Tassotti (Teleradiostereo): “Il Toro è da Europa, ma se avesse Giampaolo…”

Tassotti (Teleradiostereo): “Il Toro è da Europa, ma se avesse Giampaolo…”

Intervista / La voce ‘avversaria’: “Nella discontinuità granata la responsabilità di Mihajlovic è grande. Peres finora un disastro, qua nessuno rimpiange Ljajic”

di Lorenzo Bonansea, @BonanseaLorenzo

Questo pomeriggio il Torino tornerà in campo, e lo farà sul terreno dello Stadio Olimpico di Roma per affrontare la compagine di Di Francesco nel match valido per gli ottavi di Coppa Italia: una sfida che entrambe le formazioni non vogliono sottovalutare. Come ogni volta, in occasione di un incontro ufficiale, abbiamo intervistato un giornalista più vicino agli ambienti del club avversario – in questo caso quello capitolino – ed è questa la volta di Flavio Maria Tassotti di Teleradiostereo, una radio che si occupa di As Roma.

Ciao Flavio, qual è lo spirito con cui la Roma affronterà il Toro? Di Francesco ha annunciato diversi cambi…

“Di Francesco ce l’aveva già detto dopo Roma-Cagliari che avrebbe fatto parecchi cambi. E’ stato sorprendente non vedere Kolarov tra i convocati però.. Tuttavia è un bene che torni a giocare Emerson dal 1’, che è un bel giocatore che lo scorso anno ha fatto un bel campionato, nonostante le brutte prestazioni iniziali contro il Porto che ci costarono la qualificazione in Champions. La Roma prenderà questo appuntamento molto seriamente, per cercare di centrare il “duplice” impegno contro la Juventus: c’è tanta voglia di andare a Torino due volte nel giro di 10 giorni, c’è la voglia di mettersi davanti questa grande squadra per testare il processo di crescita di Di Francesco.”

Per quanto riguarda la formazione, che cambi ci si aspetta?

“Giocherà sicuramente Peres a destra, il dubbio della vigilia riguardava il portiere ma giocherà alla fine Skorupski, anche se non all’inizio non era così scontato. Dietro ci si aspetta Manolas e Jesus, in mezzo dovrebbero giocare Gonalons, Pellegrini e Strootman e davanti – con Dzeko non al meglio – ecco Schick titolare con Under ed El Shaarawy.”

C’è il rischio per la Roma di essere troppo concentrata sulla Juventus?

“Potrebbe, ma fino ad un certo punto: con il fatto che ci saranno tanti cambi, chi andrà in campo avrà l’occasione per mettersi in mostra. Ad esempio Under, che sinora ha avuto poco spazio, ma anche per Gonalons è un’ottima chance per mettersi in mostra in chiave positiva visto che il francese finora non ha convinto per nulla, e si è parlato molto di un suo possibile ritorno in Francia già a gennaio. Credo che la Roma dovrà cercare di vincere la partita, stiamo conoscendo piano piano un tecnico, Di Francesco, che sta dimostrando di non mollare niente, ed è la più grande sorpresa, perché c’era grande scetticismo dopo l’addio di Spalletti, un personaggio molto controverso ma che l’anno scorso qui aveva fatto un gran campionato. C’era la paura che ci fosse un ridimensionamento, ma Di Francesco ci sta stupendo in positivo perché la Roma è più forte di prima, sa quello che vuole, non molla mai un centimetro, e questo è il bello di questa squadra. La Roma sta lavorando per diventare una piccola Juve, e lo dimostrano i tanti 1-0 di questa stagione: si sta evolvendo, sperando che prima o poi arrivino anche i trofei”

In entrambe le formazioni ci sono diversi ex: qual è il giudizio che si è fatto l’ambiente giallorosso su Peres?

“Un disastro vero, c’è il rammarico per aver speso così tanti soldi. La gente comincia ad essere esasperata dalle prestazioni negative di Peres, che non ha fatto altro che inanellare prestazioni difensive terrificanti, ma anche davanti non azzecca una giocata, non indovina un momento. E’ un giocatore molto evanescente. Sta facendo molto male, e anche con Spalletti non era riuscito ad esprimersi, neanche nei 5 di centrocampo, dove andava leggermente meglio, ma poca roba… Nel Torino invece ci sono due ex che hanno lasciato ricordi diversi nella Capitale: Iago Falque e Ljajic (che non ci sarà oggi perché infortunato).”

“Iago Falque è un giocatore estremamente intelligente, che sa fare la doppia fase alla grande: forse non è da grandissima squadra, ma all’interno di un grande gruppo può starci benissimo come seconda scelta. Da noi ha fatto anche la Champions con buoni risultati, anche contro il Bayern e il Barca aveva fatto grandi prestazioni, poi purtroppo per tanti motivi, tra cui anche guai fisici, si è perso per strada, ancora di più con l’arrivo di Spalletti. All’interno di questa Roma, ci starebbe ancora alla grande come ricambio di qualità. Ljajic, invece, nessuno lo rimpiange: ha lasciato un ricordo anonimo qui a Roma, dove faceva una partita buona e poi 6-7 male. Sta svolgendo la sua carriera grazie a quei 4 mesi in cui fece molto bene a Firenze: a Roma aveva fatto benino con Garcia per due mesi, poi perse il posto…”

Miha potrebbe confermare Belotti al centro dell’attacco: che giudizio hai dell’attaccante granata? Secondo te può ancora fare la differenza come lo scorso anno?

“A me piace moltissimo Belotti: è un giocatore molto fastidioso per le difese avversarie, di sostanza, molto generoso. Dà moltissimo alla sua squadra, ma non so se sia un giocatore da top club, lo vorrei vedere in un club che fa la Champions. Le caratteristiche fisiche ce l’ha, quest’anno il problema – un po’ come per altri giocatori dall’enorme potenziale come Baselli – è la continuità. Entrambi sono molto forti..”

Il Toro ha finora deluso le attese: qual è la percezione che si ha a Roma della squadra e del suo allenatore Mihajlovic?

“Secondo me col fatto che la classifica è molto corta, e con la Samp che non credo reggerà il ritmo, il Toro senza alti e bassi può arrivare all’obiettivo Europa League. E’ una squadra di ottima qualità, con Valdifiori, Rincon e Baselli che formano un bel centrocampo, e lì davanti c’è Belotti di cui abbiamo già parlato, un giocatore molto forte come Iago, e poi Niang, che se riuscisse a mettere la testa a posto sarebbe un attaccante devastante. E’ normale che ora al Toro non sia ben visto: se si è pagati così tanto e poi non si rende subito in campo, le critiche sono naturali. In questa discontinuità dei granata c’è tanta responsabilità di Miha: questa squadra potrebbe stare tranquillamente al posto della Samp, se avesse come guida tecnica un insegnante di calcio come Giampaolo avrebbe certamente qualche punto in più. Miha mi ha sempre dato l’idea di avere la nomea del buon allenatore senza aver mai dimostrato quasi nulla in carriera, se non per quella stagione a Catania. A Roma, paradossalmente, lasciò un buon ricordo Ranieri, che personalmente a me non è mai piaciuto soprattutto per il suo modo di fare nelle conferenze: quando ti doveva spiegare la partita, lui parlava solo di determinazione, concentrazione eccetera. Non parlava mai di tattica. Anche Miha per spiegarti la partita fa così: è una cosa che non capisco e che non capirò mai.”

22 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Alberto Fava - 1 anno fa

    Partita finita : Toro vince , Roma perde.
    Tassottooooo ????
    Prrrrrrrrrrr.!!! :-)
    FVCG

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. abatta68 - 1 anno fa

    Che Bruno Peres non fosse un fenomeno da grande club lo sapevamo pure noi, cosi come sapevamo di fare un affare con Iago e di rischiare con Ljaic, ovvero i due giocatori che abbiamo avuto in cambio di Peres… e secondo me ci abbiamo guadagnato comunque noi! Peres aveva dei limiti nel 3-5-2, figuriamoci in una difesa a 4… non voglio nemmeno pensarci!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. prawn - 1 anno fa

      Fondamentalmente una buona ala, non so come mai insistano a farlo giocare cosi’ indietro, non sa difendere!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. abatta68 - 1 anno fa

        La condizione ideale era il 3-5-2 di Ventura, ma anche cosi non ha prodotto tantissimo, perlomeno per quanto prometteva. Io nel Toro ce lo vedrei ancora bene (non in un top club), ma in un 3-5-2 con Iago e Belotti come punte e un centrocampo con Peres, Baselli, Valdifiori, Rincon e Barreca, e una difesa a tre con Nkoulou, Lyanco e Burdisso/Bonifazi.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. torinodasognare - 1 anno fa

    Non spiega di tattica perché di tattica nulla sa.
    Però se posso dire la mia, Giampaolo se lo tengano pure gli altri, di “insegnanti” e “maestri” o presunti tali ne ho piene le palle.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. prawn - 1 anno fa

    Vabbe’ insomma, questo conferma i pensieri dei gufi/pippistrelli/gobbi di TN, che noia, basta!

    Ma sono giunto ad una conclusione EPOCALE cari fratelli Granata.

    Cairo la deve smettere di vendere e comprare, stiamo rovinando tutte le societa’ di serie A, e’ ora di smetterla!!!

    Eravamo uno squadrone con tutti questi bidoni che abbiamo venduto a destra e a manca, ora tutte queste societa’ si vendicano, ci mandano il malocchio, non se puo’ piu’!!!

    Sirigu
    Zappacosta NKolou Maksimovic Darmian
    Peres Benassi Valdifiori Baselli
    Iago Bellotti

    Un inedito 442, allenatore probabilmente Ventura, niente calciomercato fino a questi 11 si ritirano, clausola da 100 Milioni per tutto l’11.

    Tutti i problemi risolti, basta comprare finti campioni, basta buttar via i soldi, basta far plusvalenze, teniamoci il nostro oro e via.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ddavide69 - 1 anno fa

      Ventura???????? No , basta grazie

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Spygor - 1 anno fa

    Io credo che questa sera con la formazione migliore,possiamo vincere,a prescindere che Lyanco così come Edera,non sono un ripiego,per me dovrebbero giocare titolari,ma almeno il primo tempo giocherei con il Gallo,se poi non va come deve andare,allora spazio a chi non gioca mai o quasi mai.Ma il mister,vuole fare come Sarri,tenere in panchina i migliori(secondo Mihailovic)e metterli dentro come nel secondo tempo Sarri ha fatto contro l’Udinese,altrimenti quella partita finiva ai supplementari,altro che fuoriclasse…Già l’Inter contro il Pordenone,a momenti usciva….Stasera,possiamo battere la Roma che all’andata in campionato aveva segnato solo su punizione con Kolarov e che se avessimo giocato meglio, un punto lo portavamo via con comodità.Si deve provare a vincere,poi si vedrà…..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Alberto Fava - 1 anno fa

    Allora , cerchiamo di riassumere cosa scrive il reporter riguardo all’intervista:
    – Falque buono ma non da grande squadra. ( a fine intervista invece lo cita come “ giocatore molto forte insieme con Belotti….).
    – Peres. Un disastro. ( lo rimpiango ancora adesso….).
    – Ljiajc anonimo, 1 buona e 6 o 7 nulle. ( bene, c’è lo teniamo noi grazie).
    – Toro buona squadra , ma se avesse Giampaolo al posto di Mihailovic ( ah se mia nonna avesse le ruote …).
    Commento di Alberto Fava : caro Bonansea, che pubblichi questa “ bella” intervista, perfettamente titolata da supporter Granata: bai, ba a ciccai cordollinusu, tui e cussu priogu de Flavio Maria Tassotti.
    O meglio , una domanda : ma perché al posto di andare ad intervistare sempre gli avversari ( ma neanche loro, intervistate le “ voci” che hanno più risonanza del tifo avversario del momento) non andate invece ad intervistare più frequentemente il Peta, Pulici, Graziani. Castellini. Policano, Fuser, Zacccarelli , Terraneo, Ferrante, Santin, Copparoni, e non continuo con l’elenco, altrimenti riempio la pagina e copro pure il commento della “ purga” qui sotto.
    Perché non intervistate i nostri grandi Ex , al posto di limitarvi agli Auguri ( quando vi ricordate), ed invece ci propinate questa immondizia, rubbish, pubelle o montronaju che dir si voglia ?
    Perché, caro Bonansea?
    Boh … mistero
    FVCG

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Alberto Fava - 1 anno fa

      Hahaha il “Peta” :-)
      Questa è bella, si vede che mentre scrivevo ho letto in contemporanea il post di Pimpa!!
      Ovviamente voleva essere il Grandissimo “ Poeta”, chiedo scusa per il “ lapsus Pimpiano” a Claudio !
      FVCG 2 volte , e sempre!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. prawn - 1 anno fa

      Grandissimo Fava, ormai mi stai contagiando col tuo pensiero 😀

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Alberto Fava - 1 anno fa

        Stai attento che poi se prendi la mia malattia, rischi di diventare un Tifoso del Toro :-)
        Poi qui ti seppelliranno e perderai il diritto a guidare il bus !
        Ciao
        FVCG

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Granat....iere di Sardegna - 1 anno fa

          ahahahahah….Alberto però bisogna insegnare il sardo a Bonansea altrimenti non capisce l’antifona…e visto che sta sbocciando l’amore con Prawn, bisognerà insegnarlo anche a lui…ahahahah

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. Alberto Fava - 1 anno fa

            Caro Granat…ieri, io sono un’umilisdimomSardo d’adozione, e quindi non troppo indicato per fare da teacher di lingua, e di questo me ne dolgo.
            Sono stato adottato nel 78 quando sposai una bellissima ragazza sarda , tutt’ora mia amata consorte .
            Nel giro di un paio di mesi mi accorsi di aver sposato tutta una ( grande) Famiglia, e di essere imparentato con mezzo Campidano.
            Infine l’amore che ho imparato a nutrire per questa splendida terra ha fatto il resto.
            Quindi capirai di come le mie motivazioni ad imparare la lingua, altrimenti in tutti i convivi e riunioni di Famiglia avrei solo potuto sorridere come un imbecille, o meglio come dovrebbero fare Pimpa &C quando si parla di Toro.
            Quanto all’amora che sta sbocciando con prawn, sto cominciando a preoccuparmi anch’io !! :-)
            FVCG

            Mi piace Non mi piace
          2. Granat....iere di Sardegna - 1 anno fa

            Beh mi pare di capire che l hai imparato bene…E poi non esiste il sardo d adozione, una volta entrato in famiglia ne fai parte integrante…del resto anche io sono nato e vissuto a Torino da genitori sardi ma non per questo mi sento meno sardo degli altri…Vediamo se riusciamo a battere la Roma dai, porca di una juve FVCG

            Mi piace Non mi piace
  7. Pimpa - 1 anno fa

    Il tutto è come dire:basterebbe avere un allenatore,magari inesperto,ma un allenatore.
    Anche a occhio,disse il cieco.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Giova - 1 anno fa

    Io ho sempre considerato Bruno Perez un bidone, e quindi un grande affare.
    lo stesso Marksimovic, che non gioca mai

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. user-13658235 - 1 anno fa

    Strano pure questo vede sinisa come handicap del toro ………strano veramente strano

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ALESSANDRO 69 - 1 anno fa

      E chi è questo..????

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Alberto Fava - 1 anno fa

        Un piciu

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Granat....iere di Sardegna - 1 anno fa

      Magari bisognerebbe anche ricordare che Miha non è ben visto a Roma, sponda giallorossa…magari c’è il rischio che sia lievemente prevenuto…ma poi sai che scoperta…si è sempre saputo che non era la tattica il pezzo forte del mister bensì la grinta e la determinazione…forse si sperava che malgrado tutto anche tatticamente fosse nella media e invece non sta rendendo come si sperava….concludo con una considerazione su Gianpaolo: probabilmente è tatticamente migliore ma non è che come risultati abbia fatto chissà che cosa e la Sampdoria sta zoppicando, dopo un avvio brillante…non esiste alcuna controprova che in queste condizioni farebbe meglio del mister, però può essere un futuribile, al pari di tanti altri. Se però si vuole un allenatore dalle comprovate capacità e che abbia già dimostrato di saper vincere qualcosa non ci sono santi: ci vogliono soldi e tanti…e qui si tocca un tasto dolente…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Pimpa - 1 anno fa

        Sai dirmi un posto dove costui è ben voluto,ben ricordato,non dico rimpianto?

        Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy