Toro, a Milano con un attacco finalmente efficace?

Toro, a Milano con un attacco finalmente efficace?

Verso Inter-Torino/ I gol di Quagliarella e Maxi a Cesena fanno ben sperare. Occhio a Icardi

Commenta per primo!

ATTACCO RITROVATO – La trasferta di Milano sicuramente non rappresenta una sfida facile per i granata, ma qualche segnale per essere ottimisti c’è: il Toro è imbattuto dal derby e contro Milan e Cesena si sono visti miglioramenti. Nella trasferta emiliana inoltre si è finalmente risvegliato l’attacco grazie all’ottimo debutto di Maxi Lopez ed al gol ritrovato da Quagliarella dopo un lungo digiuno. La speranza è che non si tratti di un fuoco di paglia, perché per risalire la classifica un maggiore apporto delle punte in zona gol è necessario. In difesa il ritorno al suo posto di Capitan Kamil Glik è una sicurezza in più, specialmente perché dall’ altra parte ci sarà Mauro Icardi, già a segno dieci volte quest’anno, e ansioso di festeggiare con una rete la nascita della figlia, oltre che atteso dal personalissimo duello proprio con Lopez.

INTER ALTALENANTE – La squadra di Mancini ha ottenuto due vittorie e tre pareggi nelle ultime cinque partite e con gli innesti in rosa di Podolski e Shaqiri è stata tra le regine del mercato. La trasferta di Empoli però ha smorzato parte degli entusiasmi nati dal pareggio contro la Juventus e proseguiti grazie al 3-1 sul Genoa. I nerazzurri alternano ancora alti e bassi e specialmente il reparto difensivo non pare impenetrabile come Mancini vorrebbe. La sfida di stasera dei nerazzurri in Coppa Italia contro la Sampdoria vede dunque il Toro come spettatore interessato, anche perché la previsione è che non vi sarà ampio turnover tra questa partita e quella di domenica.

A CACCIA DEL BIS – A Milano il Torino andrà a caccia della terza vittoria stagionale in trasferta, ma soprattutto della seconda vittoria consecutiva in campionato, risultato mai ottenuto quest’anno e che ai granata manca dalla 35^ e 36^ giornata dello scorso torneo, quando vennero sconfitte in sequenza Udinese e Chievo. L’importante comunque per la banda di Ventura è continuare a far punti e confermare i progressi visti nelle uscite più recenti, disfatta di Coppa Italia a parte. Ripetere i fasti dello scorso anno sarà difficile, ma l’obiettivo deve essere quello di raggiungere la salvezza aritmetica il prima possibile, per poi poter giocare con maggiore tranquillità e magari togliersi qualche soddisfazione.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy