Testa a testa: Amauri contro Bianchi

Testa a testa: Amauri contro Bianchi

Quattordici gol in due. Otto per Bianchi e sei per Amauri. La sfida del Tardini sarà l’occasione per i due centravanti di dimostrare il loro valore. Il capitano granata non segna dalla sfida contro il Siena del 13 gennaio. Certo i compagni di reparto non aiutano vista la bulimia di Barreto…
Quattordici gol in due. Otto per Bianchi e sei per Amauri. La sfida del Tardini sarà l’occasione per i due centravanti di dimostrare il loro valore. Il capitano granata non segna dalla sfida contro il Siena del 13 gennaio. Certo i compagni di reparto non aiutano vista la bulimia di Barreto e Meggiorini ma a Parma Bianchi avrà una buona occasione per aumentare il suo bottino e aiutare il Toro ad allontanarsi ancora dalle cattive acque. Dall’altra parte, Amauri dovrà dare il suo contributo per far uscire il Parma da una crisi di risultati ormai prolungata (due pareggi in sette partite).
 
BIANCHI – A parte i tre gol su rigore, quest’anno quand’è stato imbeccato bene dalle fasce, il capitano ha sfruttato alla perfezione le sue doti aeree, segnando quattro dei suoi otto gol di testa. Contro il Parma sarà dunque compito delle ali sfornare cross per Bianchi. E il più indicato, vista l’assenza di Cerci per squalifica (uomo assist del Toro), potrebbe essere Valter Birsa, con tre assist all’attivo e da cui piedi partì il cross per l’ultimo gol del capitano. Anche i calci di punizione potrebbero favorire il bomber granata viste le recenti amnesie del Parma. Ultimo caso, il gol di Icardi a Marassi la scorsa domenica con dormita generale della difesa ducale.
 
AMAURI – A ben guardare si potrebbe ripetere il medesimo discorso anche per il giocatore brasiliano. Amauri infatti ha realizzato tre dei suoi gol di testa, sfruttando la sua potenza fisica per sovrastare gli avversari. Vedasi il gol, seppur inutile vista la sconfitta, contro il Catania. Amauri statistiche alla mano ha dalla sua anche una buona tecnica con entrambi i piedi: ha segnato sia con il destro sia con il sinistro mentre Bianchi (avendo anche calciato tre rigori) ha segnato solo con il suo piede preferito, il destro. Le statistiche sono un po’ risicate vista la poca prolificità davanti alla porta ma Amauri sarà un brutto cliente per Ogbonna e Glick. I due difensori granata dovranno fare soprattutto attenzione al gioco di sponda per gli inserimenti di Biabiany e Sansone. Donadoni, infatti, predilige il gioco per vie centrali e Amauri sarà utile per tenere palla o spizzarla di testa ai compagni di reparto.
 
 
 
Redazione TN

(Foto Dreosti)
0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy