Serie A: quando i cambi in panchina sono una svolta

Serie A: quando i cambi in panchina sono una svolta

Campionato / Quest’anno ci sono stati ben 8 cambi in panchina, e in tutti i casi il cambio è stato positivo

di Gualtiero Lasala, @LasalaGualtiero

Il campionato di Serie A, quest’anno, ha visto un gran numero di cambi in panchina: sono ben 8 gli esoneri dall’inizio della stagione ad oggi, e l’ultimo di questa lista è proprio quello che riguarda il Torino, che ha sostituito Mihajlovic con Mazzarri. In tutti i casi degli esoneri, chi è subentrato in panchina è riuscito a fare meglio – a volte anche in modo molto netto – rispetto al predecessore: questo porta a pensare che le società che hanno operato un cambio lo abbiano fatto in maniera attenta e soprattutto puntuale.

FC Crotone v Cagliari Calcio - Serie A

Il primo allenatore ad essere stato esonerato in Serie A è stato Rastelli, tecnico alla guida del Cagliari per otto giornate: al suo posto è arrivato Diego Lopez, che ha avuto subito un impatto positivo sulla squadra isolana. Infatti Lopez ha una media – ad oggi – di 1,20 punti a partita, in confronto allo 0,75 del suo predecessore. Stessa storia per il secondo allenatore esonerato in Serie A: via Baroni, dentro De Zerbi per il Benevento. Se Baroni non era riuscito a conquistare neppure un punto, il nuovo tecnico delle “Streghe” ne ha ottenuti ben 7, dando un gioco ed un’identità precisa alla squadra.

Torino FC v Genoa CFC - Serie A

Grande la differenza tra Davide Ballardini e Ivan Juric sulla panchina del Genoa: l’ex allenatore del Crotone, dall’inizio dell’anno, aveva totalizzato soltanto 0,50 punti in media a partita, mentre Ballardini è arrivato ad avere un punteggio di 1,50 punti, il triplo rispetto al predecessore. Ma parlando di grande differenza, non si può non ci tare il caso dell’Udinese: con Del Neri, la squadra guadagnava circa 1 punto a partita, mentre con la nuova guida di Oddo la media è di 2,10 – per altro molto alta.

FC Torino v Pescara Calcio - Serie A

Tra gli ultimi esoneri c’è stato quello di Bucchi, che aveva una media di 0,75 punti a partita, ed è arrivato Iachini: l’ex tecnico del Palermo ha ottenuto una media di 1,22 punti per match, quasi il doppio. Anche se Gattuso ha avuto un inizio difficile, sta facendo meglio di Montella: l’attuale allenatore del Siviglia aveva infatti una media di 1,42 punti per partita, mentre Gattuso è arrivato a 1,62.

AC Spezia v US Citta di Palermo - Serie B

Si arriva, infine, agli ultimi due esoneri: Davide Nicola, ad onor del vero, ha consegnato le dimissioni, e il suo successore – Walter Zenga – ha ottenuto circa 1 punto per partita, contro lo 0,80 dell’ex granata. Come detto all’inizio, è stato Mihajlovic l’ultimo allenatore della Serie A ad essere stato allontanato: il serbo aveva una media per partita di 1,31, mentre il nuovo arrivato Mazzarri, con quattro partite all’attivo, ha una media di 2 punti per match.

AS Roma v Torino FC - TIM Cup

L’equazione, quindi, ha un risultato semplice: molto spesso le squadre in difficoltà ricorrono ad un cambio in panchina che non porta frutti, mentre quest’anno è stato l’esatto opposto per tutte le squadre del campionato. In particolare per Mazzarri e Zenga c’è ancora molta strada da fare, essendo loro arrivati da poco, ma sono senza dubbio sulla strada giusta.

11 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Fantomen - 4 mesi fa

    Fossero solo i numeri ……..anche se da domani mazzarri non prendesse più un canale ci abbiamo guadagnato……

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. steacs - 4 mesi fa

      Per forza quello di prima come ho scritto non dovrebbe nemmeno avere il patentino!

      Io stavo solo contestando l’inutilitá di questo articolo, perché riporta dei dati inesatti o meglio confronti diversi, che non hanno senso, poi parlare male del demente di prima è come sparare sulla Croce Rossa, la scoietá ci dovrebbe chiedere scusa per averci fatto perdere un altro anno e mezzo!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Fantomen - 4 mesi fa

        Strepitoso…….concordo

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. resio6_791 - 4 mesi fa

    Non ha ancora fatto nulla, potremmo dare una valutazione obiettiva al termine del campionato, certamente più accorto del suo predecessore, mi pare sappia leggere meglio le partite. Mi lascia solo perplesso non utilizzare Liajc, io trequartista al posto di Baselli lo vedo molto meglio e poi uno che sappia battere le punizioni serve sempre. Ricordiamoci solo di non smontarlo non appena ne perderà una, purtroppo accadrà speriamo il più tardi possibile!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. steacs - 4 mesi fa

    A prescindere che il mentecatto di prima nemmeno sia un allenatore, il paragone dei punti al momento non ha senso, nelle stesse 4 partite la media dei punti è la stessa 8 (2 a partita):

    MIHA
    Bologna 1:1 (1:1)
    Sassuolo 3:0 (1:0)
    Benevento 1:0 (0:0)
    Sampdoria 2:2 (2:2)

    MAZZARRI
    Bologna 3:0 (1:0)
    Sassuolo 1:1 (1:0)
    Benevento 3:0 (3:0)
    Sampdoria 1:1 (1:1)

    Tra l’altro l’unica squadra degna di nota é la Samp.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. LucioR - 4 mesi fa

      Ha poco senso anche il tuo paragone perchè non tiene conto del fattore campo.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. steacs - 4 mesi fa

        Infatti sono 4 partite, 2 in casa e 2 fuori, di cui una vinta da entrambi e una pareggiata da entrambi, le altre 2 sono state vinte solo in CASA e pareggiate in TRASFERTA.

        Quindi STATISTICAMENTE parlando sono in perfetta paritá (se parliamo di media punti).

        Se analizziamo gol e altro allora possiamo parlarne ma siccome parliamo di punti, sono gli stessi e il paragone mio non vedo perché non abbia senso, il fattore campo non c’entra nulla visto che lo hanno sfruttato entrambi allo stesso modo!

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. prawn - 4 mesi fa

    De Zerbi e Oddo sono due ottimi allenatori, non penso lo stesso di Zenga, vediamo se calera’.
    Gattuso non e’ un allenatore, ma complimenti a Montella che a Siviglia sta facendo BENISSIMO.
    Peccato che il Bordeaux non abbia alla fine preso il nostro eroe.

    Unico rimpianto della stagione veramente non averlo cacciato dopo la squallida partenza e la partita di Firenze

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. steacs - 4 mesi fa

      Vivo in Spagna, veramente Montella sta facendo piuttosto male, ha perso il derby prendendo 5 gol, 5 ne ha presi pure con l’Eibar l’ultima partita e in mezzo gli è andata bene solo in Copa del Rey e poco altro.

      Tra l’altro in conferenza stampa parla ancora in Italiano e l’ultima partita che ha perso ha dato colpa al campo troppo piccolo.

      Ah dimenticavo quando è arrivato a Siviglia ha detto che ormai questa squadra è piú vicente del Milan, ora OK che voleva buttare un po’ di fango sugli ex pero’ mi sembra un po’ una cagata…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. prawn - 4 mesi fa

        Si si, ero ironico sull’aeroplanino!

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. steacs - 4 mesi fa

          Ah OK :)

          Un altro simpaticone che sta facendo BENISSIMO è il pregiudicato A. Conte! 😉

          Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy