”Sono molto preoccupato”

”Sono molto preoccupato”

Dopo mister Papadopulo, parla anche il DS Petrachi, che conferma una buona parte delle parole dell’allenatore: “E’ vero, abbiamo nuovamente sbagliato tantissimo sotto porta, mentre il Frosinone, dopo una nostra solita amnesia difensiva, ci ha puniti. Dobbiamo essere ancora più cinici e cattivi, non mi sento di dire che la squadra non si sia impegnata in questo match“.

La cosa più difficile in questa categoria…

Dopo mister Papadopulo, parla anche il DS Petrachi, che conferma una buona parte delle parole dell’allenatore: “E’ vero, abbiamo nuovamente sbagliato tantissimo sotto porta, mentre il Frosinone, dopo una nostra solita amnesia difensiva, ci ha puniti. Dobbiamo essere ancora più cinici e cattivi, non mi sento di dire che la squadra non si sia impegnata in questo match“.

La cosa più difficile in questa categoria è saper gestire un vantaggio, ma qui noi neanche lo raggiungiamo il vantaggio! Dobbiamo assolutamente buttarla dentro, credo che sia lampante che il Toro abbia attualmente problema a finire in goal, ma non che non sappia gestire una partita. Ci sta andando tutto male, pensate a Bianchi: lui sa segnare e ha sempre segnato, in questo momento è in difficoltà. Ce la farà anche lui, sono sicuro, e grazie a lui noi risaliremo“.

Sulla reazione della squadra dopo il goal: “Questa volta c’è stata, a differenza che con il Livorno. Saremo ripetitivi, ma dobbiamo essere più precisi in attacco e in difesa. Dobbiamo essere molto, ma molto più cinici. Non stiamo producendo quello che dovremmo e subiamo invece magari nell’unica nostra amnesia“.

Petrachi è preoccupato? “Sì, ma sono settimane che dico di essere preoccupato. Lo ero già dopo Natale, perchè ho visto che questa squadra aveva perso quella cattiveria agonistica che aveva fino alla pausa. La tendenza di una stagione può cambiare anche in base agli episodi, adesso ci sta andando male, con l’Ascoli chissà“.

Sul ritiro: “Volevamo dare a Papadopulo la possibilità di conoscere meglio la squadra. Adesso ci alleneremo a Torino, sperando che la prossima settimana si possano correggere quegli errori che continuano ad affliggerci“.

(Foto: M. Dreosti)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy