Simone Barone: “Il Toro ha preso i calciatori giusti”

Simone Barone: “Il Toro ha preso i calciatori giusti”

Esclusiva TN: “Il Cagliari è una squadra viva, che gioca con entusiasmo”

Commenta per primo!

Simone Barone, centrocampista campione del mondo con la Nazionale di Marcello Lippi ai mondiali di Germania 2006 e in granata proprio dal 2006 al 2009, ha un passato anche con la maglia del Cagliari, nel campionato di serie A 2009/2010, quello successivo al suo addio al Toro. Oggi Barone è l’allenatore della Primavera del Modena.

Ciao Simone, da doppio ex che Toro – Cagliari ti aspetti?
Una bella partita. Senza dubbio i granata sono avvantaggiati, per stato di forma, per organico e per il fatto di avere un gruppo ben collaudato. Però anche i sardi stanno giocando bene, soprattutto dopo l’arrivo di Zola, che ha dato una scossa.

Ti aspettavi un impatto così positivo da parte dell’ex tecnico del Watford?
Dopo la prima netta sconfitta arrivata a Palermo non era facile. Invece lui e i ragazzi sono stati bravi a riprendersi subito e a fare dei buoni risultati e delle buone prestazioni, come contro il Sassuolo, o come a Udine, dove hanno strappato un bel pareggio. Anche contro la Roma, nonostante la sconfitta, hanno giocato molto bene, e a Bergamo hanno perso solo al ’94.

Insomma il Torino dovrà stare attento, giusto?
Sì, perché i rossoblu sono una squadra viva, che ha entusiasmo e che cerca sempre di vincere, in casa e fuori. Zeman aveva già creato una buona intelaiatura, Zola ha portato avanti il suo discorso tattico e ci ha messo del suo. Inoltre a gennaio sono arrivati dei buoni elementi dal mercato invernale.

A proposito di mercato invernale: ti convincono le operazioni dei granata, con gli arrivi di Maxi Lopez, Gonzalez e Ichazo?
A gennaio non bisogna mai comprare tanto per fare o per accontentare la piazza, ma prendere i calciatori di cui si ha bisogno. Il Torino ha fatto esattamente così, andando a puntellare i reparti che più avevano necessità. Maxi Lopez, poi, è un buon colpo, uno che conosce bene il campionato italiano e che infatti all’esordio ha subito fatto gol. Credo comunque che i granata fossero già una buona squadra, anche se hanno avuto difficoltà per via del doppio impegno, con l’Europa League che toglieva energie e lucidità. C’è stata poi anche tanta sfortuna, con diverse partite dove meritavano di più.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy