Sgrigna per Iunco, poi solo tante conferme

Sgrigna per Iunco, poi solo tante conferme

Alessandro Salvatico – Squadra che vince, si cambia poco. La ricchezza di alternative sulle corsie esterne, resa ancor più abbondante dalle idee di mister Lerda che in quei ruoli annovera anche Alessandro Sgrigna e Antimo Iunco. E proprio i due attaccanti riciclati laterali di centrocampo rappresenteranno, domani sera, quel “poco” che cambia, avvincendandosi rispetto alla gara contro la Triestina: l’ex-vicentino…

Alessandro Salvatico – Squadra che vince, si cambia poco. La ricchezza di alternative sulle corsie esterne, resa ancor più abbondante dalle idee di mister Lerda che in quei ruoli annovera anche Alessandro Sgrigna e Antimo Iunco. E proprio i due attaccanti riciclati laterali di centrocampo rappresenteranno, domani sera, quel “poco” che cambia, avvincendandosi rispetto alla gara contro la Triestina: l’ex-vicentino partirà nuovamente titolare, dopo il buono spezzone disputato sabato pomeriggio, mentre il guerriero di Brindisi potrebbe -dovrebbe- rilevarlo nel corso della ripresa.

E sull’altra fascia? Siamo pronti a salutare il rientro del “Bimbo”, si chiedono i tifosi? Contrariamente alle aspettative, no: non dal 1′. Questo é quanto é emerso dall’odierna giornata lavorativa in casa granata, per cui dal tunnel del “Castellani” uscirà Martinho Gabionetta; Lazarevic farà il suo ingresso in campo nel corso del secondo tempo.
Per concludere con la linea mediana, é perfino superfluo dire che il reparto centrale sarà composto come sempre dai “due De”.

Solo conferme davanti e dietro. Lerda pare essersi fatto finalmente persuaso che il quartetto che ha giocato nell’ultimo turno é quello che offre la miglior protezione a Rubinho, ad oggi: dunque, avanti con Rivalta e Zavagno terzini un po’ bloccati, quindi Di Cesare ed Ogbonna a salvaguardare l’impenetrabilità della propria porta.
E in attacco, scontatissima la coppia Antenucci-Bianchi, con il primo che é venuto a conoscere giusto in questi giorni da parte della dirigenza che rimarrà al Toro anche l’anno prossimo. Discorso non valido, per ora, in merito al numero 9; ma discorso prematuro, dato che il Capitano pensa solo ai gol per la promozione, con tutto se stesso.

(foto M.Dreosti)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy