Serie A, la classifica del Torino: settimo posto a -2, ma Samp e Udinese vincono

Serie A, la classifica del Torino: settimo posto a -2, ma Samp e Udinese vincono

Il punto / Il punto alla fine del girone di andata: granata a due punti dal settimo posto

di Redazione Toro News

Dopo la vittoria di ieri del Napoli a Crotone, che ha decretato il titolo di campione d’inverno per i partenopei, sono andate in scena oggi le restanti partite della 19esima giornata. Solo un pari a reti bianche per i granata, che non vanno oltre lo 0-0 in casa contro il Genoa; tante le occasioni per i granata che però si trovano davanti uno strepitoso Perin. La squadra di Mihajilovic non sa più vincere in casa e viene sorpassata in classifica dall’Udinese, che sbanca il Dall’Ara di Bologna per 2-1 con gol di Widmer (il secondo consecutivo) e di Lasagna (quinta rete consecutiva); autogol di Danilo per i felsinei.  Per l’Udinese è la quinta vittoria consecutiva: con l’arrivo di Oddo, i friulani hanno davvero cambiato marcia e sono una vera candidata per la corsa europea. Il Bologna, con questa sconfitta, resta dietro al Toro di un punto.

LEGGI: Le pagelle di Torino-Genoa 0-0: se Niang è l’unico che non si scoraggia…

Gli altri risultati in chiave Europa League: vittoria della Samp in casa contro la Spal con doppietta nel finale di Quagliarella. Da segnalare il pari tra Fiorentina e Milan, Calhanoglu dopo il vantaggio viola di Simeone: i viola sono a 27 punti, il Milan a quota 25 come il Torino.

La classifica della Serie A

Cade l’Atalanta in casa contro il Cagliari: Pavoletti e Padoin per i sardi, Gomez prova a riaprirla ma invano. Resta dunque aperta e combattuta la lotta per l’Europa League: la Samp, che ha anche una partita in meno (contro la Roma, ndr), sale a 30 punti in classifica. Dietro troviamo il terzetto composto da Fiorentina, Atalanta e Udinese a quota 27, seguono Torino e Milan a 25. In cima frenata della Roma, che all’Olimpico non va oltre l’1-1 con il Sassuolo; Missiroli risponde all’ex Pellegrini, annullato gol nel finale a Florenzi per fuorigioco di Under. Pomeriggio da ricordare per il Benevento, che trova la prima storica vittoria in Serie A contro il Chievo con gol decisivo di Coda.

Federico Calabrese

11 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. FVCG'59 - 1 anno fa

    Scendere dopo Milan e Bologna è facilissimo: poi te la giochi con Chievo e Sassuolo per il 15-16 posto!
    Meglio iniziare a guardarsi le spalle invece di pensare all’EL!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. ciroforever - 1 anno fa

    un punto in più del bologna…che gioca con nonno palladio e poli in mezzo….roba da matti…sassuolo a 4 punti..ma dimettiti buffone!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. ciroforever - 1 anno fa

    Udinese (3-5-2): 1 Bizzarri, 19 Stryger Larsen, 5 Danilo, 17 Nuytinck, 27 Widmer, 72 Barak, 85 Behrami, 14 Jankto, 53 Ali Adnan, 10 De Paul, 15 Lasagna. (22 Scuffet, 25 Borsellini, 55 Bochniewicz, 97 Pezzella, 3 Samir, 99 Balic, 6 Fofana, 23 Hallfredsson, 13 Ingelsson, 7 Matos, 18 Perica, 20 Maxi Lopez, 9 Bajic)

    la rosa della squadra che sta a 27 punti…

    bizzarri stryger larsen danilo….mi fermo alla difesa…punta il ciccione cacciato da mia.
    smettiamola di parlare di rosa per favore.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. fabrizio - 1 anno fa

    Chissa’ come mai ogni anno ci sono squadre, a detta di molti, piu scarse di noi che guarda caso finiscono sempre davanti a noi….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ciroforever - 1 anno fa

      perchè abbiamo un allenatore di merda mentre loro hanno un allenatore forte. semplice. oppure pensi che la gente che gioca nella samp sia più forte?
      come mai tutti quelli che giocano nell’Atlanta rendono mille volte di più rispetto alle squadre precedenti, ilicic, o future, kessie?
      fattele duedomande. se cairo si presentava hanno scorso con la rosa dell’Atlanta pre gasperini ti saresti suicidato.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. FVCG'59 - 1 anno fa

    Ricordo che Sampdoria e Udinese hanno anche una partita in meno, oltre ad un allenatore in più…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ciroforever - 1 anno fa

      davvero. ho letto le rose delle due squadre.

      qua si vuole fare calcio con le figurine panini.
      il calcio lo fanno i grandi allenatori. noi abbiamo una capra assoluta.
      per me in serie a è il peggiore…almeno gattuso è riuscito a trasmettere un po’ì di grinta a quei morti.
      questo manco la grinta.
      magari avessimo preso zenga

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. fabrizio - 1 anno fa

    Se non vinci contro spal, genoa, etc il campionato e’ gia’ finito…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. prawn - 1 anno fa

    Per lo meno pur con meno punti, quest’anno il campionato non e’ gia’ finito.

    Non so se ci saranno le scelte, gli investimenti e i recuperi degli infortunati giusti per poter ancora parlare di Europa.

    Ma non e’ impossibile (a livello matematico), a livello di sesto senso, beh questa societa’, squadra, allenatore non se la merita, e’ chiaro.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ciroforever - 1 anno fa

      con questo allenatore non ci andiamo. serve un cambio ora tattico ma cairo non ha le palle per farlo.
      io guidolin lo proverei al massimo a giugno assalto a gasperini 3 milioninettti all’anno.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. KanYasuda - 1 anno fa

      E’ evidente che quando dici che il Campionato non è ancora finito ti riferisci al Nostro: a quello del Toro.
      Quello Nazionale invece, che dovrebbe essere un pò più imprevedibile come succede in altre parti, è già scritto come da una decina di anni a questa parte: sempre le solite 3-4 squadre che si giocano la Champions League ( i Gobbi per la sesta volta di diritto) e il posto sicuro in Europa. Ciò che può restare sono solo briciole: un sogno Internazionale per una o al massimo come quest’anno, per due altre Squadre.
      Una quindicina di giorni fa, dopo aver letto i soliti articoli illusori ed i vari commenti ottimistici in cui si parlava delle prossime cinque partite più alla portata del Toro per risollevare la Classifica, mi permisi di dire che non valeva la pena star a discutere di quanti punti saremmo riusciti a raccimolare, se 11 o 13-15.
      Secondo me, visti anche gli scontri delle dirette concorrenti, queste due partite invece erano fondamentali, anche per una carica morale della squadra che da inizio Campionato non ha mai avuto. Mi dispiace dirlo, ma non ci siamo e altri due punticini sono troppo pochi per far preoccupare chi, anche se con una Rosa non migliore della nostra, esprime un miglior Calcio e che mentalmente hanno un’identità più definita.
      Come giustamente dici tu, l’Europa non è ancora preclusa, ma se ci dovessimo riuscire, adesso come adesso. non ce la meriteremmo.

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy