Spagna amara, ma nelle trasferte europee il Torino sa segnare

Spagna amara, ma nelle trasferte europee il Torino sa segnare

Verso Athletic Bilbao – Torino / Curiosità in numeri della squadra granata in Europa: il Toro ha dimostrato di sapere colpire anche in trasferta

La grande sfida di ritorno di stasera è ormai prossima e il Torino è partito alla volta di Bilbao carico più che mai a tenersi stretta l’Europa. Incontro molto avvincente e aperto fino al fischio finale. Vediamo nei dettagli alcune curiosità sul Torino nelle trasferte europee.

ANDAMENTO ALTALENANTE IN TRASFERTA – Il Torino in questa edizione di Europa League ha affrontato un ottimo cammino nel girone di qualificazione passando il turno con 11 punti, grazie soprattutto ai punti conquistati in casa. Un po’ altalenante infatti l’andamento esterno per i granata che in cinque partite giocate, compresi i preliminari di quest’estate, hanno ottenuto due vittoria, due pareggi e una sconfitta, l’unica rimediata finora in Europa League per mano dell’Helsinki. Per quanto riguarda i numeri: in trasferta sono 9 i gol fatti, ma di cui 5 in una sola partita, mentre solo 3 quelli subiti. Le vittorie ottenute sono state tutte ampie, 0 a 3 con il Brommapojkarna e 1 a 5 con il Copenaghen, mentre i pareggi sempre a reti bianche. La vittoria esterna in Danimarca, però, è stata storica visto che il 5 a 1 rifilato ai danesi del Copenaghen ha eguagliato il suo successo esterno continentale più ampio della storia del club piemontese.

SPAGNA AMARA PER I GRANATA – Non favorevoli al Torino le trasferte europee in Spagna, infatti su 5 incontri europei nella penisola iberica i granata sono sempre usciti perdenti. Un gol in trasferta è molto importante e il Torino è sempre andato a segno nelle ultime nove partite ufficiali (ultima partita senza segnare 0-0 contro il Chievo il 6 gennaio). Nella storia granata c’è già stato un precedente in cui il Torino gioca una gara di ritorno partendo dal 2 a 2 casalingo e non è di certo ben augurante: era la finale della vecchia coppa Uefa contro l’Ajax e la squadra granata impattò per 0 – 0 ad Amsterdam perdendo la coppa.

L’ARBITRO – A dirigere l’incontro sarà l’israeliano Liran Liany, classe 1977, internazionale dal 2011. Prima direzione con l’Athletic Bilbao, mentre ha già diretto 3 volte squadre spagnole in Europa con un bilancio di 2 vittorie ed 1 sconfitta. Anche il Torino incontra per la prima volta il fischietto israeliano, che ha fischiato solamente due volte le italiane non vedendole mai sconfitte (1 vittoria e 1 pareggio).

Un Toro, quindi, pronto a sfatare il tabù spagnolo: servirà la miglior partita per battere i baschi, con lo stesso attacco spietato messo in campo nelle trasferte europee in Svezia e Danimarca. Non solo spietatezza in attacco, ma anche attenzione difensiva vista nei due pareggi ottenuti senza subire gol. Ovviamente, però, questa volta l’avversario è di altro livello, così come la posta in palio, ma le possibilità di fare l’impresa ci sono tutte.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy