Siena-Torino 1-0. Fuori dalla Coppa

Siena-Torino 1-0. Fuori dalla Coppa

SECONDO TEMPO

Forse a causa della stanchezza o forse perchè entrambe le squadre ci tenevano a passare il turno, il risultato è che nella ripresa la partita è diventata più tattica.  Meno occasioni da gol e meno spettacolo. E’ stato fatale ai granata un rigore – trasformato dall’ex Calaiò – concesso generosamente dall’arbitro Valeri per una trattenuta in area di Vives sugli sviluppi…

Commenta per primo!

SECONDO TEMPO

Forse a causa della stanchezza o forse perchè entrambe le squadre ci tenevano a passare il turno, il risultato è che nella ripresa la partita è diventata più tattica.  Meno occasioni da gol e meno spettacolo. E’ stato fatale ai granata un rigore – trasformato dall’ex Calaiò – concesso generosamente dall’arbitro Valeri per una trattenuta in area di Vives sugli sviluppi di un angolo. Qualche minuto prima Coppola era stato costretto da una disattenzione della sua difesa a salvare di piede su Larrondo. L’undici di Ventura è stato generoso ma è mancato nell’ultimo passaggio: la reazione si è concretizzata unicamente in pericoli provenienti dai calci piazzati (su tutti, l’acrobazia di Di Cesare in area e il colpo sotto di Antenucci al 45′). Dubbi su quale possa essere nel corso della stagione la coppia d’attacco titolare del Torino. Antenucci è partito bene ma è calato alla distanza, Ebagua ha fatto tanto movimento ma inciso poco e Bianchi ha avuto a disposizione pochi minuti in cui non ha praticamente toccato palla.

 

PRIMO TEMPO

Finisce il primo tempo allo stadio Artemio Franchi, le due squadre tornano negli spogliatoi a reti ancora inviolate. Partita equilibrata, Torino più pericoloso nella prima fase, padroni di casa che si fanno vedere maggiormente nella seconda metà del tempo. Avvio scoppiettante del Toro che mette subito in apprensione la difesa senese: Stevanovic affonda sulla destra e mette in mezzo per Antenucci che, in corsa, calcia alto. Sempre sull’asse Stevanovic-Antenucci arriva la seconda occasione granata, questa volta l’attaccante colpisce troppo debolmente da fuori area e Brkic può facilmente neutralizzare. Con il passare dei minuti la squadra di Ventura arretra il baricentro – senza però farsi schiacciare – e così anche il Siena ha occasione di rendersi pericoloso. Prima, Coppola rischia su un tiro dalla distanza di D’Agostino, riuscendo a controllare il pallone solo in due tempi. Poi, Calaiò anticipa tutti di testa ma colpisce la traversa.

(Foto Dreosti)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy