stabilito che: ”Nella prima giornata non possono incontrarsi tra loro, indipendentemente dall’ordine casa/trasferta, società che si sono già incontrate nella prima giornata negli ultimi due campionati, così come nell’ultima giornata non possono incontrarsi tra loro squadre che si sono già incrociate nell’ultima giornata degli ultimi due campionati. Le squadre che partecipano alla Champions League (Juventus, Roma e Lazio) non incontrano le squadre partecipanti all’Europa League (Fiorentina, Napoli e Sampdoria), nelle giornate poste tra un turno di Europa League e un turno successivo di Champions League (7/a, 10/a, 13/a e 17/a giornata)”.

CASA E FUORI CASA –  Pur non essendoci teste di serie, la Lega ha separato le città principali del calcio, da quelle definite come ”città di provincia”. Va da sé che ciò influirà anche sull’alternanza degli accoppiamenti casa/trasferta delle squadre di Genova, Milano, Roma, Torino e Verona. I rispettivi club, non potranno disputare più di due partite in casa (o in trasferta) consecutive. Infine, le stesse squadre non potranno superare le due suddette accoppiate di incontri consecutive (in casa o in trasferta) per girone. Tradotto, i Torino potrà giocare due partite di fila in casa e due gare di fila in trasferta una sola volta nel girone d’andata e un’altra e sola volta nel girone di ritorno. 

TORO, ESORDIO IN TRASFERTA – Salvo stravolgimenti di programma dell’ultimo minuto, il Torino farà il suo esordio in campionato lontano dalle mura amiche dell’Olimpico. Al contrario della passata stagione, dove i granata affrontarono in casa l’Inter, questa volta il 22 agosto a Torino andrà in scena un’altra kermesse sportiva: l’ItalRugby. Gli Azzurri di Jacques Brunel, infatti, affronteranno la Scozia, nella sfida che proietterà mentalmente la squadra verso la Rugby World Cup 2015, in Inghilterra. E tra impianti non ancora completamente agibili e impegni di varia natura, non sarà soltanto il Torino ad essere ‘obbligato’ a giocare la prima sfida lontano da casa.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy