Serietà, grinta e motivazioni: il Torino presenta le sue nuove certezze

Serietà, grinta e motivazioni: il Torino presenta le sue nuove certezze

Focus on / Ieri la prima conferenza stampa per Castan, Valdifiori, De Silvestri e Rossettini: giocatori esperti e già pronti per fare la differenza in granata, pedine di sicura affidabilità alle dipendenze di Mihajlovic

3 commenti

Mirko Valdifiori, Lorenzo De Silvestri, Leandro Castan, Luca Rossettini: quattro degli acquisti principi del Torino nel corso della sessione di mercato estivo appena conclusa. Nomi intriganti, nomi che fondamentalmente portano con se parecchie considerazioni. Come anche domandato ieri al DS Petrachi, il calciomercato della società granata sembra aver cambiato bruscamente rotta ed obiettivi: non più giovani da sgrezzare, da aspettare e cullare per poi inserire a tempo debito – che comunque non mancano e sui quali il club di via Arcivescovado continua a puntare, vedasi Lukic e Gustafson – ma giocatori già pronti, esperti e di sicura affidabilità in grado di rendere al massimo fin da subito e poter mettere la propria ‘saggezza’ al servizio della squadra sin dal primo minuto.

Ieri pomeriggio è arrivato il tanto atteso momento delle presentazioni ai giornali per questi quattro innesti di assoluto valore: la prima conferenza stampa della loro avventura all’ombra della Mole che, ribadiscono e sottolineano tutti, sperano possa essere più longeva possibile. Come detto, queste fondamentali pedine per lo scacchiere di Mihajlovic sono state presentate da Petrachi, il quale ha colto l’occasione per fare il punto sul mercato ed anche spiegare al meglio alcune situazioni intricate (leggi QUI le dichiarazioni complete del DS): per quanto riguarda questo argomento, ha confermato quindi una campagna acquisti non incentrata su giovani scommesse ma su giocatori già pronti quindi, proprio come richiesto dal tecnico, desideroso di avere una base solita sulla quale puntare dall’inizio per poi eventualmente inserire pedine maggiormente inesperte.

Andando così ad inserirsi allo zoccolo duro dei senatori e degli uomini d’esperienza presenti nello spogliatoio granata (Vives, Moretti, Bovo, Maxi Lopez, Molinaro) ecco che questi quattro innesti pur essendo nuovi acquisti vanno a rappresentare subito in qualche modo le nuove certezze del Torino. Inoltre, un aspetto che di certo non è passato inosservato alla piazza è la disponibilità, ma anche la grinta e le motivazioni che questi giocatori hanno portato con se: acquistati per essere largamente protagonisti di questo progetto, tutti hanno ribadito come l’importante sia mettersi al servizio della squadra, e come nessuno pretenda o comunque si aspetti il posto da titolare, premio domenicale da sudarsi nel corso della settimana.

WhatsApp Image 2016-09-08 at 12.04.28

Quattro elementi d’esperienza al servizio del collettivo, entrati in punta di piedi e con la volontà di dare il massimo per essere protagonisti di una grande stagione: attraverso le parole degli stessi protagonisti (QUI  De silvestriQUI CastanQUI ValdifioriQUI Rossettini) il Torino presenta le sue nuove certezze, uomini di sicura affidabilità sui quali puntare dal primo minuto – come è infatti stato in queste prime giornate per De Silvestri, Rossettini e Castan – facendo affidamento sulle loro qualità ed in particolare sulla disponibilità palesata; lo spirito di squadra prima di tutto, i nuovi innesti sembrano già aver respirato ed assimilato lo spirito Toro.

3 commenti

3 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. MPJoy - 7 mesi fa

    Nn sono un negativista né un ottimista come quelli che mi han dato il pollice verso.di certo, nonostante sia una piccola città con meno storia e potenziale, il progetto del Sassuolo è molto più chiaro ed affascinante e i risultati si vedono rispetto ai nostri. la nostra sembra molto mutata dallo scorso anno

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Pimpa - 7 mesi fa

    Che siano acquisti di assoluto valore,lo metto in dubbio.
    Bastava aggiungere “per una società come la nostra” e tutto avrebbe striso meno.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. MPJoy - 7 mesi fa

    Questo quartetto a differenza di Ljaic o Falque nn da margini di crescita, ne di plisvalenza per rinforzare la squadra e (a parte Valdifiori) nn da garanzie per entrare in zona EL. Avrei puntato di più su giovani ma svezzari alla Baselli Zappa per continuare il progetto di cresciita.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy